Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Bologna-Roma 2-2

Tredicesima giornata campionato italiano di calcio
Stagione 2015-16
Sabato 21 novembre 2015 ore 18,00
Bologna: Stadio Dall’Ara
Bologna-Roma 2-2

L'arbitro delle decisioni sbagliate

L’arbitro delle decisioni sbagliate

Tifosi romanisti sotto la pioggia a Bologna

Tifosi romanisti sotto la pioggia a Bologna

Bandiera francese a ricordare le vittime degli attentati

Bandiera francese a ricordare le vittime degli attentati

ROCCHI PERCHE’? NON SI POTEVA GIOCARE

Il disastroso Rocchi, quello di Juventus-Roma della sco0rsa stagione, è tornato ad arbitrare la Roma, questa volta a Bologna e anche in questa occasione non sono mancate le polemiche e una certezza, questo arbitro ha problemi quando incontra la Roma e non è certo sfortuna.
Tralasciamo il rigore netto a favore della Roma per fallo di mano di Djawara’, oltretutto volontario, la rete annullata ai padroni di casa (decisione del segnalinee), il giallo al portiere Mirante che para nella tre-quarti campo, fermando una importante azione della Roma, ma quello che più è ingiusto è far iniziare una partita su un campo che è un acquitrino. Pure i bambini dell’asilo avrebbero indicato come sfavorita una sola squadra, decidete voi quale. Se si gioca con questo campo le qualità tecniche si azzerano e in ogni caso si gioca contro il regolamento!
Nella ripresa poi due rigori alla Roma ed uno al Bologna sul quale non ci giurerei e se la massima punizione c’era andava ammonito per la seconda volta Torosidis. Quello che rimane di fondo è che su un campo così non si doveva giocare, un acquitrino assurdo che nonostante la grande volontà dei protagonisti, ha falsato l’intero incontro. Rocchi ci spieghi perchè ha fatto prima iniziare e poi proseguire questa partita.

Formazione della Roma a Bologna

Formazione della Roma a Bologna

Fallo su Iturbe rigore per la Roma

Fallo su Iturbe rigore per la Roma

Dzeko firma il  1-2

Dzeko firma il 1-2

LA FREDDEZZA DAL DISCHETTO

Con un Mirante in gran forma che aveva detto no ad una mirabile punizione di Pjanic, non era facile recarsi sul dischetto per due rigori oltremodo decisivi. Per questo motivo Pjanic e Dzeko meritano un punto in più in pagella così come Destro che nel finale ha permesso ai suoi di raggiungere il pari festeggiando in maniera troppo esuberante.

Pjanic firma il pareggio

Pjanic firma il pareggio

SZCZESNY TROPPE INCERTEZZE

Il portiere romanista, anche in questa occasione, ha dimostrato qualche incertezza di troppo, qualche colpa sul primo goal con la palla che gli è passata tra le gambe, un paio di uscite azzardate e una respinta in area su un cross su cui era impreparato. L’estremo difensore ha palesato qualche incertezza di troppo e questa diventa una costante su cui deve lavorare. Il calciomercato diffonde la notizia che la Roma avrebbe opzionato Allison un emergente brasiliano che a gennaio potrebbe arrivare nella capitale. Se si cerca il portiere evidentemente tanta sicurezza sul giocatore polacco alla fine non c’è.

Pareggio di Destro su rigore

Pareggio di Destro su rigore

Destro tarantolato dopo il goal-pareggio

Destro tarantolato dopo il goal-pareggio

DUE PUNTI PERSI

Alla fine, per quanto si è visto nell’acquitrino, il pareggio è il risultato più giusto, con una Roma menomata nei suoi elementi fondamentali quali la tecnica, la proprietà di palleggo, il contropiede, tutte cose che su un campo così si annullano.

Garcia inquieto con Rocchi, gara da non far disputare

Garcia inquieto con Rocchi, gara da non far disputare

GARCIA Poche parole al posto della consueta conferenza stampa per il tecnico Garcia, visibilmente accigliato per la decisione dell’arbitro Rocchi di aver fatto giocare una partita su un terreno impraticabile e contro il regolamento. Il tecnico francese ha dichiarato prima di lasciare lo stadio” “Non è stata una partita di calcio, è stata una parodia. Una gara a chi buttava la palla più avanti per non correre rischi, una gara di water-polo con i piedi. Era una sorta di lotteria, poteva vincere il Bologna o noi, è uscito il pareggio. Abiamo provato a chiedere di sospendere la partita, l’unica cosa positiva è che non ci sono stati infortunati”

GERVINHO SALTA CINQUE GARE

Gervinho sarà fuori dai campi di gioco per almeno tre settimane, questo è quanto sancito dagli esami medici cui si è sottoposto giovedi 19 novembre nel tardo pomeriggio.
Gervinho salterà quindi i prossimi impegni contro Bologna, Barcellona, Atalanta e Torino, in dubbio per la gara contro il Bate Borisov in programma il 9 dicembre, sicuramente sarà a disposizione contro il Napoli.

LA ROMA E LE ACCADEMIE AMERICANE

La Roma, con una nota pubblicata tramite il sito ufficiale, ha comunicato l’accordo con cinque accademie americane per accrescere il programma della USA Academy.  “Quei club – Crossfire Premier, Lonestar Soccer Club, attori dello sviluppo Academy (PDA), Real So Cal e St. Louis Scott Gallagher – aderire al programma più completo US giovanili tra i club stranieri di calcio professionisti. AS USA Academy di Roma ora dispone di dieci squadre della massima serie di tutti gli Stati Uniti.  Chargers (Clearwater, Fla.),  Crossfire Premier (Redmond, Wash.),  FC Greater Boston Bolts (Boston, Mass.),  Lonestar Soccer Club (Austin, Texas),  Pateadores (Southern Calif.), Players Development Academy (Zarephath, N.J.), Real Colorado (Denver, Colo.), Real So Cal (Woodland Hills, Calif.), St. Louis Scott Gallagher (St. Louis, Mo.), Vardar (Detroit, Mich.). L’AS Roma Stati Uniti Academy è un programma unico che privilegia le migliori pratiche in tutti i settori ed ha una particolare attenzione per il giocatore e lo sviluppo tecnico.
Un obiettivo principale del programma è quello di individuare e coltivare giocatori degli Stati Uniti che hanno la capacità a un giorno competere per l’AS Roma al suo massimo livello.
Ci sono già stati più giocatori USA Academy tra i diversi gruppi di età che sono stati invitati ad allenarsi a Roma con AS squadre giovanili di Roma. ”
Il pres. Pallotta in merito ha dichiarato:”Siamo entusiasti di dare il benvenuto a questi cinque élite americane club alla famiglia AS Roma, siamo estremamente orgogliosi del nostro programma USA Academy che continua a distinguersi da quello che altri club di calcio professionisti stanno facendo negli Stati Uniti.”

SUPER BARCELLONA VINCE IL CLASSICO

Con un risultato che fà rumore il Barcellona supera in scioltezza il Real Madrid con un risultato che fà rumore 0-4. I catalani mercoledì saranno impegnati in Champions league contro la Roma.

TABELLINO

Bologna: Mirante; Rossettini, Maietta (79′ Mancosu), Gastaldello, Masina; Donsah (70′ Taider), Diawara, Brighi; Mounier (75′ Rizzo),Destro, Giaccherini.
A disp.: Da Costa, Stojanovic, Oikonomou, Ferrari, Morleo, M’Baye, Crisetig, Brienza, Falco.
AllenatoreDonadoni.
Roma (4-3-3): Szczęsn, Maicon (63′ Torosidis), Manolas, Rüdiger, Digne, Pjanić, Keita (63′ Vainqueur), Nainggolan, Florenzi, Džeko, Iturbe (89′ Sadiq).
A disp.: De Sanctis, Lobont, Castán, Gyomber, Emerson, D’Urso, Uçan, Falque, Ponce, Sadiq
Allenatore García
Arbitro: Rocchi
Assistenti: Vuoto-Crispo
IV Ufficiale: De Pinto
Addizionali d’area: Massa-Baracani
Reti: 14′ Masina, 52′ rig.Pjanic, 72′ rigDzeko 87′ rig.Destro
Ammoniti: Manolas, Donsah, Nainggolan Mirante, Maietta Iturbe, Torosidis, Destro.
Espulso al 41′ il Tassi per proteste.
Recupero 1’primo tempo, 6′ secondo tempo

COPPA ITALIA: LA ROMA PRIMAVERA SUPERA IL TURNO

Nell’esordio stagionale in Coppa Italia i giallorossi hanno affrontano l’Atalanta del tecnico Bonacina negli ottavi di finale della manifestazione. Una doppietta del più che promettente Sadiq ha permesso alla Roma di sconfiggere i nerazzurri ed arrivare con merito ai quarti di finale di Coppa Italia. L’incontro è stato sempre in mano ai ragazzi di De Rossi che non hanno avuto troppi problemi a risolvere la pratica. La compagine primavera sembra in questa stagione pronta per arrivare a traguardi interessanti e mettere in luce giocatori pronti per fare il salto di categoria importante, come Nura e proprio Sadiq autore della doppietta a Trigoria. Una buona notizia per tutto l’ambiente giallorosso.

ATTACCO TERRORISTICO A PARIGI ROMANISTI PRESENTI

L’allenatore giallorosso Rudi Garcia era presente sugli spalti dello Stade de France per l’amichevole tra Francia e Germania. Non era però il solo presente perchè in campo c’erano anche Digne in nazionale transalpina e Rudigher in quella tedesca. Tutti e tre i giallorossi, insieme ai compagni di squadra e agli spettatori hanno udito le esplosioni verificatesi in torno lo stadio ed hanno vissuto i primi momenti drammatici del vile attentato. I tre “capitolini” stanno bene e dopo lo choc iniziale sono rientrati nei rispettivi alloggiamenti. L’Almanacco Roma è solidale con i parenti delle vittime e vicino ai nostri “fratelli” transalpini. Purtroppo temo che episodi come questi non saranno isolati e anche il mondo del calcio dovrà prendere le giuste misure per proteggersi dai fanatici e assassini.

Due diverse immagini del tifo: Gioia e spettacolo

Due diverse immagini del tifo: Gioia e spettacolo
Due diverse immagini del tifo: follia e violenza

Due diverse immagini del tifo: follia e violenza

IERI OGGI E DOMANI
LA CURVA E LA MAGLIA STORICA

E’ lontano L’eco della contestazione della scorsa stagione dove sputi, insulti e minacce avevano fatto vivere un momento drammatico al mondo Roma  e a quelllo sparuto gruppo di persone il momento più basso del tifo.
Va bene la vocalità ed il dissenso, altra cosa le minacce e gli sputi su una maglia che giustamente nelle canzoni degli ultrà si ricorda “STORICA”. Certi atteggiamenti hanno portato, una minuscola parte del tifo romanista in curva, insieme all’episodio dell’omicidio di Ciro Esposito e all’inneggiare allo sparatore, ai gradini più bassi del tifo insettore ormai  vissuto da una minoranza che assomma tifo e estremismo politico senza distinzioni fino a fare comunella con i rivali storici della Lazio.
Anche i legittimi interessi della curva Sud sono mortificati da certi comportamenti che hanno creato una evidente spaccatura all’interno del tifo giallorosso. Gli altri settori dell’Olimpico hanno preso le distanze in maniera netta con certi tipi di comportamenti che non portano a nulla se non ad un evidente stato di tensione, creato ad arte, che la stragrande maggioranza della tifoseria condanna.
Oltretutto qualcuno si chiede se è vero che il dodicesimo uomo in campo sia alla fine necessario, visti i risultati che la squadra, pur priva dell’incitamento della curva ottiene.
La risposta è che la componente tifo è necessaria e vitale, tutti lo riconoscono a partire dal presidente ma altrettanto tutti si auspicano che i violenti o i soggetti pericolosi per l’incolumità altrui vengano isolati e costretti a non nuocere al buon nome “STORICO” della squadra e società che tutti amiamo.
Violenza e tifo non sono e non debbono più essere un binario unico, ci vogliono soluzioni appropriate, ora si sta combattendo una battaglia per ritornare in ambiti civili anche allo stadio dove in alcuni casi si è veramente toccato il fondo.
Non so se la separazione delle curve sia un provvedimento giusto, propabilmente si potevano cercare altri modi, efficaci e meno invasivi, ma qualcosa per non tornare a parlare di feriti o di vittime va fatto.
Chi è contro questo deve rassegnarsi a mettere da parte l’inutile violenza che ha contraddistinto troppe partite facendo salire il tifo della Roma tra uno dei più pericolosi d’Italia.
Peccato perchè qualche anno fà il tifo della Roma era considerato uno dei più SPETTACOLARI AL MONDO. Io gli ho dedicato una carriera sportiva per seguire le loro idee sempre originali e spesso copiate. Spero ardentemente che si ritorni a quel modo di sostenere la squadra e allora sì che la curva Sud tornerà ad essere il dodicesimo uomo in campo e speriamo che succeda presto. Il contributo sano di tutti alla fine potrebbe ben pagare: c’è lo scudetto e chissa quale altro trofeo da vincere e festeggiare tutti insieme per “QUELLA MAGLIA STORICA”.

Salah paga l'entrata folle di Lulic

Salah paga l’entrata folle di Lulic

SALAH 4-6 SETTIMANE FERMO

Il bollettino medico relativo alle condizioni del calciatore giallorosso Salah non offre buone notizie anche se si è evitata la situazione peggiore quale la frattura: “Nel corso della partita di ieri sera all’Olimpico contro la Lazio, Mohamed Salah è stato costretto ad uscire dal campo al minuto 58′  in seguito ad un fallo subito dal giocatore biancoceleste Lulic. Questa mattina il calciatore, che ieri è sceso in campo per la 11^ volta in campionato su dodici gare disputate finora dalla Roma, ha svolto controlli specifici a seguito dell’infortunio traumatico-distorsivo con dinamica in inversione della caviglia destra. Le indagini strumentali hanno documentato una lesione capsulo-legamentosa di grado II del compartimento articolare esterno di caviglia. La prognosi stimabile ad oggi per il numero 11 giallorosso, è di 4-6 settimane.

LA CHAMPION SPINGE IN ALTO GLI UTILI

Il consiglio d’amministrazione della Roma ha approvato il resoconto intermedio fino al primo trimestre della stagione 2015-2016. La trimestrale societaria si è chiusa “con un risultato economico consolidato positivo per 12,4 milioni, con una crescita di 3,5 milioni rispetto al risultato conseguito al 30 settembre 2014, pari a 8,9 milioni. La partecipazione alla Champions League 2015/2016 ha generato nel trimestre corrente proventi per complessivi 26,9 milioni, rispetto a 22,2 milioni contabilizzati al 30 settembre 2014, e relativi a participation, performance bonus, e market pool, riconosciuti dalla Uefa, nonché dai proventi da biglietteria della gara casalinga disputata nel trimestre.
Positivo anche il risultato della gestione calciatori (22,9 milioni al 30 settembre 2015 rispetto a 20 milioni registrato al 30 settembre 2014) che include plusvalenze legate a cessioni di giocatori sul mercato per complessivi 28,9 milioni al 30 settembre 2015 (rispetto a 25,1 milioni contabilizzate nel 2014). In crescita anche i costi operativi consolidati, pari a 46,8 milioni di euro (44,5 milioni, al 30 settembre 2014), riflette gli investimenti in diritti alle prestazioni sportive di calciatori effettuati dalla società nel corso della sessione estiva del mercato, effettuati al fine di migliorare la qualità e la competitività della prima squadra, anche in funzione della partecipazione alla Champions League. Il risultato economico dell’esercizio 2015/2016 dovrebbe presentare un significativo miglioramento rispetto a quanto registrato al 30 giugno 2015.
Esso beneficerà, per il secondo anno consecutivo, dei proventi derivanti dalla partecipazione alla Champions League, e dipenderà da numerosi fattori, tra cui: le performance che verranno conseguite in Serie A e in Champions, le operazioni di trasferimento dei calciatori che saranno realizzate nell’esercizio, l’evoluzione dei ricavi derivanti dalle attività commerciali e dalla biglietteria, e infine l’andamento del costo del personale e degli ammortamenti dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive di calciatori”.

SABATINI A TUTTO CAMPO

L’esposizione del Ds giallorosso si incentra su un’affermazione (che potrebbe essere smentita dai fatti come in altre occasioni): “la Roma non tornerà sul mercato, a meno di infortuni come quello capitato a Salah, che per noi è un danno enorme.
L’assenza dell’egiziano per noi è un danno, pur fidandoci di Iago Falque e Iturbe, a cui ho detto di tornare a giocare come quando era bambino. Benatia non tornerà, è un giocatore del Bayern. Noi ci fidiamo dei nostri, Castan ha recuperato e ci aspettiamo tanto da lui, Ruediger veniva da un doppio infortunio, si può bocciare la singola prestazione ma non il calciatore. Abbiamo superato il momento negativo minimizzando i danni. Con un pari a Milano saremmo stati più contenti, ma ho fiducia nel gruppo, l’esultanza di De Rossi che inneggiava ai nomi dei compagni è una cosa che non ho mai visto fare.
Per lo scudetto sarà una lotta con molte squadre: la Fiorentina ha un gioco spettacolare, il Napoli ha il centravanti più forte del mondo, l’Inter ha un modo di giocare sparagnino, e non dimentico la Juventus. Per quanto concerne il mercato io scelgo i giocatori e la maggior parte delle volte coinvolgo l’allenatore perché è lui che li allena. Su Doumbia il Cska Mosca non vuole riscattarlo, ma qualcuno lo acquisterà sicuramente, sta facendo cose eccezionali. Gerson verrà a Roma, poi decideremo se fargli fare uno stage di quattro mesi o se mandarlo a giocare.
Gervinho non lo abbiamo mai mollato, e mi sono fidato di Garcia che mi ha detto di tenerlo. Dzeko lo vorrebbero avere tutti ma il vero crack sarà Strootman: con lui anche al 60% aumentano le nostre possibilità di vincere.
In merito alle commissioni ricordo che la Roma è una società brutalmente onesta, sarebbe più facile dire qualche bugia. Purtroppo con i tifosi della curva il rapporto si è molto incrinato, quando i giocatori sono stati chiamati sotto la curva Sud, è stato il momento più basso della mia carriera”.

Totti il giocatore più longevo:" Seguito!!!"

Totti il giocatore più longevo:” Seguito!!!”

 TOTTI: GIOCO E VADO AVANTI

A 39 annii compiuti, con un contratto in scadenza, il capitano è pronto al ritorno in campo e in squadra dopo la lesione muscolare che lo ha tenuto fuori gioco per due mesi.
Francesco tra il serio ed il faceto afferma:”Cosa farò da grande? Sto benissimo e finché starò così giocherò. Finché il fisico reggerà continuerò a giocare. In arrivo il terzo figlio e sono molto felice con Ilary. La baracca la regge lei e sono stato molto fortunato ad aver trovato una donna così”.
Il capitano quindi non si pone limiti, sostenuto dalla famiglia e orgoglioso del terzo figlio in arrivo di cui ha dichiarato non vuole sapere il sesso. La classifica dei goleador è pronta ad ospitare altre sue segnature ed i tifosi ad esultare.

 RISULTATI

BOLOGNA-ROMA  2-2
JUVENTUS-MILAN  1-0
VERONA-NAPOLI  0-2
ATALANTA-TORINO  0-1
CARPI-VERONA  1-2
FIORENTINA-EMPOLI  2-2
GENOA-SASSUOLO  2-1
LAZIO-PALERMO  1-1
UDINESE-SAMPDORIA  1-0
INTER-FROSINONE  4-0

CLASSIFICA SERIE A

 INTER  31
 FIORENTINA  28
 NAPOLI  28
 ROMA  27
SASSUOLO 22
JUVENTUS 21
MILAN 20
LAZIO 19
TORINO 18
ATALANTA 18
CHIEVO 16
SAMPDORIA 16
GENOA 16
PALERMO 15
UDINESE 15
EMPOLI 15
BOLOGNA 13
FROSINONE 11
VERONA 6
CARPI 6

 

 

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts