Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Roma-Benevento 5-2

Campionato di calcio serie A
Stagione 2017-2018
Quinta giornata del girone di ritorno
Ventiquattresima giornata
Sabato 10 febbraio 2018
Roma: Stadio Olimpico ore 20,45
Roma-Benevento 5-2

Under festeggiato

UNDER PORTA LA VITTORIA ALLA ROMA
I GIALLOROSSI SCAVALCANO LA LAZIO

Dopo aver sofferto nel primo tempo la Roma esce alla distanza nella ripresa presa per mano da Under che realizza prima l’assist del vantaggio a Dzeko e poi
firma due reti molto belle e importanti.
Su rigore nell’ultimo minuto arriva anche la rete di Defrel, la prima con la maglia della Roma.

INIZIO SCHOCK

Tante assenze e panchina corta con molti primavera per Eusebio Di Francesco, che deve fare a meno di Nainggolan e Pellegrini entrambi squalificati dopo la gara di Verona.
Recuperato a centrocampo Perotti, solo in panchina De Rossi. Nel Benevento panchina per Billong mentre De Zerbi manda in campo i nuovi acquisti Sandro e Djuricic.
Si apre la partita e il Benevento, che ha operato molto nel calciomercato, mette in difficoltà la linea altissima della Roma con lanci a superare il centrocampo capitoilino
per portare a giocare uomo contro uomo, una cosa che ricorda molto il gioco di Zeman, con tutti gli annessi e connessi.
Come è non si sa ma a vedere bene il Benevento non sembra in questa fase iniziale la squadra ultima in classifica con soli sette punti, nove in meno da chi li precede.
Addirittura succede l’incredibile quando un tiro di Guilherme deviato da Manolas rimbalza in campo prende velocità e diventa imprendibile per Alisson.
E’ il vantaggio degli ospiti che con azioni ficcanti e senza mai buttare via palla mette paura ai padroni di casa.
La Roma, cui mancano uomini di centrocampo titolari tutti assenti per varie motivazioni,  inizia a creare occasioni per arrivare al pareggio.
La prima occasione arriva sulla testa di Dzeko che non angola tyroppo e Puggioni riesce a sventare.
El Sharawy cerca la conclusione sul primo palo ma Puggioni risponde presente.

Pareggio di Fazio di testa

Il pareggio arriva grazie a Fazio che su un calcio piazzato da sinistra da Kolarov di testa infila Puggioni che neppure tenta l’intervento.
Il pareggio non cancella la scarsa prova della Roma in un primo tempo dove è tutto appannato.
Le individualità della Roma sono superiori ma fin qui la differenza non si vede, i campani difendono bene, anche se attaccati si liberano bene della palla e ripartono nei
soliti spazi aperti, cogliendo in affanno fazio e Manolas che debbono rincorrere.
In avanti ancora Dzeko isolato che è servito poco e male e sopratutto non ha appoggio per giocare in area.
Mancano le conclusioni da fuori e sopratutto c’è troppa lentezza di esecuzione e di giro palla.
Tutto rispetto per l’avversario cui la Roma regala la grande soddisfazione di pareggiare un tempo.

Rete del vantaggio di Dzeko

Edin goal

UNDER PROTAGONISTA

Tutto quello di brutto che c’era da dire sulla Roma del primo tempo va corretto, anche se parzialmente, nella ripresa, dove un grande protagonista, il turco Under scrive un’altra
pagina del suo calcio alla turca.
Il fantasista che aveva risolto la gara contro il Verono, regalando i tre punti alla Roma, si è ripetuto in un secondo tempo difficile per i capitolini, contro un Benevento affamato di punti
che aveva ben figurato nella prima parte di gara.
Al 14′ Under innesta la marcia più alta delle sue possibilità e fà il vuoto sulla destra dello schieramento difensivo campano, per poi crossare perfettamente per la testa di Dzeko,
che in corsa batte di testa in maniera imparabile per Puggioni, portando per la prima volta in vantaggio la Roma in questa gara.

3-1 Assist di Perotti rete di Under

Alla mezz’ora ancora il calciatore turco protagonista seguendo l’azione che Perotti porta avanti sul fondo sulla sinistra, palla indietro e tocco difficile di sinistro in corsa di Under che insacca
imparabilmente sul primo palo difeso da Puggioni.

4-1 Doppietta di Under

A seguire, non contento di quanto fatto, il calciatore turco trova un sinistro a giro che s’infila, ancora imparabilmente, alla destra di Puggioni vanamente proteso in tuffo.
L’abbraccio dei compagni non manca e lui fa il cenno due, a significare la contentezza per aver messo a segno una doppietta importantissima, il terzo goal indue gare consecutive.
Come al solito la Roma si specchia nella goleada e gli ospiti ritornano subito al goal, con una bella azione partita a destra e finalizzata da uno dei migliori dei campani in campo Brignola.
A ristabilire i tre goal di vantaggio ci pensa nel recupero su rigore Defrel che batte Puggioni, spiazzandolo con un tiro alla destra del portiere a fin di palo, veramente imparabile.

Defrel primo goal in giallorosso

La Roma chiude bene una serata iniziata malissimo, una vittoria con cinque reti che ridà morale in attesa che la squadra si riassetti con i rientri di De Rossi a tempo pieno, di Pellegrini e Nainggolan stasera squalificati.
Ora la trasferta di Udine fà salire l’asticella della difficoltà per quanto riguarda il mantenere la posizione Champions in campionato, riconquistata questa sera ai danni della Lazio.
Udine sarà la prima di una serie di gare con difficoltà crescenti, compreso il ritorno della Champions league, dopo la pausa invernale.
Ben vengano i ritorni dall’infermeria come quello di Schick che ha giocato gli ultimi minuti dell’incontro.
Morale in rialzo anche per Dzeko che ha festeggiato poco la rete di stasera, ma che lo hareso di nuovo goaleador.
Il tempo e la chiusura dell’infermeria ci diranno la capacità di questa squadra di riprendersi il posto in Champions che resta un obiettivo da non fallire.

Nicolas Castro acquistato da Monchi

 

MONCHI PORTA CASTRO ALLA ROMA
DOPO SALAH NON FARE ERRORI CON ALISSON

Chiuso ormai il calciomercato, le trattative silenti sono sempre in primo piano. Una voce antipatica vuole il Manchester United intenzionato a mettere oltre
50 milioni di euro per aggiudicarsi le prestazioni del portiere romanista Alisson.
La speranza è che la Roma, se costretta a vendere, lo faccia con altri nomi e non con quelli in cui si può costruire il futuro. Dopo l’errore clamoroso di Salah,
che non andava assolutamente venduto perchè sono sotto gli occhi di tutti i momenti difficili dell’attacco romanista senza un apripista come il giocatore africano.
La Roma stenta a entrare nelle pretendenti a giocare la Champions la prossima stagione e se vediamo cosà fà Salah al Manchester ci si rende conto che questa politica nopn paga.
Così per Alisson su cui gettare le basi per i prossimi quindici-venti anni con un portiere (tipo Buffon) che a volte vale come un attaccante top player.
Suo il merito se la Roma, durante il periodo di crisi non è affondata completamente. Il mercato comunque continua a fari spenti e il direttore sportivo
Monchi piazza un colpo per il futuro e riesce a strappare al Boca Juniors (sembrava conclusa la trattativa) il giovane Nicolas Castro del Newell’s.
Il calciatore dovrebbe passare alla Roma nella prossima estate per 600mila euro. Il Ds Monchi ha superato l’offerta di 120mila del Boca.
La Roma però acquisisce soltanto il 70% del cartellino di Castro.
Il giocatore ha già esordito con la Selecciòn under 20 ed in patria è considerato un vero e proprio predestinato, si fanno infatti accostamenti a grandi campioni
del recente passato. Castro si è recato a Trigoria per allenarsi qualche giorno con la primavera.
Nicolas Castro si è messo in mostra nel campionato Federal B prima di passare al Newell’s. Le sue prestazioni dell’ultimo anno gli sono valse anche una chiamata
per uno stage dell’Under 20 dell’Argentina nell’estate 2017, quando Castro aveva ancora 16 anni.
Werlen il tecnico che lo ha avuto nelle giovanili, lo accosta a Riquelme o Ortega, cerca la giocata e ha una grande visione di gioco.

 

Goal di Under

TUTTI IN PIEDI IN TURCHIA PER UNDER

Il primo calciatore turco a segnare un gol con la maglia giallorossa nel massimo campionato italiano è stato Under dopo nemmeno un minuto nella gara del Bentegodi dove i giallorossi hanno sconfitto i padroni di casa del Verona.
La rete di Under è stato anche il goal partita e per questo assume maggiore significato, oltre a dare la vittoria alla Roma
che mancava da sette turni.
Osman Askin Bak, Ministro dello Sport della Turchia, ha voluto congratularsi col calciatore romanista:  “Congratulazioni, fratello. Adesso aspettiamo il resto”.
Pronta la risposta del calciatore, che ha ringraziato: “Grazie per il prezioso supporto“.

Totti protagonista Legends Cup 2018 in Russia

Una spettacolare rete del capitano

TOTTI IN CAMPO FA’ FAVILLE
PREMIATO IN RUSSIA

Ora dirigente della Roma, è stato uno dei protagonisti nella Legends Cup 2018 in Russia, grazie a lui  che ha dominato la scena con importanti e bei goal, e con le sue giocate strappa applausi, ha divertito i presenti e non solo.
Francesco Totti ha ricevuto un premio speciale “per il contributo allo sviluppo del calcio” che lo ha commosso.
Significativa anche la spinta emotiva dei cronisti televisivi e radiofonici russi che hanno esaltato le sue giocate, neppure fosse all’Olimpico.
Tra le battute più simpatiche Totti a roma si è detto più importante del papa. Il capitano ha poi dichiarato:” . L’addio al calcio mi ha distrutto, è stato molto difficile.
Il Mondiale il successo più bello. Spalletti? Gli auguro buona fortuna all’Inter”.

DIRITTI TV: LA LEGA ACCETTA OFFERTA MEDIA PRO

“L’Assemblea della Lega Serie A, riunitasi lunedi 5 febbraio per l’apertura della busta presentata per il Pacchetto Global dall’intermediario indipendente Mediapro,
ha verificato che l’offerta depositata, pari a 1.050.001.000 euro, è superiore al prezzo minimo richiesto dall’Invito ad Offrire e conseguentemente procederà alla comunicazione
all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, come previsto dall’Invito stesso ai fini dell’assegnazione dei diritti in oggetto“.
Sky prende posizione e contesta l’indipendenza di Mediapro gruppo spagnolo.

La rete iniziale del Benevento

TABELLINO ROMA-BENEVENTO

ROMA (4-2-3-1): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Gerson, Strootman; Under (37’ st De Rossi), Perotti (44’ st Schick), El Shaarawy (11’ st Defrel); Dzeko.
A disposizione: Skorupski, Lobont, Juan Jesus, Bouah, Marcucci, Riccardi, Defrel.
Allenatore: Di Francesco
BENEVENTO (4-3-3): Puggioni; Letizia (27’ st Sagna), Djimsiti, Costa, Venuti; Viola, Sandro, Djuricic (33’ st Del Pinto); Guilherme, Brignola, D’Alessandro (15’ st Lombardi).
A disposizione: Brignoli, Tosca, Billong, Sagna, Memushaj, Del Pinto, Parigini, Lombardi, Iemmello, Diabatè, Coda, Gyamfi.
Allenatore: De Zerbi
Arbitro: Manganiello
Assistenti: Del Giovane-Tasso
IV Ufficiale: Minelli
Var: Tagliavento
Avar: Di Vuolo
Marcatori: 7’ Guilherme, 26’ Fazio, 59′ Dzeko, 62’ Under, 75’ Under, 76’ Brignola, 92′ Defrel (rigore)
Ammoniti:
Angoli: 10-3 per la Roma.
Recupero: 2’ pt, 3’ st

CLASSIFICA SERIE A

  NAPOLI  63
  JUVENTUS  62
  INTER  48
  ROMA  47
  LAZIO  46
  SAMPDORIA  41
  MILAN  38
  ATALANTA  37
  TORINO  36
  UDINESE  33
  FIORENTINA  31
  BOLOGNA  27
  GENOA  27
  CAGLIARI  25
  SASSUOLO  23
  CHIEVO  22
  CROTONE  21
  SPAL  17
  VERONA  16
  BENEVENTO    7

RISULTATI

 FIORENTINA-JUVENTUS  0-2
 SPAL-MILAN  0-4
 CROTONE-ATALANTA  1-1
 NAPOLI-LAZIO  4-1
 SASSUOLO-CAGLIARI  0-0
 CHIEVO-GENOA  0-1
 SAMPDORIA-VERONA  2-0
 INTER-BOLOGNA  2-1
 TORINO-UDINESE  2-0
 ROMA-BENEVENTO  5-2

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts