Essentials

Meta

Pages

Categories

Champions league: Qarabag-Roma 1-2

uefa-champions-league

Champions league 2017-18
Seconda giornata di andata
Girone C
Mercoledi 27 settembre 2017 ore 18,00
Baku Olimpiya Stadionu
Qarabag-Roma 1-2

Vittoria in Champions

Vittoria in Champions

VITTORIA IN CHAMPIONS
ROMA STANCA

La roma torna a vincere in Champions league dopo sette anni, lo fà su un terreno insidioso, in uno stadio che spinge i padroni di casa.
Sono presenti anche un nugolo di tifosi romanisti arrivati da Roma e dalla Georgia, rimasti un po’ male per l’assenza di Totti che ha preferito festeggiare il suo 41^ compleanno in famiglia.
Una partenza razzo della Roma in uno stadio che imprime soggezione e paura agli avversari.

Manolas porta in vantaggio la Roma

Manolas porta in vantaggio la Roma

Manolas di testa porta subito in vantaggio i giallorossi che ammutoliscono i circa 60.000 tufosi azeri.
A mettere in sicurezza il risultato ci pensa Dzeko che in area, immarcabile, colpisce la sfera che batte sotto la traversa e s’infila in rete.

Dzeko raddoppia. Un cecchino

Dzeko raddoppia. Un cecchino

Sembra l’inizio della goleada invece i goal per i giallorossi finiscono qui, con gli avversari meno quotati tecnicamente, raddoppiano le forze conoscendo l’importanza della gara,
giocata difronte anche al presidente della Repubblica.
Un Gonalons in serata negativa, sbaglia molto e da un suo errore arriva la rete che fà esplodere l’Olimpya stadionu. A marcare la rete è Pedro Henrique che sfrutta le amnesie capitoline.

RIPRESA CHE LASCIA PERPLESSI

Ci si aspettava un ritorno dei padroni di casa, almeno ad inizio ripresa, la Roma inizia ad indietreggiare abbassando il baricentro della squadra.
Passano i minuti la partita non offre emozioni, le due squadre giocano sotto una pioggia incessante a tratti con scrosci molto forti, il campo regge bene ma è pesante e a farne
le spese sembrano essere i muscoli dei romani che sembrano meno oliati di quelli dei padroni di casa.
Seguita la serata no di Gonalons mentre anche Kolarov è abbastanza stanco, dopo ripetuti viaggi andata e ritorno suòlla fascia.
Di Francesco comprende le difficoltà e richiamo Gonalons immettendo De Rossi. Fuori con problemi muscolari Defrel che fanno il paio con quelli di Perotti.(problemi per la trasferta di Milano).
La conclusione finale di Florenzi parata centralmente è lo squillo migliore della Roma nella ripresa.
Nel finale per poco i padroni di casa, con un colpo di testa a fin di palo, sfiorano il pareggio con Ndlovu.
La Roma chiude l’incontro e i tre minuti di recupero facendo possesso palla e portando a casa la vittoria che vale tre punti.
Male per la differenza reti in un girone che è estremamente difficile. Bocca storta fra i tifosi che si aspettavano una vittoria più netta, ma anche le difficoltà incontrate in questa trasferta possono fornire un alibi che regge.
Se si leggono le statistiche Tiri in porta 1-10, tiri fuori 5-4, ci si rende conto come i padroni di casa abbiano segnato nell’unico tiro effettuato verso la porta capitolina.

TABELLINO

QARABAG (4-2-3-1): Sehic; Medvedev, Huseynov, Sadygov, Agolli; R. Almeida, Garayev; Henrique (31′ st Elyounoussi), Michel (43′ st Quintana), Madatov (36′ st Guerrier); Ndlovu
A disposizione: Kanibolotskyi, Amirguliyev, Rzezniczak, Diniyev
Allenatore: Gurbanov
ROMA (4-3-3): Alisson; Peres, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini (37′ st Strootman), Gonalons (22′ st De Rossi), Nainggolan; Defrel (12′ st Florenzi), Dzeko, El Shaarawy
A disposizione: Skorupski, Fazio, Gerson, Under.
Allenatore: Di Francesco
Arbitro: Dias (Portogallo)
Assistenti: Tavares-Soares
Addizionali d’area: Martins-Pinheiro
IV Ufficiale: Rodrigues
Marcatori: 7′ pt Manolas, 15′ Dzeko, 28′ Pedro Henrique
Ammoniti: Qarayev, Henrique, Gonalons
Recupero: 1′ pt, 3′ st.
Spettatori 60.000 circa
Tiri in porta 1-10, tiri fuori 5-4, angoli 4-9

TUTTO ESAURITO PER LA ROMA

Arriva il tanto atteso debutto casalingo del Qarabag in Champions, dopo la prima disastrosa disfatta contro il Chelsea (6-0).
Si gioca per la prima volta nello stadio della Nazionale, perché a Baku, è come se giocasse l’Azerbaigian.
La città che conta tre milioni e mezzo di abitanti, in occasione di questo incontro completerà lo stadio che ha una capienza di 69.823 spettatori.
Per motivi di sicurezza sono stati messi in vendita 60 mila biglietti, 9823 in meno della capienza totale.
I controlli sono rigidissimi e tutti i mezzi di locomozione sono controllati dai militari, non esulano dai controlli neppure i mezzi della AS Roma, adf esempio la conferenza pre-gara ha avuto un ritardo di trento minuti per questi motivi.

MANOLAS FINO AL 2022

Continuano le operazioni intorno al difensore centrale Manolas che vedrà rinnovato il contratto con la Roma fino al 2022.
Manolas guadagnerà 3 milioni, con una clausola rescissoria di circa 30 posta a una tutela per lui e per la società, che lo ha pagato 13 milioni (più 2 di bonus) nel 2014.

DI FRANCESCO:IL GOAL GLI HA DATO FIDUCIA

uefayouthleague

MEGLIO LA PRIMAVERA 0-3

“Abbiamo preso questo gol che gli ha dato fiducia. Noi non siamo riusciti a fare il nostro gioco. Non era facile vincere, ma lo abbiamo fatto e questo è l’importante.
Anche le grandi squadre soffrono. Bisogna soffrire insieme, è una qualità.
Non era facile anche se tutti lo hanno pensato.
Forse abbiamo pensato anche un po’ a domenica al Milan.

Nella seconda giornata del Gruppo C della fase a gironi di Youth League: la Roma batte in trasferta il Qarabag.
I giallorossi, reduci dalla vittoria sulla Juventus a Torino, sconfiggono 3-0 gli azeri, grazie alla doppietta di Celar e al gol di Antonucci.
La Roma si porta dunque a 3 punti in classifica, mentre il Qarabag resto ultimo in classifica a 0 punti.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

QARABAG (4-2-3-1): Huseynov M.; Hasanov, Stoimenovski, Asadov, Huseynov A.; Rustamov, Mehdiyev (53′ Ibrahimov); Miovski  (43′ Aliyev F.), Aliyev A. (76′ Rzayev), Farzaliev; Aliyev I.
A disp.: Rahimli (GK), Aghazada, Ibrahimov, Humbatzada, Aliyev F., Huseinov, Rzayev.
All.: Sadıqov.

AS ROMA (4-3-3): Romagnoli; Meadows, Ciavattini (C), Cargnelutti, Truşescu; Riccardi, Marcucci (74′ Pezzella), Valeau; Cappa, Celar, Antonucci (81′ Besuijen).
A disp.: Pagliarini (GK), Kastrati, Bouah, Pezzella, Besuijen, Masangu, Petrungaro.
All.: De Rossi.

Arbitro: Fesnic (Romania)
Assistenti: Cerei, Marica
IV Uomo: Mammadov

 

 

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts