Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Roma-Atalanta 1-1

Trentunesima  giornata di campionato
Stagione 2014-2015
Domenica 19 aprile 2015
Roma: Stadio Olimpico ore 15,00
Roma-Atalanta 1-1

Totti segna il rigore del vantaggio

Totti segna il rigore del vantaggio

UN’ALTRA OCCASIONE SPRECATA

Gioiscono i circa dieci tifosi dell’Atalanta presenti all’Olimpico per il pareggio strappato dai neroazzurri sul campo della Roma all’Olimpico. Per la Roma solo fischi, e disapprovazioni per una prestazione negativa dalla quale vanno esclusi i soli Totti (ancora decisivo)  Nainggolan e Florenzi.
La Roma manda all’aria un’altra importante occasione, questa volta non riguarda la rincorsa alla Juventus, abbandonata da tempo, ma il controsorpasso alla Lazio uscita sconfitta contro la capolista. Una soddisfazione ed una voglia di riscatto che i tifosi si aspettavano fosse anche recepita dai propri beniamini che al contrario non hanno impresso all’incontro quell’animosità necessaria per mettere in seria difficoltà la squadra di Reja.

Fallo di Astori in area

Fallo di Astori in area

MANCATA PRESTAZIONE GIOCO EVANESCENTE INTERPRETI DA RIVEDERE

Il passo avanti fatto dal punto di vista del gioco a Torino contro i granata faceva ben sperare per quella continuità tanto cercata e mai trovata. I connotati per una vittoria ed una gara in discesa c’erano tutti. Fallo di mano di Stendardo e rigore per la Roma che il capitano insacca con la palla scagliata alla destra di Sportiello sotto la curva nord. Nel momento della concessione del rigore erano trascorsi dall’inizio della partita appena 80 secondi, poi la rete al terzo minuto e non si poteva chiedere di meglio, risultato sbloccato e gara decisamente in discesa. Sempre a rigore di ragionamento in campo contropiedisti di razza come Iturbe  avrebbero potuto offrire al fedele pubblico una sostanziosa goleada. Arriva invece su un’azione con scarsa pericolosità l’intervento di Astori che permette agli ospiti di arrivare al pareggio dal dischetto con Denis. Da questo momento in poi l’Atalanta si vota alla difesa e lo fa in maniera ordinata senza rinunciare a qualche controffensiva di scarso valore.
La prestazione della squadra è incomprensibile, Ljajic e Iturbe non fanno la differenza e sembrano pesare sulla manovra, Garcia è inquieto e promette tuoni e fulmini alla ripresa degli allenamenti, punta il dito contro i suoi giocatori e per sorreggere una Roma in difficoltà si aggrappa alla speranza di  future vittorie in trasferta per recuperare i tanti punti persi in casa.
Nell’occhio del ciclone oltre la prestazione dei singoli, entra pure la dinamica del gioco giallorosso che lavora sugli esterni che incidono poco in fase di conclusione, gli uomini preposti non riescono a saltare l’uomo ed i dribbling importanti e decisivi non riescono mai. Stante la situazione per oltrepassare il muro difensivo bergamasco arrivano pochissime soluzioni con tiro dalla distanza affidate ai piedi di Florenzi e Nainggolan che non sono mai pericolosi. Si sente in mezzo all’area di rigore la presenza e i movimenti di un centravanti abilitato al ruolo, esempio evidente quando nei pochi cross in area degli esterni non vi è accenno alcuno di pericolosità. Per cercare di scardinare il muro avversario è poi necessario che in caso di possesso palla da parte degli avversari si metta in opera un pressing convincente e che lasci poca disponibilità al ragionamento degli avversari. Per fare questo serve forza fisica, personalità e una buona preparazione atletica. Purtroppo le tre caratteristiche citate sono mancate ai giallorossi che al contrario denotano cattiva preparazione atletica, scarso impegno personale e negligenza.

Pareggio di Denis su rigore

Pareggio di Denis su rigore

FUTURO FORTEMENTE INCERTO

Le prospettive future della Roma sono legate al raggiungimento del solo risultato possibile ovvero l’ingresso in Champions league. Il pareggio interno contro l’Atalanta alla luce di un finale di campionato complica il cammino verso il secondo posto con un occhio allo specchietto retrovisore dove i giallorossi affannati vedono rimontare avversari con il coltello far i denti. La preoccupazione dopo il pari interno con i bergamaschi monta tra i tifosi che sperano che questa stagione si chiuda presto e bene ma le giornate che mancano alla fine sono ancora molte. Al di là della volontà del gruppo la condizione atletica, con il caldo che avanza, sembra proporre una minaccia impensabile ad inizio stagione. Pensando positivo c’è da augurarsi che la squadra che sembra esprimersi meglio in trasferta sfrutti quelle che il campionato gli propone a partire dalle prossime due consecutive a Milano (Inter) e contro il Sassuolo. La speranza è l’ultima a morire, lo sanno bene i tifosi che anche nella gara odierna, nonostante i presupposti non convincenti, hanno sostenuto i giocatori fino al 95′ prima di incassare l’ennesima delusione della stagione.

APERTA PARTE LATERALE DELLA CURVA SUD

I tifosi della Roma e la società scontano un turno di “squalifica” per la curva sud che sarà chiusa in Roma-Atalanta per le conseguenze derivanti durante la gara Roma-Napoli. Dopo la decisione del presidente Pallotta di non fare ricorso contro il provvedimento recapitato a Trigoria, decisione criticata da una parte della tifoseria capitolina, la società  ha inviato una richiesta di chiarimenti per capire se anche la curva laterale fosse oggetto del provvedimento di chiusura, perché nel primo comunicato non era specificato. Il giudice Tosel ha chiarito la situazione lasciando aperta la parte laterale che costituiva il vecchio distinto, confinante con la Tribuna Monte Mario. Grazie a questa apertuta saranno circa seimila i sostenitori romanisti che potranno accedere allo stadio. Il settore riaperto ha connotati diversi rispetto alla curva sud da cui è separato ed ha tornelli diversi per l’afflusso del pubblico. Vista la possibilità di accedere in quel settore il provvedimento punitivo che genera la chiusura della parte centrale della curva sud riguarda in totale circa 9 mila occupanti di quel settore. La capienza prevista per l’incontro con i nerazzurri è valutata in circa 31000 spettatori.

QUATTRO DASPO PER LO STRISCIONE IN ROMA-NAPOLI

Sono stati identificati alcuni responsabili autori dell’esposizione di uno striscione sulla mamma di Ciro Esposito avvenuta il 4 aprile durante la partita Roma-Napoli. La Digos aveva avviato indagini al termine della gara analizzando le immagini registrate durante la partita e sono riusciti a identificare quattro ultras romanisti, che in qualche maniera avevano cercato di camuffarsi. Tra le persone individuate una ha precedenti per rapina e lesioni,  un altro aveva effettuato interruzione di pubblico servizio e violenza e minacce a pubblico ufficiale. Tutti e quattro gli individuati saranno sottoposti a provvedimento di D.A.Spo.

TABELLINO

Roma (4-2-3-1): De Sanctis; Torosidis (38′ st Doumbia), Yanga-Mbiwa, Astori, Holebas; Paredes (12′ st Keita), Nainggolan; Florenzi, Ljajic, Iturbe (12′ st Ibarbo); Totti.
A disposizione: Skorupski, Lobont, Balzaretti, Spolli, Cole, Ucan, Verde, Sanabria.
Allenatore: Garcia.
Atalanta (4-4-1-1): Sportiello; Benalouane, Masiello, Stendardo, Dramé; Estigarribia, Baselli (13′ st Migliaccio), Carmona, Emanuelson (20′ st Moralez); Gomez; Denis (35′ st Bianchi).
A disposizione: Avramov, Scaloni, Zappacosta, Del Grosso, Grassi, D’Alessandro, Boakye.
Allenatore: Reja.
Arbitro: Gervasoni
Assistenti: Bianchi-Musolino
IVUfficiale: Longo
Addizionali d’area: Tagliavento- Di Paolo
Marcatori: 3′ rig. Totti, 23′ rig. Denis
Ammoniti: Paredes, Astori Yanga-Mbiwa, Baselli, Benalouane, Dramè, Migliaccio, Stendardo

I RISULTATI

 SAMPDORIA-CESENA  0-0
 JUVENTUS-LAZIO  2-0
 SASSUOLO-TORINO  1-1
 PALERMO-GENOA  2-1
 ROMA-ATALANTA  1-1
 EMPOLI-PARMA  2-2
 CHIEVO-UDINESE  1-1
 CAGLIARI-NAPOLI  0-3
 INTER-MILAN  0-0
 FIORENTINA-VERONA

CLASSIFICA SERIE A

 JUVENTUS  73
 ROMA  58
 LAZIO  58
 NAPOLI  54
 SAMPDORIA  50
 FIORENTINA  49
 GENOA  44
 TORINO  44
 MILAN  43
 INTER  42
 PALERMO  41
 SASSUOLO  36
 CHIEVO  36
 UDINESE  35
 EMPOLI  34
 VERONA  33
 ATALANTA  30
 CESENA  23
 CAGLIARI  21
 PARMA (7 punti penalizz.)  13

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts