Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Genoa-Roma 0-1

Diciannovesima giornata del campionato di calcio serie A
Domenica 8 gennaio 2017 ore 15,00
Genova: Stadio Marassi
Genoa-Roma 0-1

Genoa-Roma 0-1

Genoa-Roma 0-1

L'autogoal vincente AL 36'

L’autogoal vincente AL 36′

SI APRE IL 2017 COL BOTTO
VITTORIA IMPORTANTISSIMA A MARASSI

Nel 2016 la Roma aveva sofferto e non poco in trasferta per poi trovare il fortino dell’Olimpico pronto a spingere i giallorossi sempre in alto.
Ebbene l’inizio del 2017  dice cose assai importanti per la Roma: vincere su un terreno difficicilissimo (la Juventus qui ha lasciato i tre punti),  subire solo un’azione pericolosa in 90′ e imporre il proprio gioco per tutta la gara, cose che sono mancate in precedenza. (come ha rilevato anche De Rossi che ammonito salterà la trasferta di Udine.)

Abbraccio a Peres che ha fatto il tiro vincente

DIFESA PERFETTA

Seppur pesante l’assenza di Manolas, la Roma ha ormai trovato in Fazio una pedina insostituibile, dominatore nel gioco aereo oggi è stato bravo anche negli anticipi, alla fine tra i migliori in campo insieme a Strootmann che ha giocato una delle sue migliori partite da quando è rientrato. Fazio ha stabilito il record di 22 respinte in questa gara.
Insomma una Roma, ancora una volta ridisegnata da un grande pittore, quello Spalletti che inizia a dipingere con armonia e le sue pennellate vanno a riempire il terreno di gioco.
“La squadra è antrata cazzutissima e la Roma li ha messo sotto sulle seconde palle, nei rimbalzi, nel contrasto aereo, con Emerson ai livelli di un grande giocatore come lui.” queste le parole del tecnico di Certaldo che fanno capire come in effetti in campo a Genoa vi è stata solo una squadra.
Un assioma quindi importante unito e coeso, nel finale si è visto Dzeko generosissimo tornare a riprendersi palla sulla tre-quarti. Si può quindi scrivere che il Genoa a Marassi oggi lo ha fatto la Roma.

Nainggolan tira alto

IL SOLITO RIZZOLI

Brutta prestazione di Rizzoli e Rocchi al Marassi, sopratutto deficitari, come spesso accade, nei confronti della Roma. Un arbitro sopravvalutato che ha avuto incertezze palesi come sul rigore su Fazio negato e le ammonizioni di De Rossi e Rudiger entrami sotto diffida.
Vale la pena sottolinearlo quando siamo a parlare di una vittoria per alcuni versi minata.

DE ROSSI: RIENTRERANNO GLI ALTRI

“Questa era una delle trasferte più difficili, continueranno a perdere punti in tanti, il Genoa è forte, è fastidioso, non lascia giocare a calcio l’avversario. Vincere qui, meritatamente, era qualcosa di molto difficile.
Siamo tutti più attenti alla fase difensiva, non è bello parlare dei singoli ma quando riacquisti Rüdiger hai centimetri che in questo campionato sono molto importanti, rientrerà Vermaelen,
Alessandro e non ho citato Mario Rui. È una squadra che ha sbagliato partite ma ha avuto anche infortuni, è una cosa che ti segnaTra di noi si parla, si fanno le tabelle, se fossero rispettate avremmo vinto 15-16 scudetti
La valutavamo come una partita difficilissima, delicata, qui in tanti hanno perso punti, vincere così in maniera bella, grintosa, unita sarà importante L’ammonizione?
Neanche avevo iniziato a protestare, sono il Capitano e il ruolo lo prevede. Ho visto questo calcione e pensavo fosse rigore, non avevo neanche aperto bocca e già il cartellino era uscito.
Per tanti anni sono stato un giocatore complicato da gestire, ora sono migliorato ma raccolgo i frutti del passato, ho preso 5 ammonizioni in un girone che ci possono stare, ma se ci ripenso ne ho presa una uguale con la Sampdoria, a Torino
lasciamo stare. Le ho prese strane, ne ho evitate altre: su quell’intervento in area sono stato bravo, sennò apriti cielo”.

TABELLINO

GENOA (3-4-3): Perin (Lamanna dal 9′ pt); Izzo, Burdisso, Muñoz; Lazovic (Pinilla dal 32′ st), Rigoni, Cofie, Laxalt; Ninkovic (Edenilson dal 17′ st), Simeone, Ocampos.
A disposizione: Zima, Gentiletti, Biraschi, Fiamozzi, Quaini, Orban, Beghetto, Morosini, Pandev
All. Juric
ROMA (3-4-1-2): Szczesny; Rüdiger, Fazio, Jesus; Bruno Peres (Manolas dal 40′ st), De Rossi, Strootman, Emerson Palmieri; Nainggolan (Paredes dal 43′ st), Dzeko, Perotti (El Shaarawy dal 33′ st)
A disposizione: Alisson, Lobont, Mario Rui, Seck, Gerson, Tumminello, Totti
All. Spalletti.
Marcatore: autorete di Izzo al 36′
Arbitro: Rizzoli
Assistenti: Passeri-Tegoni
IV Ufficiale:Tasso
Addizionali d’area:Rocchi, Celi
Ammoniti Cofie , Rudiger, De Rossi, Strootman, Ocampos, Fazio.

LA ROMA SALUTA ITURBE E I.FALQUE GRANATA

Dopo che Spalletti le aveva tentate tutte per ridare speranze aIturbe si alza la bandiera bianca della resa. Iturbe e la Roma matrimonio finito. Anche Iago Falque lascia i giallorossi come recita il comunicato stampa della società:
L’AS Roma rende noto di aver sottoscritto con il Torino FC il contratto per la cessione a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2017, dei diritti alle prestazioni sportive di Juan Manuel Iturbe.
Il contratto prevede il diritto di opzione, in favore del Torino, per l’acquisizione dei diritti a titolo definitivo.
Iturbe, arrivato alla Roma nell’estate del 2014, ha collezionato 68 presenze e 5 reti in giallorosso.
Contestualmente, l’AS Roma ha perfezionato con il club granata la cessione a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive di Iago Falque.
Il calciatore spagnolo, arrivato nella Capitale dal Genoa nell’estate del 2015, ha raccolto 27 presenze con la maglia della Roma segnando tre gol, due in Serie A e uno in Champions League,
per poi passare in prestito al Torino all’inizio della stagione in corso.
L’AS Roma augura le migliori fortune ai due calciatori.

JAMES PALLOTTA: L’OLIMPICO CON LE BARRIERE E’ FRUSTRANTE

Il presidente della AS Roma, James Pallotta,  ha rilasciato nuove dichiarazioni al sito della società giallorossa, sull’argomento delle barriere in Curva Sud.
Queste le sue articolazioni sull’argomento tifosi e stadio: “Senza tifosi, non esiste la squadra. Ho sempre pensato in maniera inclusiva e ho sempre trascorso molto tempo a portare avanti opere di beneficenza negli Stati Uniti attraverso programmi dedicati ai bambini, come stiamo facendo qui con Roma Cares.
Le reazioni e le emozioni dei bambini ti riportano a delle atmosfere simili a quelle del Natale.
Avere la possibilità chiedere, in qualità di proprietario, a a Francesco e Daniele è possibile far pranzare questo bambino assieme a voi?’ e sentire che rispondono ‘sì, certamente’, è una cosa impagabile.
E quando vedi quel bambino mangiare, contento, perché sta vivendo il momento migliore della sua vita pensi che alla fine è questo il nostro obiettivo.
Stiamo semplicemente cercando di coinvolgere il più possibile i nostri tifosi e vedere che le barriere sono ancora lì è frustrante. Ma speriamo di poterle rimuovere al più presto.
Chi mi conosce sa che il nostro Club mette il tifoso al centro di tutto. Vogliamo sapere quello che pensano i nostri sostenitori e per questo motivo abbiamo costruito un sito web che consenta il crowdsourcing e la produzione di contenuti da parte dei tifosi stessi.
Inoltre, lanciamo una serie di chat sia su Facebook sia su Twitter e, anzi, credo dovremmo farlo di più.
Quando abbiamo deciso di aggiungere una nuova lingua al nostro sito ufficiale, poi, l’abbiamo fatta scegliere ai tifosi.
Siamo appena all’inizio di quello che vogliamo effettivamente costruire e di quello che vogliamo fare assieme ai nostri tifosi.
Passiamo molto tempo a studiare una serie di programmi che si riveleranno molto interessanti per gli appassionati giallorossi. Per noi questi sono tutti dettagli molto importanti“.

COPPA ITALIA PRIMAVERAROMA-INTER 1-0

DECIDE TUMMINELLO

Nella gara di andata disputatasi al tre fontane all’Eur la Roma si è imposta per 1-0

TABELLINO

ROMA: Crisanto; De Santis, Pellegrini, Grossi, Marchizza; Bordin, Frattesi, Spinozzi; Tumminello, Keba (77′ Anocic), Soleri.
A disp.: Romagnoli, Ciavattini, Ciofi, Petruccelli, Cappa, Franchi, Perfection, Antonucci, Diallo, Valeau, Greco.
All.: De Rossi
INTER: Di Gregorio; Mattioli, Gravillon, Vanheusden, Miangue; Awua (46′ Rivas), Carraro, Zonta; Emmers, Bakayoko, Pinamonti.
A disp.: Dekic, Zappa, Nolan, Lombardoni, Cagnano, Danso, Piscopo, Bollini, Mangano, Belkheir, Souare.
All.: Vecchi
Arbitro: Proietti di Terni.
Assistenti: Capaldo e D’Alberto
Marcatore: 37′ Tumminello

 RISULTATI

EMPOLI-PALERMO  1-0
 NAPOLI-SAMPDORIA  2-1
 UDINESE-INTER  1-2
 SASSUOLO-TORINO  0-0
 PESCARA-FIORENTINA  RINV
 LAZIO-CROTONE  1-0
 CHIEVO-ATALANTA  1-4
 GENOA-ROMA  0-1
 MILAN-CAGLIARI  1-0
 JUVENTUS-BOLOGNA  3-0

  CLASSIFICA SERIE A

JUVENTUS  45
 ROMA  41
 NAPOLI  38
 LAZIO  37
 MILAN  36
 ATALANTA  35
 INTER  33
 TORINO  28
 FIORENTINA  27
 UDINESE  25
 CHIEVO  25
 GENOA  23
 SAMPDORIA  23
 CAGLIARI  23
 BOLOGNA  20
 SASSUOLO  17
 EMPOLI  17
 PALERMO  10
 CROTONE  9
 PESCARA  9

Juventus, Crotone, Fiorentina, Pescara una gara in meno

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts