Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Udinese-Roma

Campionato di calcio serie A
Stagione 2017-2018
Sesta giornata del girone di ritorno
Venticinquesima giornata
Sabato 17 febbraio 2018
Udine: Dacia Arena ore 15,00
Udinese-Roma

Bellissimo sinistro in goal di Under

Under sommerso da abbracci

STRAORDINARI UNDER E ALISSON (CHE FA 11)

Due interpreti su tutti Cengiz Under imprendibile e quando si accentra diventa un tiratore speciale.
Dall’altro lato del campo Alisson disinnesca tutte le percussioni in contropiede giocando da libero aggiunto e quando è chiamato a fare il proprio dovere tra i pali risponde presente.
In porta in serie A, nessuno come Alisson è quanto si evince dal  profilo Twitter della AS Roma ” il brasiliano è infatti l’unico portiere ad aver tenuto inviolato la propria porta per undici gare
nel corso di questo campionato.
Valida anche la caparbietà e la cattiveria di Dzeko che nella ripresa ha dato filo da torcere agli avversari.

Conclusione di El Sharawy al lato

TANTE OCCASIONI NESSUN GOAL

La Roma di Udine rispecchia quelle viste nel recente passato.
Orfana di Salah (vale ricordarlo alla dirigenza), la Roma non trova più la via del goal anche se crea diverse palle goal.
Under è in gran forma e impegna in un paio di occasioni Bizzarri che gli nega la rete.
Poi El Sharawy fallisce di un soffio il vantaggio su assist di Nainggolan e tante tante ripartenze con potenzialità di offendere ma nessuna
che si conclude positivamente.
L’Udinese quando riparte è veloce e pericolosa, usa gli scatti di Tofana (suo un gran tiro di poco al lato) e sulla destra le percussioni di Widmer
peraltro ben controllato da Juan Jesus.
Dubbi su un fallo di mano in area friulana che l’arbitro dopo aver ascoltato i colleghi via radio ha fatto proseguire.
Ii tocco di mano sembrava netto, forse hanno deciso per la vicinanza del braccio al momento del cross.

0-1 firma Under

UNDER APRE LA GARA PEROTTI LA CHIUDE

Una Roma che prende in mano il pallino del gioco ad inizio ripresa e non lo lascerà più fino al termine, dimostrando piena efficenza fisica e ritorno del morale
al top, quello che ci vuole per l’iiminente sfida in Champions league.
Torniamo alla Dacia Arena dove l’Udinese trascinata dal pubblico amico ha perso tuttti i duelli che si sono presentati, lasciando gloria e maggiore tecnica alla Roma.
Neppure la maggiore fisicità dei friulani ha fatto la differenza e quando sono andati al tiro hanno avuto contro un grande Alisson, che ha aiutato i compagni anche
con molte uscite anche nell’area alta, dimostrandosi autentico dominatore dell’area di rigore.
Quando Jankto con un calcio gli toglie la palla dalle mani, non fà una piega e recupera la sfera anche se il gioco era fermo e l’attaccante si è preso un’ammonizione per
gioco scorretto.

Dzeko colpisce di testa

In avanti Under tra il 69′ e lo scoccare del 70′ si libera in gran velocità a destra, si accentra e, come nel primo tempo appena trova il varco giusto batte forte di sinistro angolando
il giusto e la palla s’insacca alla sinistra di Bizzarri.
Il calciatore turco, come afferma Di Francesco, ha una velocità di esecuzione straordinaria, che può sorprendere gli avversari di turno.
Non è un caso che il fantasista turco ha realizzato la terza rete nelle ultime tre gare giocate, tutte di ottima fattura e due delle quali sono valse sei punti alla squadra.

0-2 Perotti un bel goal

Abbracci x Perotti

C’E’ ANCHE LA FIRMA DI PEROTTI

Di Francesco richiama al 69′ El Sharawy (gara con luci e qualche ombra), immettendo in campo Perotti largo a sinistra.
L’argentino, dall’alto della sua freschezza e bravura,  si fà vedere presto con i suoi scatti che creano vantaggio per poter crossare in area avversaria.

Perotti firma il raddoppio

Dopo tante occasioni sfumate nel primo tempo, con l’Udinese che ha difeso e pronta a ripartire in veloci folate, proprio all’inizio di una di queste, quando la stanchezza la faceva
da padrona, arriva l’errore cui stavolta Perotti non concede la grazia e solo davanti a Bizzarri lo batte imparabilmente chiudendo di fatto la partita.

Perotti-goal

Under teniamocelo stretto

DI FRANCESCO: “LA ROMA HA RITROVATO COMPATTEZZA”

““Pian piano siamo cresciuti, è quello che ci mancava. Non avevamo continuità di prestazioni, oggi invece la Roma ha creato tanto come sempre,
ma a differenza delle altre ha concesso pochissimo. La pressione costante è stata importante, eravamo spesso nella loro metà campo.
In tante occasioni siamo stati bravissimi ad andare a recuperare palla tempestivamente e infatti i due gol sono nati da due palle recuperate.
In alcuni momenti certi movimenti in attacco hanno funzionato, in altri no, nel finale siamo andati bene.
Quando la palla rientra da una parte, uno deve allungare e l’altro andare incontro, dobbiamo fare questo con maggiore continuità.
Under si è guadagnato le prime pagine, ha fatto cose importanti, si merita tutto questo. Deve continuare a lavorare con umiltà e disponibilità,
senza leggere ciò che gli gira attorno. Sta a noi e al nostro ambiente ora tenerlo coi piedi per terra.
In alcuni momenti potevamo verticalizzare prima e di più, stiamo crescendo. Oggi abbiamo concesso poco agli avversari contrariamente al passato,
e questo ha fatto la differenza. Avevamo davanti una squadra fisica, la Roma dal punto di vista nello stare in partita è cresciuta tantissimo.
Ero convinto che avremmo trovato la strada per il gol, ora con Under abbiamo trovato un ragazzo che fa bene quello che chiedo, teniamocelo stretto.
Sono ripetitivo, coi giovani ci vuole pazienza. Questo ragazzi è venuto con grande umiltà, sta cercando di trovare posto, si è sempre allenato con grande continuità,
dal rientro delle vacanze ha fatto sempre meglio. Prima era più un giocatore da 20 minuti a partita, ora sta crescendo moltissimo e sono convinto che ci darà una grande mano.
Il gol è stato fantastico, ha delle qualità innate. Prima giocava tenendosi aperto, ora riesce a staccarsi dall’avversario per trovarsi buone situazioni.
A volte cerca la giocata quando non c’è ma fa parte del suo percorso di crescita e sono contentissimo.
La sensazione differente rispetto alle partite precedenti è la compattezza. La capacità sta nello stare alti, nel giostrare bene la palla dando all’avversario la possibilità di giocare solo lungo.
In casa dobbiamo migliorare il rendimento, sicuramente.
Ora voglio pensare solo alla Champions, che è una gara complicata, Juventus e Napoli sono ciniche e vincono anche tirando poco in porta.
Non è un difetto, assolutamente, è una qualità.
Non era un paragone con la Roma dello scorso anno, che in campionato ha fatto benissimo e devo solo togliermi il cappello”

LA ROMA RAGGIUNGE IL TERZO POSTO
SORPASSA L’INTER DI SPALLETTI

La vittoria di Udine è importante per la Roma per i tre punti acquisiti in classifica ma anche perchè un altro successo per i giallorossi arriva indirettamente grazie
alla vittoria del Genoa sulla squadra di Spalletti per 2-0.
I giallorossi sorpassano così i nerazzurri e guadagnano il terzo posto della graduatoria.

TRASFERTA DI UDINE ANCHE PER CHI HA IL BIGLIETTO

Dopo gli incidenti del pre-partita al Bentegodi, è arrivata la decisione del Prefetto di Udine di vietare la trasferta allo stadio Dacia Arena ai residenti nel Lazio,
nonostante  l’intercessione dei tifosi dell’Udinese che intrattengono buoni rapporti con quelli capitolini.
Dalla prima decisione arriva una deroga ovvero chi ha acquistato il biglietto prima del divieto potrà regolarmente entrare allo stadio.
A comunicarlo è la stessa Udinese sul proprio sito: “Con riferimento ai tifosi della A.S. Roma residenti nel Lazio,
l’ Udinese Calcio comunica che coloro i quali abbiano acquistato i biglietti nel Settore Ospiti per la gara Udinese-Roma ,antecedentemente al decreto Prefettizio
di Venerdì 9 febbraio avranno diritto ad accedere allo stadio“.
Bisogna togliere le mele marce dal calcio e i gruppi, di qualsiasi colore politico, atti ad offendere e rovinare il tifo, questo è assodato ed è quello che vuole
la stragrande maggioranza dei tifosi, poi però una volta assicurati i colpevoli alla giustizia (e che questa sia tale) non si possono punire anche gli appassionati
onesti che vogliono solo tifare per la loro squadra.
Più telecamere e più controlli benvengano, togliere le mele marce lo chiedono quasi tutti, poi basta con la maggioranza dei tifosi onesti e solo tifosi.
Se c’è un conto aperto con qualcuno non siamo più nel campo della giustizia e della legalità.
Colpire i colpevoli (se serve aumentare i mezzi tecnologici, certezza della pena) e fare meglio il proprio lavoro deve essere una priorità per le forze dell’ordine.

Udinese-Roma 0-2

TABELLINO UDINESE-ROMA

UDINESE (3-5-2): Bizzarri; Larsen, Danilo, Samir; Widmer, Fofana, Behrami (dal 61′ Jankto), Barak, Ali Adnan (dal 78′ Balic); De Paul, Perica (dal 76′ Maxi Lopez)
A disposizione: Scuffet, Borsellini, Nuytinck, Angella, Pezzella, Zampano, Ingelsson
Allenatore: Oddo
ROMA (4-2-3-1)
: Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Juan Jesus; De Rossi (dal 74′ Strootman), Pellegrini; Under (dall’86’ Defrel), Nainggolan, El Shaarawy (dal 69′ Perotti); Dzeko
A disposizione: Skorupski, Lobont, Capradossi, Peres, Kolarov, Gerson, Strootman, Schick
Allenatore: Di Francesco.
Arbitro: Damato
Assistenti: Preti-Ranghetti
IV Ufficiale: Cariolato
Var: Irrati
Avar: Di Paolo
Marcatori: 70′ Under, 91′ Perotti
Ammoniti: 49′ Larsen, 62′ Perica, 87′ Jankto, 76′ Dzeko
Recuperi: 1′ p.t., 4′ s.t.

RISULTATI

 UDINESE-ROMA  0-2
 CHIEVO-CAGLIARI  2-1
 GENOA-INTER  2-0
 TORINO-JUVENTUS  0-1
 BENEVENTO-CROTONE  3-2
 BOLOGNA-SASSUOLO  2-1
 NAPOLI-SPAL  1-0
 ATALANTA-FIORENTINA  1-1
 MILAN-SAMPDORIA  1-0
 LAZIO-VERONA  2-0

CLASSIFICA SERIE A

  NAPOLI  66
  JUVENTUS  65
  ROMA  50
  LAZIO  49
  INTER  48
  SAMPDORIA  41
  MILAN  41
  ATALANTA  38
  TORINO  36
  UDINESE  33
  FIORENTINA  32
  GENOA  30
  BOLOGNA  30
  CAGLIARI  25
  CHIEVO  25
  SASSUOLO  23
  CROTONE  21
  SPAL  17
  VERONA  16
  BENEVENTO  10

 

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts