Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Roma-Genoa 2-0

Trentaquattresima  giornata di campionato
Stagione 2014-2015
Domenica 3 maggio 2015
Roma: Stadio Olimpico ore 12,30
Roma-Genoa 2-0

LA ROMA TORNA SECONDA

1-0 Doumbia porta in vantaggio la Roma

1-0 Doumbia porta in vantaggio la Roma

DOUMBIA SI RIPETE

Nella giornata in cui la Juventus vince matematicamente lo scudetto, Roma e Genoa si affrontano all’Olimpico con un nemico in comune, il gran caldo. Genoa scende in campo senza timori reverenziali il loro obiettivo è la qualificazione in Europa league, la Roma è determinata consapevole che servono punti per arrivare alla qualificazione in Champions league. I giallorossi verticalizzano spesso il gioco e cerca di sfondare con le conclusioni dalla distanza, protagonisti De Rossi e Nainggolan che impegnano Prin in angolo. I rossoblu cercano di sfruttare in velocità le ripartenze che si infrangono sull’attenta difesa giallorossa che deve stare attenta a non sbagliare in fase di impostazione. Col passare del tempo il forte ritmo iniziale cala causa la temperatura con ripercussione sulla velocità del gioco. La gara si mantiene equilibrata a De Rossi viene annullata una rete per un fuorigioco che sembra non starci.
Per risolvere incontri così ci vuole un  invenzione o uno sbaglio degli avversari.

Il tiro di Doumbia finisce nel sacco

Il tiro di Doumbia finisce nel sacco

Entrambe le situazioni succedono nella retroguardia rossoblu con un pallone vagante che va tra i piedi di Doumbia che con una finta riesce a sueperare due avversari, si avvia verso la porta e supera il portiere Perin con un tiro secco che porta in vantaggio la Roma sotto la curva nord. E’ il trentacinquesimominuto del primo tempo. Doumbia realizza così la seconda rete dopo quella realizzata al Sassuolo in settimana. E’ un goal importante che spezza l’equilibrio dell’incontro, i giallorossi controllano bene e scendono negli spogliatoi con un importante vantaggio.

La gran rete di Florenzi

FLORENZI LA CHIUDE

Anche lui come Doumbia, si ripete, dopo Reggio Emilia,  nella gara contro il Genoa. E’ Florenzi protagonista di una gara ottima che sugella la vittoria giallorossa con un grande goal nell’ultimo minuto di recupero dopo una corsa di 60 metri. Florenzi tuttofare un vero valore aggiunto per questa squadra. Se col Sassuolo alcuni hanno deprezzato la vittoria della Roma puntando su un avversario demotivato, col Genoa, squadra in gran forma in questo finale di campionato, i giallorossi hanno saputo realizzare una vittoria convincente annullando praticamente l’avversario pericoloso in una sola occasione con De Sanctis che non si è lasciato sorprendere. Totti per la seconda volta consecutiva ha fatto panchina e Ibarbo è stato un valore aggiunto nelle fasi di copertura. Analizzati i progressi di Doumbia al secondo goal in stagione il primo all’Olimpico davanti i suoi sostenitori che quando nella ripresa è uscito lo hanno lungamente applaudito. Nainggolan si conferma un rubapalloni eccezionale e la difesa nel complesso ha retto bene senza esternare sbavature. Convincente anche il modulo di Garcia che ha saputo cambiare in corsa ed ha operato le giuste sostituzionii. Insomma una Roma che vuole l’Europa che conta e non sta perdendo altre occasioni per dimostrarlo. Da segnalare come la Roma abbia protestato in maniera veemente nella ripresa per un netto fallo su Torosidis in area di rigore che il sig. Damato non ha punito anzi ha mostrato il cartellino giallo all’esterno romanista per simulazione.

L'esultanza di Florenzi

L’esultanza di Florenzi

LA ROMA SI RIPRENDE IL SECONDO POSTO

L’importante vittoria sul Genoa all’Olimpico, all’ora di pranzo (12,30), è stata fondamentale per i giallorossi in chiave Champions league. Nonostante la gara casalinga a dispetto di quella in trasferta a Bergamo per la Lazio, i pronostici erano per uno status quo in classifica. Invece allo stadio Atleti azzurri d’Italia i bergamaschi, per lungo tempo in vantaggio sono stati raggiunti dalla Lazio solo nel finale di gara, senza però essere più superati. La vittoria della Roma ed il pari esterno della Lazio creano un terremoto alle spalle della Juventus campione d’Italia. Ora è la Roma che si riappropria della seconda piazza con un punto di vantaggio sui biancocelesti. Un duello che potrebbe protrarsi a lungo in queste ultime giornate di campionato.

TABELLINO

Roma (4-3-3): De Sanctis; Florenzi, Manolas, Astori, Torosidis; Nainggolan, De Rossi, Pjanic (73′ Yanga Mbiwa), Ibarbo (87′ Holebas), Doumbia (60′ Iturbe), Gervinho.
A disposizione: Skorpski, Cole, Balzaretti, Uçan, Pellegrini, Paredes, Verde, Ljajic, Totti
Allenatore: Garcia
Genoa (4-3-3): Perin; Roncaglia, De Maio, Izzo, També (46′ Iago Falque); Rincon, Bertolacci (73′ Tino Costa), Kucka; Laxalt (59′ Lestienne), Niang, Bergdich.
A disposizione: Lamanna, Sommariva, Mandragora, Edenilson, Pavoletti, Borriello
Allenatore:  Gasperini
Arbitro: D’Amato
Assistenti: Faverani-Marzaloni
IV Ufficiale: Costanzo.
Addizionali d’area: Di Bello, Pairetto
Marcatori: 35′ Doumbia, 87′ Florenzi
Spettatori 37.068
Incasso 1.057.092 euro.
Ammoniti: Rincon, Manolas, Laxalt, Izzo, De Rossi, Torosidis
Angoli: 5-7 per il Genoa
Recuperi: 0′ primo tempo, 3′ secondo tempo

RISULTATI

 SAMPDORIA-JUVENTUS  0-1
 SASSUOLO-PALERMO  0-0
 ROMA-GENOA  2-0
 INTER-CHIEVO  0-0
 ATALANTA-LAZIO  1-1
 FIORENTINA-CESENA  3-1
 VERONA-UDINESE  0-1
 NAPOLI-MILAN  3-0
 CAGLIARI-PARMA  4-0
 TORINO-EMPOLI  0-1

CLASSIFICA SERIE A

JUVENTUS  79
 ROMA  64
 LAZIO  63
 NAPOLI  59
 FIORENTINA  52
 SAMPDORIA  51
 GENOA  50
 INTER  49
 TORINO  48
 MILAN  43
 PALERMO  43
 CHIEVO  41
 UDINESE  41
 EMPOLI  41
 VERONA  40
 SASSUOLO  37
 ATALANTA  33
 CAGLIARI  27
 CESENA  24
 PARMA  16

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts