Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Udinese-Roma 0-1

Diciassettesima  giornata di campionato
Stagione 2014-2015
Martedi 6 gennaio 2015
Udine: Stadio Friuli ore 12,30
Udinese-Roma 0-1

Dall' alto l'immagine chiarificatrice: è gaol

Dall’ alto l’immagine chiarificatrice: è goal

LA ROMA PASSA AD UDINE CONTROLLANDO LA GARA
IN CLASSIFICA VETTA PIU’ VICINA

E’ un goal-non goal che decide la partita, ironia della sorte proprio ad Udine dove il presidente Pozzo è stato tra i precursori a caldeggiare l’uso della nuova tecnologia. Il goal comunque sembra essere valido, la sfera ha superato la linea di porta totalmente, consacrazione che arriva dalla telecamera alta che mostra come ci sia spazio tra la linea di porta e la sfera e si vede il prato verde.
Il Friuli non è uno stadio comodo per nessuno, tranne per la Juventus che è abonata al bottino pieno con poco sudare. Vincere qui è difficile per tutti, per la Roma di più perchè rappresenta la capitale e dopo il 18′ con il pubblico e avversari accaniti ancora di più perchè convinti di essere stati defraudati.
Una Roma cinica e ben messa in campo, sopratutto nell’apparato arretrato che ha retto all’urto dei friulani che, perso per sostituzione Di Natale, hanno mentalmente perso la possibilità del colpo del campione per arrivare al pareggio.
La squdra giallorossa con il minimo sforzo ha il merito di aver controllato la partita a centrocampo, bnuono l’apporto di Strootman, con la massima attenzione difensiva che non ha procurato grossi allarmi.
Bene Garcia che però al momento della sostituzione di Ljajic (solo una forte contusione, anche se uscito in barella) ha mandato in campo la pedina meno pregiata Emanuelsson che ha rischiato un rigore in area giallorossa per poi rischiare il raddoppio in quella friulana.
La mancanza di Nainggolan si è sentita e l’infortunio di Ljajic nel finale con la scarsa vena di Maicon fanno apparire, in alcuni casi, una Roma non troppo brillante nelle dinamiche del gioco.
In ogni caso va ricordato, sopratutto ai critici cronici, come la Roma poteva uscire dal Friuli anche con un risultato più copioso, semmai la mancanza di cinicità nel mettere al sicuro il risultato può essere un problema che va risolto, ma qui è necessario un buon attaccante che alla Roma in questo momento manca (Destro rimane in panca).

L'arbitro Guida concede giustamente la rete alla Roma

L’arbitro Guida concede giustamente la rete alla Roma

GOAL-NON GOAL…E’ GOAL

Astori festeggia il suo compleanno con la rete della vittoria

Astori festeggia il suo compleanno con la rete della vittoria

Il minuto più importante del primo tempo è il 18′ quando Astori, in campo al posto di Yanga Mbiwa, corregge di testa una palla vagante in area di rigore dell’Udinese.
La sfera incoccia sotto la traversa e sbatte in terra al di quaà o al di là della riga di porta? La palla ha superato tutta la riga di porta?
Le domande sono legittime perchè attengono al regolamento che vuole la sfera che abbia superato completamente la linea che delimita il passaggio tra il goal e il non goal.
Ebbene la sfera colpita da Astori, ha superato completamente la linea di porta, lo si evince da un immagine dall’alto l’unica che è pulita, le altre non sono giudicabili perchè coperte dal palo.
Ad asseganare la rete è il direttore di gara Guida che supera il giudizio incerto del giudice di porta Maresca. Oltre alle polemiche dei tifosi di casa e dei giocatori friulani queste sono destinate a ravvivarsi con le discussioni che questo nuovo caso apriranno sulla introduzione dei mezzi elettronici che, a differenza dell’occhio umano, non sbagliano almeno che a sbagliare non siano coloro chiamati ad interpretarli.
Oltre la rete non c’è altro da segnalare, la Roma trovato il goal ha controllato la gara senza lasciando all’Udinese una sola occasione. Altre considerazioni vertono solo sulla presenza in campo di Strootman con Nainggolan in panchina (preservato dal derby, unico diffidato De Rossi in campo), con Iturbe e Ljaic a sostegno di Totti.

I tifosi romanisti festanti ad Udine

I tifosi romanisti festanti ad Udine

IL MIGLIORE AUGURI PER I NOSTRI LETTORI: UN TROFEO PER LA ROMA

Chiarament fortuna e felicità a tutti voi ed ai vostri cari. Questo ve lo avranno già detto in tanti, con più o meno cuore. L’almanaccoroma.com oltre a quanto anzidetto si augura nel vostro e nostro interesse che un sogno torni presto a concretizzarsi, visto la forza che la squadra sta dimostrando nell’ultimo biennio: la vittoria di uno o più trofei quali:
LO SCUDETTO e non serve aggiungere altro
LA COPPA ITALIA Importantissima per arrivare alla stella prima della juventus
LA UEFA Per riportare a Roma un successo europeo di cui la bacheca è molto scarsa.

LA ROMA SUPERA LA CONCORRENZA E ARRIVA MENDEZ

IL giovane attaccante Kevin Mendez, da circa 3 settimane diventato comunitario, passerà in giallorosso perchè la Roma di james Pallotta, grazie alla visione di sabatini, uomo mercato, ha battuto tutti e ha preso il giovane attaccante per una cifra intorno ai 2 milioni di euro più bonus.
Ora Kevin Mendez andrà in prestito al Perugia, per un periodo che varia dai sei mesi. in cui la società capitolina vaglierà le capacità di adattamento al calcio italiano del giovane uruguagio.
L’operazione è in dirittura d’arrivo, ma si tratta di dettagli. E’ un ragazzo talentuoso che aiuterà il Perugia a crescere nel campionato cadetto. La Roma sarà alla finestra per vedere le qualità del giovane e se queste eccelleranno potrebbe anche fare subito ritorno a trigoria alla corte di Garcia o un prolungamento di un altro anno in terra umbra. Con i giovani ci vuole tempo e la società capitolina ne ha per farli crescere in squadre giuste per richiamarli al momento opportuno.

TABELLINO

UDINESE (3-5-2) Karnezis; Danilo, Domizzi, Piris; Widmer, Allan, Guilherme (36′ s.t. Bruno Fernandes), Kone, Gabriel Silva (dal 23′ s.t. Pasquale), Geijo, Di Natale (dal 23′ s.t. Thereau)
A disposizione: Brkic, Scuffet, Belmonte, Bubnjic, Hallberg, Jaadi, Jankto, Vutov
Allenatore: Stramaccioni.
ROMA (4-3-3) De Sanctis; Maicon (dal 21′ s.t. Torosidis), Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De Rossi, Strootman; Ljajic (dal 38′ s.t. Emanuelson), Totti (21′ s.t. Florenzi), Iturbe
A disposizione: Skorupski, Yanga-Mbiwa, Cole, Somma, Nainggolan, Paredes, Verde, Borriello, Destro
Allenatore: Garcia.
Arbitro: Guida
Assistenti: Marzaloni e Crispo
IV ufficiale:Paganessi
Assistenti di porta: Tagliavento e Maresca
Marcatore: 18′ Astori
Spettatori:  12mila circa
Ammoniti:  Di Natale, Maicon, Pjanic, Astori, Torosidis,Emanuelson
Espulso: all’85’ il vice allenatore dell’Udinese Stankovic per proteste

I RISULTATI

 LAZIO-SAMPDORIA  3-0
 UDINESE-ROMA  0-1
 PARMA-FIORENTINA  1-0
 PALERMO-CAGLIARI  5-0
 MILAN-SASSUOLO  1-2
 GENOA-ATALANTA  2-2
 EMPOLI-VERONA  0-0
 CHIEVO-TORINO  0-0
 CESENA-NAPOLI  1-4
 JUVENTUS-INTER  1-1

CLASSIFICA SERIE A

 JUVENTUS  40
 ROMA  39
 NAPOLI  30
 LAZIO  30
 GENOA  27
 SAMPDORIA  27
 MILAN  25
 PALERMO  25
 FIORENTINA  24
 SASSUOLO  23
 INTER  22
 UDINESE  22
 EMPOLI  18
 TORINO  18
 VERONA  18
 CHIEVO  17
 ATALANTA  16
 CAGLIARI  12
 PARMA (1 punto penalizzazione)  9
 CESENA  9

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts