Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Cagliari-Roma 2-2

Seconda giornata del campionato di calcio serie A
Cagliari: Stadio S.Elia ore 20,45
Domenica 28 agosto 2016
Cagliari-Roma 2-2

Terza rete di Perotti in campionato

Terza rete di Perotti in campionato

LA STAGIONE PARTE MALE ROMA RIMONTATA A CAGLIARI

Il Sant’Elia era una svolta importante per la Roma di Spalletti dopo la grave sconfitta casalinga interna contro il Porto, che è costata la Champions league. Fuori Dzeko e dentro El Sharawy, fascia di capitano dal braccio di De Rossi (regolarmente in campo) a quella di Florenzi. Ma la fotografia della partita arriva al 92′ quando i giallorossi sbagliano in un minuto due grandi occasioni da rete. Spalletti inviperito crolla a terra e batte i pugni in terra.
Sinceramente è difficile ipotizzare, dopo aver visto all’opera i gillorossi, dopo due giornate di campionato voli pindarici che vedrebbero la Roma in lotta per lo scudetto. Il deficit di due punti non è l’unico ostacolo da segnalare ma le avversarie incontrate fanno già capire come il divario alla lunga possa diventare importante.
La Juventus a punteggio pieno ha sconfitto Fiorentina a Torino e Lazio a Roma. La Roma dopo la vittoria sull’Udinese gli si sgonfiano due ruote a Cagliari, campo di una neopromossa dove chi punta in alto esce con i tre punti.
Ranieri, recente vincitore in Premier league, aveva affermato che la sua Roma aveva perso lo scudetto perdendo punti fondamentali con il Livorno retrocesso.
Riprendendo il discorso del tecnico romano, a Cagliari il pareggio di questa sera può valere una sconfitta. Vedremo in futuro e incrociamo le dita.

Schermata 2016-08-29 alle 00.02.18

QUALCOSA NON FUNZIONA DIFESA DA RIVEDERE

Qualcosa nella squadra non funziona e sopratutto nel reparto arretrato i problemi dimostrati in alcune azioni fanno suonare un allarme. Non è lo sbaglio del singolo (vedi Florenzi) nell’azione del goal di Borriello, l’uscita mancata sul pareggio del Cagliari da parte del portiere, ma è il tipo di gioco che non decolla. I primi venti minuti visti contro il Porto in Portogallo, restano un lontano ricordo. A Cagliari ai padroni di casa è bastato pressare altro per mettere in difficoltà l’undici capitolino. L’innesto di Dzeko, abile a servire il pallone giusto del pareggio, è stata una buona sostituzione anche per tenere più su la squadra mentre l’uscita di Perotti poteva essere evitata. La partenza del gioco dalle retrovie è stata più che mai complessa, il Cagliari col pressing alto ha messo in difficoltà la Roma che ha avuto grosse difficoltà ad impostare il gioco e la manovra. In queste occasioni è mancato il regista, l’uomo che sa dettare i tempi del gioco e alla fine la Roma rimontata due volte appare come una bella squadra ma le grandi squadre sono qualcos’altro.
Tra l’altro due squadre in Italia dovevano partire forte, in vista di una particolare preparazione effettuata per i preliminari di Champions league, il Sassuolo e la Roma. Gli emiliani hanno travolto le emiliani e sono entrati dalla porta centrale in Europa league. Per la Roma partenza floscia e crisi mentale dopo la gara di ritorno col Porto.

Perotti esulta dopo aver segnato il rigore

Perotti esulta dopo aver segnato il rigore

DELUSIONE EVIDENTE

Basta vedere la classifica per capire che ci sono diverse squadre a punteggio pieno, avanti di due punti rispetto ai giallorossi, per colpa di un pareggio ottenuto sul campo di una neo-promossa, con un doppio vantaggio a disposizione che alla fine non è bastato, col Cagliari che recrimina pure per un palo a portiere battuto e un presunto rigore non concesso. La vittoria scaccia crisi di coppa, non è arrivata ed invece è arrivata una forte mazzata che accompagnera la squadra con critiche e quant’altro per quindici giorni visto la sosta per la gara della nazionale. Un inizio di stagione cui stare molto attenti, tra Coppa e campionato la Roma ha perso molta credibilità. La sosta forse arriva al momento giusto, per riordinare le idee del tecnico e dei giocatori.

STROOTMAN TORNA AL GOAL

Strootman torna al goal

Strootman torna al goal

Dopo 952 giorni da quando Kevin Strootman aveva segnato l’ultima rete in campionato. arriva la rete  al primo minuto della ripresa che spezza un digiuno durato a lungo, a causa dgli nfortuni di cui è stato vittima.L’ultima rete, prima di quella al Cagliari, era datata 18 gennaio 2014 contro il Livorno. In generale invece sono 934 giorni, quando l’olandese segnò in Coppa Italia contro il Napoli, prima di infortunarsi.

Cagliari-Roma 0-2 Strootman

Cagliari-Roma 0-2 Strootman

SPALLETTI: “E’ un’occasione persa, dovevamo passare oltre quello che era una sconfitta anche se brutta. Se ci spegniamo in una sconfitta, avere dei propositi importanti diventa difficile, perché le reazioni e gli obiettivi sono le prime cose che ti devono rianimare.
Si era messa bene perché eravamo in doppio vantaggio e poteva sembrare più facile da gestire la situazione perché giocare con il risultato del doppio vantaggio c’è più tranquillità e invece poi è successo il contrario, abbiamo smesso di giocare palla e abbiamo tentato di meno e soprattutto abbiamo sbagliato troppo.
Quello che diventa difficile da capire è perché in alcuni momenti sbagliamo delle cose così facili, che dovrebbero far parte nel nostro dna, è la nostra qualità.
Si presenta l’occasione di stare davanti alla palla e invece poi ci viene il piedino e di gol ne sbaglieremo sempre perché siamo fatti così, è una cosa che diventa normale per come giochiamo il nostro calcio, buttare via delle buone occasioni, non buttare la palla dove si potrebbe trovare un grande vantaggio.
Tutti sappiamo che dobbiamo attenerci a delle regole, pure io devo avere un regolamento, De Rossi con la qualità di persona che ha, un uomo che deve aderire a un’attenzione di determinati momenti, episodi.
È tutto normale, Ha tempo, non è il capitano della Roma in questo momento, è una cosa corretta che lui ha accettato con tranquillità. È una scelta mia perché sono io che ho il rapporto con i giocatori e io sono il primo ad avere un regolamento, ve lo farò vedere.

TABELLINO

CAGLIARI (4-3-1-2) Storari; Isla, Salamon, Bruno Atlves, Murru; Ionita, D Gennaro, Padoin (dal 26′ s.t. Giannetti); Barella (dal 34′ s.t. Deiola); Borriello, Sau (dal 46′ s.t. Munari) A disposizione: Rafael, Colombo, Krajnc, Pisacane, Capuano Allenatore: Rastelli ROMA (4-3-3) Szczesny; Florenzi, Manolas, Vermaelen, Bruno Peres; Nainggolan, De Rossi, Strootman (dal 34′ s.t. Paredes); Salah, Perotti (dal 19′ s.t. Fazio), El Shaarawy (dal 1′ s.t. Dzeko). A disposizione: Alisson, Seck, Marchizza, Emerson Palmieri, Gerson, Ricci, Iturbe, Dzeko, Sadiq Allenatore: Spalletti Arbitro:Mazzoleni di Bergamo Assistenti: Posado -Longo Addizionali d’area: Banti-Nasca Quarto ufficiale: Tasso Marcatori: 6′  Perotti su rigore; 46′ Strootman, 57′ Borriello, 88′  Sau

Schermata 2016-08-26 alle 12.29.56

Schermata 2016-08-26 alle 12.28.17

TERREMOTO NEL LAZIO AMATRICE E FRAZIONI LIMITROFE DISTRUTTE

Inutile ripetere qui il conteggio dei morti e dei feriti che minuto dopo minuto ci viene ricordato da tutti i media. Doveroso inviare le condoglianze a chi ha perso i propri cari, parenti o amici in questo immane disastro. Resta in chi vi scrive il ricordo del letto che si muoveva e che dopo un ora si è ancora mosso e pur restando fermo al mio posto il primo pensiero è andato a chi oltre questo a visto crollare tutto il suo mondo in pochi terribili ed interminabili secondi. La mia tranquillità, forse eccessiva, di vivere una Roma invulnerabile a tali distruzioni è diventata ansia e preoccupazione per chi ha avuto davanti agli occhi il terrore di quanto stava succedendo. In queste ore è difficile tornare a parlare di Champions league o di calcio in genere, ma al di là dei sentimenti personali e della avversione a toccare temi futuli, così come per i terremotati, anche per chi non ha subito direttamente l’evento, la vita continua e il tempo non si ferma per cui è il momento di ricominciare dal campionato e da Cagliari-Roma, magari dedicandola a tutti quei tifosi che dopo l’amarezza del Porto ne hanno subita una vera e indimenticabile che riduce la prima al nulla più assoluto. Nella seconda giornata di campionato in tutti gli incontri verrà osservato un minuto di silenzio.

CHAMPIONS LEAGUE: DAL 2018 SI CAMBIA

Dal 2018 i criteri per la classifica ranking delle nazioni saranno cambiati. I primi quattro paesi, tra cui l’Italia, avranno quattro squadre nell’Europa che conta, non si arriverà più ai play-off che le italiane, come dimostrato, non digeriscono.

SORTEGGIO EUROPA LEAGUE

Sono stati composti i dodici gironi da quattro squadre ciascuno. Le prime due saranno promosse ai sedicesimi (un turno in più rispetto alla Champions league), Si parte con il sorteggio alle 15,00 del 26 agosto poi il via 15 settembre, fino alla finale del 24 maggio 2017. In questa stagione il trofeo sarà assegnato nella finale di Stoccolma. I giallorossi sono stati sorteggiati nel Gruppo E con i ceki del  Viktoria Plzen, gli austriaci dell’Austria Vienna, i rumeni dell’Astra Giurgiu . Il sorteggio è stato benevolo con i giallorossi, trasferte vicine e squadre non proibitive. Questi tutti i gruppi al completo: Gruppo A: Manchester United (Ing), Fenerbahce (Tur), Feyenoord (Ola), Zorya (Ucr) Gruppo B: Olympiacos (Gre), Apoel Nicosia (Cip), Young Boys (Svi), Astana (Kaz) Gruppo C: Anderlecht (Bel), St. Etienne (Fra), Mainz (Ger), Qabala (Aze) Gruppo D: Zenit (Rus), Az Alkmaar (Ola), Maccabi Tel Aviv (Isr), Dundalk (Irl) Gruppo E: Viktoria Plzen (Cec), ROMA, Austria Vienna (Aut), Astra Giurgiu (Rom) Gruppo F: Athletic Bilbao (Spa), Genk (Bel), Rapid Vienna (Aut), SASSUOLO Gruppo G: Ajax (Ola), Standard Liegi (Bel), Celta Vigo (Spa), Panathinaikos (Gre) Gruppo H: Shakhtar Donetsk (Ucr), Braga (Por), Gent (Bel), Konyaspor (Tur) Gruppo I: Schalke (Ger), Salisburgo (Aut), Krasnodar (Rus), Nizza (Fra) Gruppo J: FIORENTINA, Paok Salonicco (Gre), Slovan Liberec (Cec), Qarabag (Aze) Gruppo K: INTER, Sparta Praga (Cec), Southampton (Ing), Hapoel Beer Sheva (Isr) Gruppo L: Villarreal (Spa), Steaua Bucarest (Rom), Zurigo (Svi), Osmanlispor (Tur) Le date della fase a gironi: 1 giornata: 15 settembre; 2 giorntata: 29 settembre; 3 giornata: 20 ottobre; 4 giornata: 3 novembre; 5 giornata: 24 novembre; 6 giornata: 8 dicembre. Tutte le partite si giocheranno di giovedì.

RISULTATI

 LAZIO-JUVENTUS  0-1
 NAPOLI-MILAN  4-2
 INTER-PALERMO  1-1
 CROTONE-GENOA  1-3
 TORINO-BOLOGNA  5-1
 UDINESE-EMPOLI  2-0
 CAGLIARI-ROMA  2-2
 SAMPDORIA-ATALANTA  2-1
 SASSUOLO-PESCARA  0-3 TAV.
 FIORENTINA-CHIEVO  1-0

SASSUOLO-PESCARA TERMINATA 2-1 VEDE IL RISULTATO RIBALTATO DAL GIUDICE SPORTIVO 0-3 P
ER AVER MESSO IN CAMPO IL CALCIATORE RAGUSA NON IN REGOLA CON IL TESSERAMENTO

CLASSIFICA SERIE A

GENOA 6
JUVENTUS 6
SAMPDORIA 6
PESCARA 6
ROMA 4
NAPOLI 4
TORINO 3
CHIEVO 3
LAZIO 3
FIORENTINA 3
MILAN 3
UDINESE 3
BOLOGNA 3
SASSUOLO 3
PALERMO 1
CAGLIARI 1
INTER 1
ATALANTA 0
CROTONE 0
EMPOLI 0

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts