Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Atalanta-Roma 0-1

Campionato di calcio serie A
Stagione 2017-2018
Prima giornata gare di andata
Domenica 20 agosto 2017
Bergamo Stadio Atleti azzurri d’Italia ore 18,00
ATALANTA-ROMA 0-1

la-rete-di-kolarov

la-rete-di-kolarov

LA ROMA BATTE L’ATALANTA E IL CALDO

 KOLAROV PORTA IN VANTAGGIO LA ROMA

C’era attesa per questa gara di campionato, l’esordio nel torneo 2017-18 per Atalanta e Roma.
I bergamaschi per confermare quanto di bello hanno fatto vedere la scorsa stagione i giallorossi con un pre-campionato tra luci ed ombre, soprattutto bruciante la sconfitta a Vigo per 4-1.
La partita inizia a ritmi alti, imposti dai padroni di casa ma i giallorossi non si lasciano spaventare e ribattono colpo su colpo.
Squadre corte e spazi difficili da trovare, ne fanno spesa gli attaccanti capitolini che non trovano varchi.

Defrel-colpisce-lesterno-della-rete

Defrel-colpisce-lesterno-della-rete

A detra il Papu Gomez trova pochi spunti e Bruno Peres è aiutato a volte anche da Manolas che tampona il giocatore più veloce dei padroni di casa.

kolarov-prepara-la-punizione

kolarov-prepara-la-punizione

kolarov-porta-la-roma-in-vantaggio

kolarov-porta-la-roma-in-vantaggio

L’equilibrio si rompe grazie ad un calcio di punizione che Kolòarov batte con grande astuzia.
La foltissima  barriera atalantina si alza all’unisono e l’ex del Manchester city di giustezza infila l’angolo alla sinistra del portiere sotto la curva degli ultrà nerazzurri.
Qualche occasione anche per i padroni di casa ma Juan Jesus e compagni si difendono bene. Fà gran caldo e figuriamoci in campo con i giocatori che dopo scatti ripetuti debbono riprendere fiato.

Primi abbracci giallorossi per Kolarov

Primi abbracci giallorossi per Kolarov

DIMEZZATE LE FORZE LA ROMA VINCE A BERGAMO

La ripresa inizia subito a ritmi bassi, sono solo un ricordo gli scatti del primo tempo, sia da una parte che dall’altra si sente il forte caldo che blocca i movimenti, la voglia c’è ma le gambe non vanno.
La prima parte del secondo tempo i giallorossi controllano bene a centrocampo ma in avanti non pungono.
Dzeko è il faro da cercare ma con il passare dei minuti si spegne.
Da parte atalantina iniziano a piovere cross importanti e dopo l’ingresso di Ilicic aumenta la qualità tra i padroni di casa.
Entra El Sharawy a rilevare un discreto Perotti, poi si fà male un attento Bruno Peres. Fazio lo rileva. Propabilmente uno stiramento all’inguine.
La Roma regge bene l’urto atalantino e in una sola occasione rischia grosso quando Ilicic colpisce il palo a meno di un metro dalla linea di porta.
Poi nonostante i cinque minuti di recupero la squadra di Di francesco tiene bene il campo e seppur stanchissima esce vittoriosa, una vittoria che mancava da cinque turni qui agli atleti azzurri d’Italia.

palo-di-kalinic

palo-di-kalinic

DIFESA SOTTO OSSERVAZIONE

Seppure con deficenze di mercato evidenti la Roma vince la sua partita, la più difficile del lotto delle pretendenti allo scudetto, l’Atalanta se ha evidenziato i limiti giallorossi ha anche messo in evidenza il carattere della squadra, imposto ai giocatori dal neo tecnico Di Francesco.
Anche Kolarov a fine partita evidenzia il fatto che tutti sperano che arrivino giocatori nuovi e importanti.
Proprio Kolarov è stato il migliore in campo e non solo, per la rete realizzata, ma per la sicurezza che ha dato al reparto chiudenzo la fascia di competenza agli avversari.
Centrocampo ancora in rodaggio anche se col tempo può migliorare.
In avanti si è visto poco, l’estremo difensore atalantino non ha effettuato grandi interventi e sono mancate le conclusioni al di là del bel goal di Kolarov che regala i primi tre punti alla Roma

totti-baldissoni-e-monchi-in-tribuna

TOTTI IN TRIBUNA

Francesco Totti siede in tribuna insieme a Monchi e assiste alla gara dei suoi con manifesto interesse.
Per il giocatore dei record è la prima uscita da dirigente e non poteva mancare all’esordio della sua Roma, anche senza scarpini.

DI FRANCESCO VITTORIA SPORCA
CON SOFFERENZA

“Gli ultimi 15 minuti abbiamo sofferto, dovevamo gestire meglio la punizione finale, con esperienza in più avemmo potuto farlo in modo diverso. La capacità di soffrire, la determinazione li ho visti, dal punto di vista del gioco dobbiamo fare meglio
Ho sentito parlare di una squadra vuota, oggi ha messo in campo carattere.
Abbiamo sofferto negli ultimi 20 minuti, siamo ripartiti 3-4 volte in modo ottimo non sfruttando. Poi abbiamo fatto troppi errori di disimpegno dal basso con concetti non giusti.
Abbiamo sbagliato troppo in zona centrale, ma realmente l’Atalanta non è mai stata pericolosissima tranne sul palo.
L’idea di gioco deve essere ancora assimilata, quando queste vittorie le fanno le grandi si definiscono sporche.
Oggi siamo andati in campo sapendo di poter fare molto meglio dal punto di vista del gioco. Nella sofferenza non ci siamo mai disuniti, ho visto Nainggolan rincorrere, è motivo di grande soddisfazione, ora gioca di più per la squadra,
è un aspetto determinante a lunga gittata, oggi era importante vincere.
Abbiamo subito tante critiche, la risposta che volevo è che la squadra desse il massimo restando corta.
È ovvio che mi piace vedere giocare la squadra in altro modo. Sono partite così, contro una squadra che fisicamente ci era superiore.
Si è parlato solo della figuraccia di Vigo, mentalmente i ragazzi volevano fornire una prestazione differente. Abbiamo sbagliato troppo a livello di palleggio, ma determinati atteggiamenti mi sono piaciuti.
Dobbiamo fare meno errori, buttare meno palloni via, la squadra ha le capacità per farlo, io lo voglio rischiando anche qualcosina. Siamo stati contratti all’inizio”.

FINALMENTE LA VAR

Fà il suo esordio, finalmente, la VAR, uno strumento tecnologico che se fosse stato adottato prima avrebbe dato risultati diversi da quelli certificati dagli arbitri.
La VAR esordisce allo Juventus stadium e regala un rigore non visto al Cagliari che lo sciupa banalmente. Il rigore non era stato assegnato.
A bergamo in Atalanta-Roma non è servita la “moviola in campo” anche se Toloi, già ammonito doveva essere espulso, ma questo alla VAR non è richiesto.
Comunque in area ci sarà più precisione e sopratutto giustizia.

TABELLINO

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, Cristante (dal 30′ s.t. De Roon), Freuler, Gosens; Kurtic (dal 25′ s.t. Ilicic); Petagna (dal 13′ s.t. Cornelius), Gomez
A disposizione: Rossi, Gollini, Caldara, Mancini, Castagne, Haas, Schmidt, Orsolini, Vido
All. Gasperini.
ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres (dal 36′ s.t. Fazio), Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Strootman, De Rossi, Nainggolan; Perotti (dal 40′ s.t. Pellegrini), Dzeko, Defrel (dal 29′ s.t. El Shaarawy)
A disposizione: Lobont, Skorupski, Moreno, Nura, Gerson, Gonalons, Under, Tumminello
All. Di Francesco.
Arbitro: Giacomelli di Trieste
Assistenti: Peretti-Alassio
VAR: Pinzani; Banti e Abbattista
Marcatori: Kolarov al 31′ p.t.
Spettatori 19.108,
Incasso 289.361 euro
Ammoniti: Defrel, Nainggolan, Toloi,
Angoli:4-2
Recupero: 0′ p.t., 5′ s.t..

 

RISULTATI

 JUVENTUS-CAGLIARI  3-0
 VERONA-NAPOLI  1-3
 ATALANTA-ROMA  0-1
 BOLOGNA-TORINO  1-1
 CROTONE-MILAN  0-3
 INTER-FIORENTINA  3-0
 LAZIO-SPAL  0-0
 SAMPDORIA-BENEVENTO  2-1
 SASSUOLO-GENOA  0-0
 UDINESE-CHIEVO VERONA  1-2

  CLASSIFICA SERIE A

 JUVENTUS  3
 NAPOLI  3
 ROMA  3
 INTER  3
 MILAN  3
 SAMPDORIA  3
 CHIEVO  3
 BOLOGNA  1
 TORINO  1
 SASSUOLO  1
 GENOA  1
 LAZIO  1
 SPAL  1
 UDINESE  0
 BENEVENTO  0
 CROTONE  0
 FIORENTINA  0
 ATALANTA  0
 VERONA  0
 CAGLIARI  0

 

 

 

 

 

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts