Essentials

Meta

Pages

Categories

Champions league: Roma-Atletico Madrid 0-0

uefa-champions-league

Champions league 2017-18
Prima giornata di andata
Girone C
Martedi 12 settembre 2017
Stadio olimpico ore 201,45
ROMA-ATLETICO MADRID 0-0

il-rigore-reclamato-dalla-roma

SORTEGGIO POCO FORTUNATO AVVERSARI TOSTI

La Roma ritorna nella massima competizione continentale, dopo aver disputatol’Europa league la scorsa stagione,  ed è la terza partecipazione in quattro anni nel massimo torneo continentale,
escludendo la sfortunata avventura dell’anno scorso terminata già ai preliminari.
Sarà il quarto anno consecutivo in cui i capitolini disputeranno una coppa continentale tra Champions ed Europa League.
Il sorteggio non è stato benevolo con i giallorossi.
Quest’anno la Roma farà parte del girone C, con avversari Atletico Madrid,Chelsea e Qarabag.
La partita vede inizialmente in avanti gli uomini di Simeone che mantengono il possesso del pallone. La Roma risponde bene con qualche pregio individuale come con Bruno Peres che si concede un paio di preziosismi applauditi dal pubblico.
Quando la Roma spinge trova un’ottima difesa sempre pronta a chiudere specialmente gli spazi aerei.
Al 33′ gli ospiti gridano al goal. Koke da pochi passi calcia a colpo sicuro ma Manolas con il corpo riesce a salvare sulla linea con grande scelta di tempo e sulla serie di rimpalli che seguono Griezmann riesce a concludere verso la rete ma Allison c’è e respinge la palla goal.
In precedenza la Roma aveva reclamato un calcio di rigore per un fallo in area di gore ma l’arbitro non ha visto.
Sui piedi di Dzeko e Strootmann si spengono le occasioni per i giallorossi di segnare mentre Oblak è bravissimo a parare una conclusione di Nainggolan a botta sicura dalla distanza su schema da calcio di punizione.
E’ l’unico 0-0 al termine di tutti i primi tempi in Champions.
Arriva infine lìolè giallorosso nel finale per il goal di Messi alla Juventus.

manolas-salva-sulla-riga

“TUTTE LE GRANDI SQUADRE HANNO GRANDI PORTIERI
E NOI CE LO TENIAMO STRETTO”

Le parole di Di Francesco esaltano le qualità del portiere Allison che in almeno tre-quattro occasioni ha permesso ai giallorossi di guadagnare un punto in Champions league, in un girone,
che come si è visto stasera all’Olimpico, è durissimo.
L’Atletico nella ripresa ha martellato sulla tre-quarti capitolina dove la Roma, apparsa meno in condizione degli avversari, ha dimostrato meno qualità e molti errori.
La sottolineazione di Di Francesco che mette in evidenza i calciatori che erano con lui a Pinzolo e non in tournee negli Usa.
Ora ci si attende la crescita della squadra che sarà rinforzata dai campioni usciti finalmente dall’infermeria.

allison-sugli-scudi
I migliori dei giallorossi occupano ruoli importanti e determinanti nel reparto arretrato, così come Manolas e sopratutto Allison una spanna sopra i compagni.
Sfortuna e fortuna infine si sono rincorse in questo incontro dove due legni hanno salvato la porta capitolina mentre per i giallorossi un altro importante errore arbitrale che non ha fischiato un evidente rigore
alla Roma, il secondo in due gare (il primo contro l’Inter) sempre nella stessa area di rigore e quasi nello stesso punto.
Dubbi forti anche sull’atterramento di Perotti che scappato a Juanfran, va giù in area di rigore, anche qui il penalty non avrebbe fatto gridare allo scandalo.
Un pareggio alla fine, senza goal subiti in casa non è da gettare via, per la classifica e il morale della squadra.

allison-chiude-la-porta

DI FRANCESCO: C’ERA UN RIGORE PER NOI

“Nel primo tempo abbiamo lavorato bene sotto tutti i punti di vista, poi siamo calati. Sono contento perché abbiamo saputo soffrire.
Faccio l’allenatore e quando vedo cerco di rimediare, oggi risultato positivo per le difficoltà che abbiamo visto nella parte centrale della gara quando sembrava che potessimo prendere gol da un momento all’altro
Nel primo tempo è stata una bella partita, e c’era anche un rigore per noi.
Chiaro che se non chiudi le partite poi si soffre. Ma ho visto un ottimo calcio, di personalità. E’ normale che dobbiamo migliorare la condizione fisica, però quando ha il predominio devi buttarla dentro.
Il loro calcio nasce anche dalla cultura delle seconde squadre. Il loro predominio non è casuale. A me piace, anche io voglio cercare prima di costruire e poi di distruggere, sono da prendere ad esempio.
Ho pensato un po’ meno all’esordio, anche se ero emozionato. Oggi era importante non perdere, anche se ai ragazzi non l’ho detto. Lo ritengo un risultato molto positivo, abbiamo sofferto ma saper soffrire fa parte della crescita di una squadra.
E’ un aspetto positivo dal punto di vista del collettivo nella ripresa siamo calati anche nel palleggio e nel fatto di tenere palla con meno qualità. Sono stato costretto a cambiare sistema perché non riuscivamo a tenere alle folate e abbiamo trovato equilibrio
Quando si cerca di dare una mentalità senza buttare la palla, a volte abbiamo rischiato troppo dando fiducia agli avversari.
E’ importante non sbagliare. Oggi Alisson è stato determinante, le grandi squadra hanno anche grandi portieri e noi ce lo teniamo stretto, dobbiamo lavorare ancora di più.
Abbiamo avuto la difficoltà di andare in tournée, chi ha retto sono quelli che sono stati al ritiro per me. Non è detto che sia negativo non essere al meglio in questo momento.
Mi hanno detto che avevano le gambe pesanti, cercheremo di migliorare questa condizione fisica che oggi è stata determinante”.

 TABELLINO

ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Nainggolan (dal 35′ s.t. Pellegrini), De Rossi, Strootman; Defrel (dal 23′ s.t. Fazio), Dzeko (dal 44′ s.t. El Shaarawy), Perotti
A disposizione: Skorupski, Florenzi, Gonalons, Under
All. Di Francesco.
ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis; Saul, Gabi (dal 17′ s.t. Carrasco), Thomas, Koke; Griezmann (dal 34′ s.t. Gaitan), Vietto (dal 13′ s.t. Correa)
A disposizione: Moyà, Lucas Hernandez, Gimenez, Torres
All. Simeone
Arbitro: Mazic (Serbia)
Assistenti: Ristić, Djurdjević
Addizionali: Djokić, Grujić
IV uomo: Petrović
Ammonito Perotti
Spettatori: 40.000 circa

RISULTATI GIRONE C

Chelsea – FK Qarabag    6-0
Roma-Atletico Madrid  0-0

CLASSIFICA GIRONE C

CHELSEA         3
ROMA               1
ATLETICO M. 1
QARABAG       0

uefayouthleague

SCONFITTA LA ROMA PRIMAVERA

Perde 1-2 la squadra di Alberto De Rossi nell’esordio a Trigoria contro l’Atletico Madrid.
La differenza la fanno de due reti degli spagnoli in due minuti realizzate nel secondo tempo.

TABELLINO

AS ROMA – ATLETICO MADRID  1-2

AS ROMA (4-3-3): 1 Romagnoli; 14 Bouah, 5 Ciavattini, 4 Cargnelutti, 17 Semeraro (70′ Riccardi); 6 Marcucci, 7 Meadows (55′ Masangu), 8 Valeau; 10 Antonucci, 9 Celar, 11 Cappa (55′ Besuijen)
A disposizione: 23 Pagliarini, 2 Kastrati, 3 Truşescu, 19 Ganea.
Allenatore: Alberto De Rossi.
Indisponibili: Luca Pellegrini, Keba Coly
CLUB ATLÉTICO DE MADRID (4-2-3-1): 1 Dos Santos; 2 Isaac, 5 Aliaga, 4 Punal, 3 Montero; 6 Carro, 8 Toni Moya; 7 Agüero (61′ Salido), 10 Clemente, 11 Ferni (58′ Muñoz), Giovanni Navarro (74′ Ferreras Garcia)
A disposizione: 13 Sanz Paredes, 12 Viaña Campuzano, 17 Andy,19 Riquelme.
Allenatore: Cano Martin
Arbitro: Rade Obrenovic dalla Slovenia
Assistenti: Grega Kordez e Tomislav Pospeh
Marcatori: 67′ Salido (ATL), 69′ Navarro (ATL), 77′ Masangu (ASR)

 

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts