Essentials

Meta

Pages

Categories

Champions league: Porto-Roma 3-1

Champions league 2018-19
Ottavi di finale
Gara di ritorno
Mercoledi 7 marzo  2019
Oporto: Estadio Do Dragao ore 21,00
Porto-Roma 3-1

Arbitro peggiore in campo internazionale

ARBITRO CACASOTTO

Stasera parlare della crisi della Roma o del momento poco brillante stavolta non è il caso perchè, nonostante tutto, la prestazione
della squadra c’è stata e a decidere l’eliminazione dei giallorossi è stato il solito arbitro Karkhir che ne ha combinate di cotte e di
crude dopo aver concesso un rigore nettissimo a De Rossi, senza reclami da parte degli avversari.

De Rossi trasforma il rigore

Da quel momento in poi, il direttore di gara, che ha steccato a ripetizione, ha fischiato tuutto a favore dei padroni di casa
raggiungendo l’apice quando al massimo del protagonismo ha indicato il segno del VAR concedendo un rigore che non c’è e gloriandosi
dell’urlo dello stadio Do Dragao.
La Var che induce l’arbitro a riguardare le immagini intanto non si accorge di un fuorigioco nell’azione dei padroni di casa.
Poi la trattenuta di Florenzi che c’è, arriva senza che l’avversario può arrivare mai su una palla velocissima, quindi il rigore non può essere
concesso.
Poi nel finale uno sgambetto a Schick richiede l’attenzione della VAR ma stavolta il pavido turco non  và a vedere perchè forse gli manca la
spinta dello stadio, anzi teme propabilmente il furore degli spalti.
Un pavido che a Roma si dice Cacasotto.
Un pavido che ha inciso su una gara molto equilibrata tra andata e ritorno, cui non sono bastati 180 minuti a riprova che c’era massimo
equilibrio. Nonostante il VAR a sbagliare è ancora l’uomo.
Quindi difficile aggiungere altro se non la dichiarazione bis di De Rossi che dopo aver visto il replay del rigore concesso al Porto ha ricordato
come la qualificazione di questa stagione e di quella passata siano state decise da errori.
Dichiarazioni suffragate dall’intervento del presidente a tarda notte di cui si riferisce di seguito.
Resta in ogni caso imperdonabile l’arbitraggio di un turco molle e pavido che ha paura di essere giusto e di scontentare gli spalti.
Ora ai giallorossi non resta che farsi sentire dall’Uefa e mettere in difficoltà un arbitro non capace a questi livelli.
Ci aspettiamo nuove scuse. come la scorsa stagione dall’Uefa? E che ce ne facciamo?
Pensassero piuttosto a togliere da mezzo figure arbitrali incapaci che minano il percorso delle squadre nella manifestazione che. si sa,
porta soldi importanti alle società, senza pensare alla delusione dei tifosi.

PALLOTTA: ROMA DERUBATA

Intorno all’una e un quarto è arrivato un twitter da parte del presidente della Roma che si è lamentato fortemente di quanto successo in
campo col direttore di gara turco e con la Var.
Questa la traduzione in italiano del messaggio del presidente Pallotta: “Lo scorso anno abbiamo richiesto il VAR in Champions league
perché ci avevano rovinato la semifinale e questa sera, nonostante ci fosse, siamo stati derubati.
Schick è stato atterrato in area, il VAR lo dimostra, e non viene fatto niente. Sono stufo di questa merda. Non ho più parole!”

DI FRANCESCO NON PARLA
E’ CONTRO L’ARBITRAGGIO

Il tecnico giallorosso non si è fermato a rendere risposte ai cronisti perchè, a dire dalla società, è inquieto contro l’arbitraggio, nettamente contrario
alla sua squadra. Questo è quanto trapela dalle prime indiscrezioni in seno alla società.

CLAUDIO RANIERI IN POOL POSITION
PER SOSTITUIRE DI FRANCESCO

Tra il lotto di nomi che si fanno per sostituire Eusebio Di Francesco, in pool position c’è Claudio Ranieri, che ha lasciato da poco la Premier league e
da buon romano e romanista accetterebbe volentieri un ritorno nella panchina giallorossa.

TABELLINO

PORTO (4-4-2): Casillas; Militao (13′ pts M. Pereira), Felipe, Pepe, Telles; Corona (24′ st Brahimi), Danilo, Herrera, Otavio (4′ pts Hernâni); Tiquinho Soares (33′ st Fernando), Marega.
A disp.: Vanà, Óliver Torres, Adrián López.
All. Conceicao
ROMA (3-4-3): Olsen; Juan Jesus, Manolas, Marcano (31′ st Cristante); Karsdorp (10′ st Florenzi), Nzonzi, De Rossi (47′ pt Pellegrini; 6′ sts Schick), Kolarov; Zaniolo, Dzeko, Perotti.
A disp.: Mirante, Santon, El Shaarawy
All.: Di Francesco
Arbitro: Çakir (Turchia)
Assistenti: Duran-Ongun (TUR)
Quarto uomo: Özkahya (TUR)
Var: Marciniak (POL)
Assistente Var: Gil (POL).
Marcatori: 26′ Tiquinho Soares, 37′ De Rossi (rig.), 52′ Marega, 67′ sts Telles
Ammoniti: Herrera, Danilo, Pepe, Telles, Zaniolo, Karsdorp, Dzeko, Pellegrini, Florenzi
Recupero: 2′ primo tempo, 3′ secondo tempo, 1′ primo tempo supplementare, 5′ ssecondo tempo supplementare.

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts