Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Roma-Napoli 1-0

Ventinovesima  giornata di campionato
Stagione 2014-2015
Sabato 4 aprile 2015
Roma: Stadio Olimpico ore 12,30
Roma-Napoli 1-0

La rete decisiva di Pjanic

La rete decisiva di Pjanic

LA ROMA AFFONDA IL NAPOLI
TORNA A VINCERE IN CASA

Una Roma equilibrata, che ha saputo trovare la stoccata giusta nel primo tempo per poi difendersi con equilibrio nella ripresa torna a vincere in casa all’Olimpico (ultimo successo a novembre contro l’Inter) ed affonda il Napoli per la zona Champions.
La squadra di Garcia in vantaggio di sei punti sui partenopei ad inizio dell’incontro, ha iniziato bene la partita anche se ha sofferto gradualmente il pressing alto dei giocatori partenopei. La massima concentrazione e l’attenzione prestata non hanno concesso grandi opportunità agli ospiti nel corso della prima parte di gara.
Il Napoli non ha demeritato è stato sempre in partita fino ai secondi finali insidiando il vantaggio dei capitolini.
La Roma ha costretto il Napoli quando attaccava a guardarsi alle spalle perchè un Iturbe in stato di grazia e grande lottatore ha reso difficile il lavoro dei difensori.

SCONTRO DA ZONA CHAMPIONS

La partita aveva un’attesa grande perchè grande era la posta in palio. Se la Roma ospitante è in piena zona Champions in classifica, occupando il secondo posto, il Napoli cercava all’Olimpico una vittoria che poteva ridare speranze per un finale sprint per l’Europa che conta di più. Oltretutto le assenze in casa Roma erano tante e tali da far temere un pranzo indigesto (si è giocato alle 12,30). Senza Totti e Gervinho tra gli assenti più illustri la nota più bella è il ritorno un po’ a sorpresa di Balzaretti in panchina. Il Napoli al gran completo inserisce Higuain (che non punge) di ritorno dall’Argentina lasciando in panca Gabbiadini e Zapata (entreranno solo nel finale)
La partita, come detto, con una posta in palio così importante, è stata per lunghi tratti giocata a ritmo blando, lunghe le fasi di studio ed il decollo della gara si è mantenuto distante nel tempo. L’incontro molto tattico è risultato bloccato per poi accendersi sopratutto nella ripresa quando i partenopei hanno messo da parte tutti i timori reverenziali ed hanno attaccato a pieno organico alla ricerca del pareggio.

Pjanici, Esultanza e rabbia

Pjanici, Esultanza e rabbia

Pjanic polemico con alcuni giornalisti

Pjanic polemico con alcuni giornalisti

PJANIC RETE E POLEMICHE

A sbloccare una partita bloccata ci pensa il trio Iturbe-Florenzi(fresco di gara con la Nazionale) e Pjanic. Sono loro  tre infatti che confezionano il goal-partita. Iturbe che lotta su ogni palla serve a sinistra Florenzi che attira su di se in area di rigore un paio di avversari, il nazionale giallorosso finta il cross in mezzo e invece serve la corrente Pjanic che al volo insacca alla sinistra dell’estremo difensore capitolino.sotto la curva sud. Grande boato dei 30.000 giallorossi sugli spalti mentre il bosniaco invia messaggi di contestazione al settore stampa. Una strana esultanza dominata dalla rabbia per qualche polemica innestata col centrocampista bosniaco.
Da questo momento i giallorossi controllano maggiormente l’incontro lasciando alla retroguardia maggiori competenze di gioco.

SOFFERENZA NEL SECONDO TEMPO

La ripresa si apre subito col Napoli in avanti alla ricerca del pareggio anche se in classifica cambierebbe poco. In ogni caso le occasioni per gli uomini di Benitez iniziano a concretizzarsi e in questi casi aumenta la bravura e l’esperienza di De Sanctis che, dopo una uscita sbagliata nel corso del primo tempo, si erge sugli scudi diventando protagonista in almeno tre circostanze. Col passare dei minuti la Roma difende sempre più con maggiore orgenico posizionando i velocisti a metà campo per le rare ripartenze. Esce Higuain autore solo di un tiro a giro di poco alto, entrano nel Napoli tutti gli altri pezzi da 90 come Gabbiadini, Zapata, Insigne che insieme all’ottimo Mertens rendono incandescente l’attacco azzurro.
Arriva in questi frangenti l’occasione più importante degli ospiti con Gabbiadini cui risponde con un super intervento d’istinto De Sanctis che alza sopra la traversa.
La Roma getta al vento la possibilità di chiudere l’incontro con Iturbe che in azione solitaria supera anche il portiere ma conclude a porta semivuota sull’esterno della rete.
Il finale è di marca azzurra con un errore da brividi di De Rossi a pochi secondi dalla fine in piena area di rigore.
Il triplice fischio di Rizzoli riempie di gioia il cielo sopra la capitale, gioia tutta romanista. Il Napoli è affondato e messo a nove punti di distanza dal secondo posto, in una classifica ad eliminazione la Roma ha avuto meglio sui partenopei.
Chi critica il cattivo gioco nella gara magari non tiene conto che in queste partite la posta in palio è determinante e troppo spesso più importante anche dello spettacolo.
In ogni caso le occasioni da parte delle due squadre non sono mancate, per la Roma l’importante era vincere e la vittoria è arrivata, una vittoria che vale molto perchè nel computo degli scontri diretti il Napoli che ha vinto 2-0 all’andata è in vantaggio sulla Roma ma nove punti di ritardo dai giallorossi a nove giornate dal termine sembrano veramente troppi da recuperare, per cui sembra poter affermare che la Roma si è scrollata di dosso un avversario importante.

Garcia incita la squadra

Garcia incita la squadra

GARCIA:  Volevamo iniziare forte e poi essere compatti in difesa, sfruttando il campo aperto perché sapevamo che il Napoli ha grandi attaccanti, ma in difesa soffrono.
I ragazzi sono stati bravi a colpire, nella ripresa ci siamo abbassati un po’ troppo, ma la voglia e il carattere della squadra ha fatto sì che ci fosse sempre un giocatore a difendere la sua porta. Sappiamo che in questo momento in cui segniamo meno essere solidi ci aiuta a vincere le partite. Avevo detto che un 1-0 sarebbe bastato,  voglio sottolineare che oggi i singoli hanno fatto la differenza nel collettivo: una vittoria di squadra, con Iturbe, Pjanic e De Sanctis che hanno fatto la differenza.
In palio c’erano sei punti, visto che si trattava di un avversario diretto. Abbiamo vinto questo mostra la serenità e la fiducia che i ragazzi hanno nei propri mezzi. Ora dobbiamo solo pensare alla prossima partita contro il Torino, perché non serve fare calcoli. Aspettiamo gli altri risultati, poi ci sarà solo la gara con il Torino. Abbiamo visto una Roma dove c’era sempre un giocatore che lottava per aiutare il compagno. Per conquistare i tre punti bisogna avere questo atteggiamento. Abbiamo sbagliato passaggi facili a centrocampo: questo lo dobbiamo migliorare, ma questa vittoria rappresenta una base importante per lavorare con fiducia.
Se prendiamo la difesa di oggi è totalmente nuova, solo Torosidis c’era l’anno scorso. Stanno dimostrando di poter essere molto bravi. L’intelligenza di una squadra è anche l’intelligenza di dire dobbiamo essere più solidi, visto che segniamo meno. Io sono tranquillo, torneremo a segnare di più. Almeno però con l’atteggiamento difensivo basta un gol per vincere. E’ un’arma in più per la fine del campionato. Mi è piaciuto come i ragazzi hanno seguito il piano della partita. Ho scelto un tridente leggero e loro sono stati bravi a fare quello che avevamo preparato. Oggi i singoli hanno fatto la differenza nel collettivo. Iturbe, Pjanic, De Sanctis… ci hanno aiutato tanto.
Per giocare una gara così bisogna essre sereni e fiduciosi. Il fatto di lottare tutti insieme umanamente e calcisticamente ha inciso. Continuamo a lavorare, non dobbiamo aspettare gli altri risultati e concentriamoci solo su Torino. Avremo una settimana normale che ci manca da tanti mesi. E’ sempre interessante lavorare su una vittoria, i ragazzi non si adageranno perchè sento la loro voglia tutti i giorni. Il campionato è ancora lungo, 9 partite sono tante. Prima di Cesena avevamo detto di prenderci partita dopo partita e ci sta riuscendo.
I ragazzi dopo Cesena, dove molte big non hanno vinto, hanno dato un’ottima risposta. Era umano perdere un po’ di fiducia in casa, ma la risposta arriva sempre sul campo. Quando abbiamo questo atteggiamento è tosto giocare con noi. Questo discorso vale anche per il futuro. Spero di vedere tornare gli assenti, ma chi ha giocato ha risposto con una gara di grande livello.  Siamo a +9 sul Napoli, ma l’importante è aver vinto all’Olimpico. I ragazzi sono stati bravi, era molto difficile giocare in casa piuttosto che fuori. Ora questa seconda vittoria consecutiva ci dà più fiducia per il futuro.

La rete di Pjanic su assist di Florenzi

La rete di Pjanic su assist di Florenzi

TABELLINO

Roma: De Sanctis; Torosidis, Manolas, Astori, Holebas (70′ Mbiwa); Pjanic (68′ Paredes), De Rossi, Nainggolan; Florenzi (79′ Ibarbo), Ljajic, Iturbe.
A disposizione: Lobont, Skorupski, Cole, Spolli, Mapou, Balzaretti, Pellegrini, Paredes, Verde, Ibarbo, Doumbia
Allenatore: Garcia.
Napoli: Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; David Lopez, Jorginho; Callejon (61′ Gabbiadini), Mertens, De Guzman (81′ Insigne); Higuain (76′ Zapata).
A disposizione: Rafael, Colombo, Strinic, Henrique, Mesto, Zuniga, Strinic, Gargano, Hamsik, Zapata, Gabbiadini, Insigne.
Allenatore: Benitez.
Arbitro: Rizzoli di Bologna
Assistenti: Nicoletti e Padovan
IV uomo: De Luca
Assistenti di porta: Irrati e Gervasoni
Marcatori: 25′ Pjanic
Ammoniti: De Rossi,  Holebas,  Albiol,  Mertens
Spettatori: 34..425
Incasso: 1.067.885 euro
Recuperi: 0′ primo tempo; 4′ secondo tempoArbitro: Rizzoli

Gervinho infortunato

Gervinho infortunato

GERVINHO FUORI TRE SETTIMANE

Non sarà soltanto la gara con il Napoli che Gervinho dovrà saltare ma sarà fuori per almeno altre due. L’infortunio subito in Nazionale è più importante del previsto e l’attaccante giallorosso rientrato martedi 31 marzo nella capitale osserverà un lungo stop. Per la questione infortuni la Roma in questa stagione non è stata di certo fortunata, Gervinho in particolare dopo la Coppa d’Africa ha dovuto ritrovare la giusta condizione ed ora che sembrava essere ritornato all’altezza delle aspettative si deve nuovamente fermare. La Roma ha emesso un comunicato sulle condizioni del calciatore: “Gervinho è stato sottoposto ad esami clinici e strumentali che hanno evidenziato una lesione di primo grado del bicipite femorale destro. La prognosi è di tre settimane. Da domani il calciatore inizierà le terapie del caso”.

ROMA-NAPOLI NO AI RESIDENTI IN CAMPANIA

Come nella gara di andata anche in questa di ritorno la tifoseria ospite non potrà seguire la propria squadra in trasferta. All’Olimpico non potranno essere presenti i tifosi partenopei residenti in Campania lo ha dichiarato Roberto Massucci responsabile dell’Osservatorio del Viminale: “Il momento è troppo difficile e abbiamo stabilito il divieto  di trasferta a Roma per i residenti della Campania.” Una limitazione che sembra necessaria in quanto la partita è ad alto rischio incidenti. Purtroppo per alcuni sconsiderati lo psettacolo allo stadio sugli spalti sarà monocolore così come successo al San Paolo nella partita di andata. Chiaramente sono penalizzati la maggior parte dei tifosi “tranquilli” ed i veri appassionati delle vicende calcistiche tormentati succubi di una violenza che appartiene ad una ristretta minoranza.

Schermata 2013-10-07 alle 16.39.06

ROMA ANTICIPI E POSTICIPI SERIE A

La Lega Serie A ha reso noto gli anticipi e i posticipi sino alla sedicesima giornata di ritorno. Mancano soltanto le ultime tre giornate di campionato. Questo il calendario che riguarda le gare della Roma:
Undicesima giornata di ritorno – 12 aprile 2015 ore 15,00 TORINO-ROMA
Dodicesima giornata di ritorno 19 aprile 2015 ore 15,00 ROMA-ATALANTA
Tredicesima giornata di ritorno 25 aprile 2015 ore 20,45 INTER-ROMA
Quattordicesima giornata di ritorno 29 aprile 2015 ore 20,45 SASSUOLO-ROMA
Quindicesima giornata di ritorno 3 maggio 2015 ore 12,30 ROMA-GENOA
Sedicesima giornata di ritorno 9 maggio 2015 ore 20,45 MILAN-ROMA

CALCIOPOLI? TUTTO PRESCRITTO

E’ stata emessa la sentenza della Cassazione su Calciopoli dopo 6 ore di camera di consiglio. Estinta per prescrizione l’accusa di associazione a delinquere contestata agli ex dirigenti bianconeri Luciano Moggi e Antonio Giraudo. Come riferito dal presidente del Coni Malagò è una vicenda tipicamente italiana. La notizia ha provocato vasto eco per la popolarità dei soggetti prescritti. Ricordiamo che si parla di tribunale penale e non sportivo che le sentenze di condanna le aveva emesse a suo tempo.Chiaramente con l’assurdo tempo per svolgere il processo e tutte le sue lungaggini dello stesso si è risolto a “tarallucci e vino”, qualcuno potrà festeggiare perchè prescritto, ovvero tutto si è fermato, anche la giustizia che capitola e deve arrendersi a questo istituto che l’apparato legislativo cerca di riformare. Nonostante i lunghi anni trascorsi non si è riusciti a terminare il processo, con una giustizia sempre più in crisi dove alcuni individui riescono a più riprese, tramite l’istituto della prescrizione, ad uscire fuori da processi delicati.

Coreografia della sud

Coreografia della sud

STADIO DELLA ROMA PRIMA PIETRA NEL 2015

Il sindaco Ignazio Marino ha avuto un incontro con Mark Pannes, braccio destro di James Pallotta. Oggetto dell’incontro l’edificazione del nuovo stadio della Roma. Al termine dell’incontro Pannes ha avuto modo di dichiarare: ” Siamo in linea con la tabella di marcia con lo scopo di posare la prima pietra entro la fine del 2015 e aprire lo stadio nel 2017. Abbiamo lavorato al dossier definitivo per molto tempo, il progetto è molto complesso, stiamo costruendo un ecosistema per la città di Roma che include uno stadio, un distretto per l’intrattenimento, un business park, infrastrutture pubbliche e trasporti.”
Al di là del simbolismo, la posa della prima pietra entro il 2015 , significherebbe che il progetto ancora tutto sulla carta, potrebbe decollare definitivamente, significherebbe aver superato tutta la burocrazia possibile che a volte è un macigno invalicabile.

I RISULTATI

ROMA-NAPOLI  1-0
INTER-PARMA  1-1
PALERMO-MILAN  1-2
CAGLIARI-LAZIO  1-3
GENOA-UDINESE  1-1
SASSUOLO-CHIEVO  1-0
VERONA-CESENA  3-3
ATALANTA-TORINO  1-2
FIORENTINA-SAMPDORIA  2-0
JUVENTUS-EMPOLI  2-0

CLASSIFICA SERIE A

JUVENTUS  69
 ROMA  56
 LAZIO  55
 SAMPDORIA  48
 FIORENTINA  49
 NAPOLI  47
 TORINO  42
 MILAN  41
 GENOA  38
 INTER  38
 PALERMO  35
 SASSUOLO  35
 UDINESE  34
 EMPOLI  33
 VERONA  33
 CHIEVO  32
 ATALANTA  26
 CESENA  22
 CAGLIARI  21
 PARMA  10

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts