Essentials

Meta

Pages

Categories

CHAMPIONS LEAGUE PRELIMINARI: ROMA-PORTO 0-3

Champions league 2016-2017
Preliminari gara di ritorno
Roma: martedi 23 agosto 2016
Stadio Olimpico ore 20,45
ROMA-PORTO 0-3

Schermata 2016-08-23 alle 23.57.59

Fallo di De Rossi

Fallo di De Rossi

LA ROMA LASCIA LA CHAMPIONS ENTRA IN EUROPA LEAGUE

DOCCIA GELATA E DOCCIA FREDDA

La gara di ritorno è decisiva per chi approderà ai gironi dii Champiomns league. In ballo non solo la manifestazione sportiva ma un entrata importante per le casse societarie valutata intorno ai 30 milioni di euro.
Si comprende come il passaggio del turno sia da considerarsi fondamentale per una Roma che potrebbe sferrare altri colpi importanti sul mercato prima della chiusura.
A proposito di mercato vi è stata una proposta del Milan per Paredes ma la società rispetta il volere di Spalletti e rimuncia ad una cospicua entrata trattenendo un pezzo di sicuro valore. Anche Sadik sembra interessare vari club, specialmente dopo i continui exploit con la maglia della Nazionale Nigeriana alle Olimpiadi in Brasile. Grazie alle sue reti decisive la squadra africana è riuscita a salire sul podio per una medaglia.
La Roma in campo con la tradizionale casacca rossa inizia subito a spingere verso la porta del Porto che questa volta, rispetto all’andata si difende in maniera ordinata. Casillas risponde presente in un paio di occasioni importanti mentre gli avversari frenano i gillorossi con trattenute a ripetizione ignorate per lo più dal direttore di gara polacco.

Goal di Felipe

Goal di Felipe

Arriva poi la doccia gelata con il giocatore che all’andata aveva dato il vantaggio alla Roma, Felipe.
La Roma cerca di spingere con il Porto che si chiude anche a fatica.
Proprio sul più bello quando la Roma sospinta da un maxi-gladiatore come Nainngolan sembra avere la spinta giusta arriva l’espulsione del capitano De Rossi che a ridosso dell’area portoghese effettua un’entrataccia che si specchia nel cartellino rosso.
De Rossi gioia e delizia dei tifosi giallorossi anche questa volta non riesce a frenarsi a dovere e lascia in guiai seri la squadra.
Prima mossa di Spalleti fuori Paredes dentro Emerson Palmieri. Sei minuti di recupero non cambiano la situazione.

SI APRE LA RIPRESA E FUORI EMERSON PALMIERI

Spalletti nell’intervallo prepara la ripresa da affrontare non senza difficoltà. Il punteggio sfavorevole, l’inferiorità numerica non sono cose che possono far girare i pronostici a favore della squadra in difficoltà
Se poi si aggiunge ad inizio ripresa, dopo soli cinque minuti la seconda espulsione tra le file giallorosse, di Emerson Palmieri si capisce come i giochi siano fatti.
Eppure i 23 minuti che sono intercorsi dalla seconda espulsione alla rete di Layun hanno mostrato una reazione rabbiosa della squadra che ha messo in difficoltà l’undici portoghese.
Per i biancoblu alla fine è stato facile trovare lo spazio giusto e chiudere l’incontro.
Una sconfitta pesante in campo internazionale che relega la Roma in Europa league. Una competizione importante ma che luccica di meno di quella che da cui la Roma è appena uscita. restano le ombre di questo inizio di stagione, gli errori di Emerson Palmieri colpevole oltre che dell’espulsione anche del goal subito all’andata e quelli (troppi) di Juan Jesus apparso al di sotto delle aspettative.

Schermata 2016-08-23 alle 23.58.55

DICHIARAZIONI PREOCCUPATE DI SPALLETTI

“Abbiamo perso una partita importante che ci crea difficoltà per il futuro, perché è un risultato difficile da digerire e perché abbiamo lavorato tanto per arrivarci.
Ad inizio partita abbiamo sbagliato la gestione della palla, era quello che mi preoccupava e mi premeva. Purtroppo non ci siamo riusciti a tenere il pallone e loro sono andati in vantaggio.
Quando ci stavamo riorganizzando, siamo rimasti in dieci e lì è diventato tutto più difficile. L’anno scorso abbiamo avuto la forza di terminare sempre le gare in undici. Si poteva e si doveva essere più calmi.
Siamo arrivati a questa partita non al meglio della condizione per via degli infortuni e delle squalifiche. Poi era importante la gestione della palla nei primi minuti, per questo ho scelto De Rossi come centrale.
Abbiamo fatto errori gravi nell’impostazione della palla, errori nostri perché non sono dipesi dal loro pressing. Quindi ci siamo innervositi e abbiamo sbagliato tutto.
Non si può comunque giocare due partite del preliminare in inferiorità numerica.
Abbiamo sbagliato troppi palloni, ad impostare e gestire la partita e loro ne hanno approfittato. Fino a quando non abbiamo subito gol, la partita è rimasta lì. Anche in 9 contro 11 abbiamo avuto delle possibilità. Ora chiaro che bisogna inghiottire il boccone amaro e sappiamo che ci saranno tutti pronti mettere il dito dentro. Dobbiamo tapparci le orecchie e fare qualcosa di importante sul piano del lavoro e della disponibilità.
Fazio ha tutte le carte in regola per giocare, ma volevo uno che iniziasse l’azione e De Rossi sa fare bene il centrale. Io la partita me la immaginavo che fosse gestita e me lo conservavo per il finale Fazio quando loro avrebbero messo la seconda punta. Lo stesso sull’esterno. Peres mi sembrava non fosse in particolare condizione. Mi sembrava di aver trovato la soluzione, ma se la gestione della palla è quella, allora ho sbagliato. De Rossi lo conosco bene, ma mi sembra un altro De Rossi rispetto a quel periodo, ora è perfetto, un uomo vero, ci tiene a qualsiasi condizione, lo avevo fatto riposare appositamente, per non fargli fare 3 partite ravvicinate, per me questa è la prima espulsione di De Rossi, non la quattordicesima. Ora si analizzerà tutto

EUROPA: SI RICOMINCIA DA VENERDI

La Roma non esce completamente dall’Europa, entrando di diritto in Europa league, un trofeo che potrebbe essere alla sua portata.
L’avventura inizierà venerdì 26 agosto con il sorteggio dei gironi a Nyon.

TABELLINO

ROMA (4-2-3-1) Szczesny; Bruno Peres, Manolas, De Rossi, Juan Jesus; Strootman, Paredes (dal 42’ p.t. Emerson); Salah, Nainggolan, Perotti (dal 41’ s.t. Gerson); Dzeko (dal 14’ s.t. Iturbe).
A disposizione: Alisson, Totti, Fazio, El Shaarawy
All. Spalletti.
PORTO (4-1-4-1) Casillas; Maxi Pereira (dal 47’ p.t. Layun), Felipe, Marcano, Telles; Danilo; Corona, Herrera, André André, Otavio (dal 12’ s.t. S. Oliveira); André Silva (dal 21’ s.t. A. Lopez).
A disposizione: José Sà, R. Neves, Varela, Evandro
All. Espirito Santo.
Arbitro: Marciniak (Polonia)
Assistenti Sokolinicki e Listkiewicz
IV Ufficiale: Sjejka
Addizionali d’area: Paweł Raczkowski, Tomasz Musiał
Ammoniti Herrera ,Otavio, S. Oliveira, Gerson, André Silva
Espulsi 40′ De Rossi, 50′ Emerson
Paganti 32.047
Incasso di 1.450.638 euro
Abbonati 7.819, quota di 279.720 euro.
Angoli 11-2. per la Roma
Recuperi: p.t. 6’, s.t. 0’

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts