Essentials

Meta

Pages

Categories

Europa league: Fiorentina-Roma 1-1

Ottavi di finale di Europa league
giovedi 12 marzo 2015 ore 21,05
gara di andata
Firenze Stadio Artemio Franchi
Fiorentina-Roma 1-1

Keita pareggia la gara

Keita pareggia la gara

Keita esulta dopo il goal

Keita esulta dopo il goal

OTTIMA REAZIONE
UN PAREGGIO CHE VALE

Ancora un altro pareggio per la Roma ma questa volta è un’altra storia. Se la competizione fosse stato il campionato stasera saremmo  qui a commentare negativamente l’ennesimo pareggio, conseguito in rimonta. Ma la storia di questa serata fiorentina è una storia internazionale, si chiama Europa league e il goal del pareggio realizzato in trasferta è molto importante im vista dell’incontro di ritorno.
Anche la partita finalmente ha presentato una squadra che ha saputo reagire, andata sotto nel punteggio ha costruito le giuste opportunità per gettare le basi per il pareggio. Gettata al vento l’occasione più importante come il rigore, la Roma non si è scoraggiata ed ha seguitato a creare occasioni importanti fino alla marcatura di Keita che ha riportato in equilibrio la gara.

Neto atterra Iturbe

Neto atterra Iturbe

Ljajic dal dischetto

Ljajic dal dischetto

UN INIEZIONE DI FIDUCIA

Dopo una prima parte di primo tempo francamente imbarazzante in cui il pressing viola ha fatto andare fuori giri i giallorossi, la Roma ha saputo reagire e anche dal punto di vista del gioco e della tenuta la Roma è sembrata in crescita, sopratutto rispetto alle prestazioni precedenti.
Si può sicuramente affermare che la squadra ha ritrovato il giusto spirito e che il pareggio conseguito, in una situazione difficile (goal subito e due infortuni già nella prima mezz’ora), è un’ottima iniezione di fiducia che può far da volano per i prossimi appuntamenti.
Sicuramente non sono più ammesse e giustificabili ricadute che rigetterebbero la squadra nell’oblio, in quel limbo in cui è pericoloso navigare.
La Roma vista a Firenze è molto più vicina a quella di inizio torneo qundo si era persino riusciti a pensare che si potesse arrivare allo scudetto. Tra le cose da mettere in luce la parte atletica che la Roma ha addirittura dimostrato di essere migliore di quella degli avversari. Dopo la prestazione di coppa si può immaginare che le problematiche passate riguardavano sopratutto una situazione mentale di gruppo difficile, una specie di blocco psicologico che bloccava le gambe. Come detto le conferme a quanto di bello si è visto a Firenze debbono arrivare, il dopo Fiorentina è partito, la Roma dovrà dimostrare che quello costruito al Franchi non è stata un eccezione ma dovrà essere la regola.

Garcia

Garcia

GARCIA: Ritengo che questa sera meritavamo anche la vittoria, abbiamo sofferto i primi venti minuti, poi abbiamo mostrato un altro viso, abbiamo perso meno palloni. Tengo conto più dei settanta minuti dove la Roma è stata ambiziosa al punto da segnare un gol fuori casa. Noi giochiamo sempre in undici la situazione cambia quando giochiamo con tutti e undici in forma come abbiamo fatto nel secondo tempo. La rete di Keita è un gol importante per la qualificazione, oggi potevamo vincere, ma nel calcio può succedere sempre tutto in qualsiasi momento”.

NAINGGOLAN: “Oggi meritavamo di vincere, abbiamo sbagliato il rigore e molte occasioni. Abbiamo visto una Roma che giocava in maniera fluida e che arrivava in area con il gioco manovrato. La differenza è che se noi giochiamo in undici giochiamo da Roma, oggi stavamo tutti bene, volevamo la vittoria, ma alla fine è uscito il pareggio. Tutti ci siamo aiutati, Ljajic e Iturbe che rientravano hanno reso tutto più facile. Abbiamo rivisto la Roma prima di gennaio, siamo calmi, non abbiamo perso fiducia e continuiamo a dare il massimo, dobbiamo stare con i piedi per terra. Abbiamo giocato bene quindi stiamo calmi e continuiamo a dare il massimo tutti”.

Giovedi musei gratis per i tifosi

Giovedi musei gratis per i tifosi

ARTE E CALCIO A FIRENZE…POI ANCHE A ROMA

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, in occasione della gara di giovedì di Europa League con la Fiorentina, ha raccolto l’invito di una tv che aveva proposto di far entrare gratuitamente i tifosi giallorossi in trasferta nei musei del polo museale fiorentino. Il primo cittadino fiorentino ha dichiarato:” “Devo ringraziare Pierluigi Pardo perché ha avuto davvero una bella idea nel sollecitare Firenze e Roma a dare un segnale forte e chiaro sullo sport con la ‘S’ maiuscola e sul rapporto con la cultura e quindi detto fatto. Tutti i tifosi giallorossi e anche chi avrà un biglietto per la partita di Europa League Fiorentina-Roma, potrà entrare gratuitamente in uno dei tanti musei civici della nostra città, a cominciare da Palazzo Vecchio. Io credo molto in questo binomio tra cultura e sport. “È una piccola cosa, ma io penso concreta, la cultura serve anche a insegnare i valori veri e se gli sportivi e i tifosi imparano e si fanno stupire dalla bellezza della cultura secondo me potranno anche essere migliori quando vanno a tifare per le loro squadre. Grazie a voi, grazie per l’idea e proviamo a dare un colpo al vandalismo e invece uno slancio alla bellezza”.
L’idea partita da Firenze sarà ripetuta anche a Roma in occasione della partita di ritorno, lo ha affermato il sindaco Marino pronto a far vivere i musei capitolini gratuitamente ai tifosi delle due squadre.

TABELLINO

FIORENTINA (3-5-2): Neto; Tomovic, G. Rodriguez, Basanta; Joaquin, Badelj, Pizarro (dal 46′ p.t. Mati Fernandez), Borja Valero (dal 27′ s.t. Aquilani), Alonso; Joaquin, Ilicic (dal 36′ s.t. Babacar), Salah
A disposizione: Lezzerini, Richards, Vargas, Pasqual
Allenatore: Montella.
ROMA (4-3-3): Skorupski; Torosidis, Manolas (dal 26′ p.t. Astori), Yanga-Mbiwa, Holebas; Keita, De Rossi (dal 22′ p.t. Pjanic), Nainggolan; Florenzi, Iturbe, Ljajic (dal 30′ s.t. Gervinho)
A disposizione: De Sanctis, Cole, Verde, Doumbia.
Allenatore: Garcia.
Arbitro: Estrada Fernandez (Spa)
Assistenti: Pau Cebrian Devis-Roberto Diaz Perez del Palomar (Spa)
Quarto ufficiale: Sobrino (Spa)
Marcatori: 17′ Ilicic,  76′ Keita
Spettatori 23.557
Incasso 701.627 euro.
Ammoniti: Nainggolan, Pizarro, Alonso, Ilicic, Neto, Badelj.
Angoli: 6-3 per la Fiorentina.
Recuperi: 2’nel primo tempo; 3′ nel secondo tempo

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts