Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Atalanta-Roma 1-2

Dodicesima  giornata di campionato
Stagione 2014-2015
Bergamo: Stadio Atleti azzurri d’Italia
Sabato 22 novembre ore 18,00
Atalanta-Roma 1-2

    LA COPPIA VINCENTE LJAJIC-NAINGGOLAN

LA COPPIA VINCENTE LJAJIC-NAINGGOLAN

ROMA IN RIMONTA

Parte male, anzi malissimo una Roma che non ha portato il cervello collegato con le gambe nei primi dieci minuti di gioco. Una difesa disastrosa che fatica ad arginare Morales a sinistra e che stenta a liberare con efficacia.
Poi arriva immediato lo svantaggio, frutto di un’altra disatrosa soluzione difensiva e l’Atalanta prende coraggio. Raimondi supera Cole, ancora troppo incerto ed evanescente, e dal fondo tocca indietro per Moralez. Il tocco dell’argentino è preciso palla sotto la faccia inferiore della traversa e nel sacco.
L’ultimo a sbagliare è De Sanctis che mostra un tentativo di presa da quattro in pagella. Le mani come una saponetta si fanno sfuggire una palla semi-innocua che è uno zuccherino per Papu Gomez che fa’ tremare la traversa e i tifosi romanisti presenti e quelli davanti la tv.
Non è possibile subire così andava ripetendo Garcia mentre l’arbitro grazia Morales per un entrata a pallone lontano su De Rossi.
La Roma inizia a prendere le misure all’Atalanta e Pjanic sbaglia il pareggio per una questione di centimetri.
A salvare i giallorossi è la prestazione di Ljajic che è in continuo movimento si guadagna spazi importanti e su assist di Destro s’inventa una rete da campione svariando da sinistra verso il centro, portandosi dietro mezza difesa bergamasca per poi mettere la palla nell’angolo lungo dove il portire Sportiello non può arrivare mai.
Una rete di classe che esalta, adesso sì, le quote di un calciatore semi inespresso. In attesa del migliore Iturbe Ljajic sale di quota.
La Roma adesso affonda con più sicurezza e quando Destro, ancora assist man, serve Nainggolan al centro dell’area la palla è destinata nel sacco cosa che avviene puntualmente per il vantaggio dei capitolini in rimonta.

Ljajic firma da campione il pareggio

Ljajic firma da campione il pareggio

SECONDO TEMPO PARODA D’ORDINE RESISTERE

Acquisito il punteggio favorevole nel corso dei primi quarantacinque minuti gli uomini di Garcia, privi di Torosidis infortunatosi(sostituito da Somma all’esordio in serie A), cercano con il possesso palla e con tutti gli espedienti possibili e meno possibili, di portare in porto un risultato troppo importante per la classifica, per il morale sopratutto in vista della trasferta di Champions league a Mosca cui la Roma è chiamata a cercare un passaggio del turno possibile impronosticabile alla vigilia ma che adesso sembra possibile.
Proprio questa aumentata possibilità sportiva ed economica di avanzare in Champions ha tenuto banco anche a Bergamo dove i giallorossi in formazione largamente rimaneggiata per infortuni e scelte tecniche, ha saputo rialzarsi dopo un inizio terribile per poi rimontare e controllare abbastanza tranquillamente un’Atalanta che è sembrata poca cosa, ma tutto cuore.
Il gioco non è stato spettacolare ma per rialzare il morale e la condizione servono vittorie come questa che in altre occasioni sarebbero state sconfitte cocenti.
Al pari del K.o. anche un pareggio, visto il gioco lezioso e bruttino degli uomini di Garcia, avrebbe propabilmente allontanato in maniera decisa la possibilità di lottare per lo scudetto.

La palla di Naingglona nel sacco

La palla di Naingglona nel sacco

La Roma pomeridiana vola in vetta alla classifica in virtu’ di tre punti conquistati grazie alle magie di Ljajic e la consueta riconferma di Nainggolan. Male, come accennato la difesa, bene De Rossi che ha spazzato la tre-quarti in maniera convinta ma che ha commesso anche un errore che non si ricorderà per il clamoroso sbaglio di Morales che ha vanificato il pareggio, un tiro più facile da mettere dentro che sbagliare.
La Roma ringrazia e non subisce più pericoli tranne un’altra poco rassicurante uscita di De sanctis che alla fine guadagna la punizione.
Da sottolineare alcune cose su cui Garcia troverà il modo di lavorare ed approfondire con i suoi ragazzi. Un esempio su tutti proprio sul migliore dei giallorossi, su Ljajic che per troppo individualismo perde una palla sulla tr quarti bergamasca e regala ai padroni di casa un’azione su cui Manolas si deve sacrificare ricevendo un giallo che alla fine pesa.
Anche Pjanic, e qualche altro compagno, sono sembrati in alcune occasioni leziosi e forse la squadra si è piaciuta troppo  e si sa che la vanità alla fine non paga.
Di positivo la compattezza della squadra, il rialzarsi dopo il K.o iniziale e la volontà e bravura di alcuni solisti che hanno dato il viatico giusto per arrivare alla vittoria.
Poi una Roma operaia, che ha saputo soffrire, spazzare l’area e la tre quarti senza affondare, a costo di perdere spesso il possesso della sfera ma il sacrificio di tutti anche nella fase difensiva.

Schermata 2014-11-22 alle 20.38.45
Sufficente il debutto in serie A di Somma che è sembrato non risentire nella pressione che si riceve quando sei alla prima nel masimo campionato nazionale.
Il risultato in una partita non bella è la cosa principale che conta, una prestazione opaca della squadra che il punteggio cancella in attesa di un miglioramento che non tarderà ad arrivare. Questa di Bergamo è una tappa importante perchè vede la Roma tornare a vincere in trasferta, vittoria che mancava da diverso tempo, dalla trasferta di Parma.
Ora avanti con la Coppa prima dell’Inter all’Olimpico.

DIFFERENZE DI CONDIZIONE TRA JUVENTUS E ROMA

In questa fase del campionato la Juventus sembra volare, senza particolari problemi riguardo ad infortuni e squalifiche in casa bianconera sembra l’arma vincente la condizione fisica che è generalmente sopra la sufficenza e straripante in alcuni elementi.
In casa Roma la squadra è afflitta da numerosi infortuni, nella maggior parte dei casi muscolari, che menomano e minano il gioco di Garcia. Il passo dei giallorossi è alquanto rallentato e molti atleti in campo non sono al top della forma.
Eppure se il distacco atletico tra Juventus e Roma sembra pendere nettamente a favore della squadra bianconera, in classifica i punti di ritardo tra Juventus e Roma restano soltanto tre, frutto di uno scontro diretto che tutti sanno in che modo è finito e senza rinnovare le polemiche, seppur giuste.
La Roma quindi se riavrà presto gli infortunati e se tornerà proficuamente sul mercato di gennaio potrebbe, con buone chanches, lottare fino al termine per la vittoria del titolo nazionale. Infine vanno nel prosieguo considerate le energie nervose e fisiche che Juventus e Roma dovranno profondere in Champions league in cui ancora non hanno certezze nel superamento dei gironi.

INCIDENTI A BERGAMO

Intorno alle ore  20.30, ci sono stati incidenti tra la polizia e gli ultrà dell’Atalanta, che avevano iniziato una caccia al romanista. Vi sono stati lanci di bombe carta e di lacrimogeni. Due agenti sono rimasti feriti, anche se le loro condizioni non sarebbero gravi.
Gli ultrà dell’Atalanta si erano piazzati in via Baioni, poco distant dalla curva sud dello stadio Atleti azzurri d’Italia, per raggiungere i tifosi romanisti.
Le forze dell’ordine rappresentate dai reparti celere della polizia si sono schierate in forze fuori dalla Curva per tenere separate le due tifoserie.
Per evitare il peggio sono stati sparati alcuni lacrimogeni, ricevendo come risposta  dagli ultrà bergamaschi bottiglie, bulloni e altri oggetti.
In questa fase alcuni agenti sono rimasti leggermente feriti per lo scoppio di una bomba carta e sono stati portati in ospedale.
In serata il migliaio di tifosi della Roma,che avevano seguito la squadra hanno lasciato in pullman lo stadio senza ulteriori problemi.

CROLLA LA LAZIO IN CASA 0-3

Tonfo casalingo della Lazio dopo la sconfitta di Empoli. Questa volta a vincere contro i biancocelesti all’olimpico è la Juventus che così mantiene immutato il vantaggio di soli tre punti sulla Roma vittoriosa a Bergamo

CASTAN DOVRA’ OPERARSI

Leandro Castan sarà operato

Leandro Castan sarà operato

La Roma con un comunicato ufficiale fà chiarezza sulle condizioni attuali di Castan che dopo la prima di campionato ad Empoli è praticamente uscito dalla scena calcistica. Notizie incontrollate si erano diffuse nelle ultime settimane ed avevano fatto inquietare giustamente l’atleta. Purtroppo a volte per dare una notizia si calpesta tutto e tutti e coloro che lo fanno non vanno seguiti, almeno moralmente.
Questo il comunicato anzidetto in cui si evince che il ragazzo dovrà sottoporsi ad un’operazione che lo riporterà presto, forse già a gennaio sui campi di calcio: Auguri Leandro: “”Il calciatore Leandro Castan dopo la gara Empoli-Roma ha accusato una sindrome vertiginosa acuta. Gli esami cui il giocatore è stato sottoposto nei giorni successivi hanno rivelato la presenza di una alterazione congenita vascolare nel peduncolo cerebellare medio posteriore sinistro, conosciuto con il nome di cavernoma. All’interno di tale cavernoma si è verificato un piccolo edema e di conseguenza un rigonfiamento transitorio che ha causato i sintomi avvertiti dal calciatore e che si sono risolti completamente nel giro di alcuni giorni. Sebbene il cavernoma non rappresenti una minaccia per la vita del calciatore, che è attualmente in perfette condizioni fisiche, rimane il rischio di un nuovo episodio. Al termine dell’iter diagnostico, in accordo con lo staff medico e la società, il calciatore risolverà definitivamente il problema sottoponendosi, nei primi giorni di dicembre, ad intervento neurochirurgico al fine di poter riprendere regolarmente l’attività sportiva agonistica. A seguito dell’intervento verrà divulgata un’ulteriore nota sulle condizioni del calciatore”.

 

Totti un uomo oltre la maglia

Totti un uomo oltre la maglia

PREMIO PER TOTTI

Consegnato a Francesco Totti il premio Giacinto Facchetti nella sede della Gazzetta dello Sport a Milano.  Quando si pensa a lui, si legge sulla La Gazzetta dello Sport, si pensa al campione in campo. Di rado, invece, si pensa al campione che c’è fuori dal calcio, quello un po’ più privato, che gioca una partita speciale nella vita, fatta soprattutto di beneficenza, aiuti, sorrisi. Il capitano, ricevuto il riconoscimento ha dichiarato: ” “Ho sempre voluto indossare solo questa maglia e dopo vent’anni di matrimonio vuol dire che c’è amore e passione. Finché c’è questo c’è tutto, quando verrà meno allora, tra poco, smetterò.
L’ultimo sogno che mi è rimasto è la Champions, questa città merita grandi vittorie, i tifosi della Roma hanno una passione differente rispetto agli altri. Spero e penso che sia l’anno giusto, e come me la pensano la squadra e la città.
E’ l’unico amore calcistico che ho, e il boato al gol dello scudetto mi ha fatto battere fortissimo il cuore, dobbiamo riportare le famiglie allo stadio, soprattutto i bambini. Lo stadio deve essere un divertimento, il calore che ci trasmettono i bambini dà anche a noi in campo una motivazione in più per giocare anche meglio. I miei figli vengono spesso allo stadio ma a volte mi dicono: ho paura, non vengo allo stadio. Nella stagione in corso purtroppo abbiamo avuto una piccola crisetta.

 PERDITE CONTINUE IN DIFESA. REPARTO MARTORIATO

Ci mancavano le gare delle Nazionali europee a creare problemi al tecnico della Roma Rudi garcia. Fatale la gara con la nazionale francese per  Yanga-Mbiwa che ha riportato una lesione al bicipite femorale della gamba destra.
Questo sarebbe l’esito degli esami svolti dal giocatore a Rennes, il francese potrebbe rimanere a riposo per 20 giorni. In ogni caso per la gara con l’Atalanta non verrà neppure convocato.
Martedì 18 novembre la Roma ha sottoposto a nuovi esami il difensore romanista ed è risultata una lesione di primo grado alla coscia destra.del muscolo semitendinoso. Il giocatore ha già iniziato il protocollo riabilitativo.
Ci si interroga sulle problematiche emerse a questo punto della stagione. Troppi infortuni muscolari che fanno scattare il campanello d’allarme. Di chi la responsabilità? Dei preparatori atletici che sono saliti sul banco degli imputati? Delle trasferte oltre oceano che non fanno fare agli atleti una preparazione adeguata? Un problema che va risolto e che costringerà sicuramente la Roma a ripresentarsi sul mercato a gennaio.

UN ALTRO IVORIANO PER LA ROMA

La Roma ha  perfezionato l’accordo con la società romana Vigor Perconti per l’acquisto di Bamba Mory, attaccante classe 2002 originario della Costa d’Avorio.
Non solo per la nazionalità ma per le doti calcistiche il giovane è considerato l’erede di Gervinho. A partire dal prossimo anno vestirà la maglia della Roma.

TABELLINO

ATALANTA (4-4-1-1): Sportiello; Bellini (dal 24′ s.t. Grassi), Stendando, Cherubin, Dramè; Gomez (dal 30′ s.t. Boakye), Baselli, Carmona, Raimondi; Moralez; Denis (dal 30′ s.t. Bianchi)
A disposizione: Avramov, Del Grosso, Scaloni, D’Alessandro, Biava, Zappacosta, Spinazzola, Molina.
Allenatore: Colantuono.
ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis (dal 4′ s.t. Somma), Manolas, Astori, Cole; Pjanic (dal 37′ s.t. Keita), De Rossi, Nainggolan; Iturbe (dal 13′ s.t. Florenzi), Destro, Ljajic A disposizione: Skorupski, Strootman, Borriello, Holebas, Gervinho, Uçan, Emanuelson, Calabresi, Sanabria
Allenatore: Garcia
Arbitro: Massa
Assistenti Di Fiore e La Rocca
Quarto ufficiale: Cariolato
Addizionali d’area: Russo e Candussio.
Marcatori: 1′ Moralez, 23′ Ljajic, 42′ Nainggolan
Spettatori 17.286
Incasso 248.664 euro
Espulso Boakye al 50′ per proteste.
Ammoniti: Nainggolan, Carmona, Moralez, Pjanic, Astori, Somma, Boakye, Keita
Recuperi: 0′ primo tempo, 5′ secondo tempo

I RISULTATI

 ATALANTA-ROMA  1-2
 LAZIO-JUVENTUS  0-3
 TORINO-SASSUOLO  0-1
 UDINESE-CHIEVO  1-1
 PARMA-EMPOLI  0-2
 NAPOLI-CAGLIARI  3-3
 VERONA-FIORENTINA  1-2
 CESENA-SAMPDORIA  1-1
 MILAN-INTER  1-1
 GENOA-PALERMO  1-1

CLASSIFICA SERIE A

 JUVENTUS  31
 ROMA  28
 NAPOLI  22
 SAMPDORIA  21
 GENOA  20
 LAZIO  19
 UDINESE  18
 MILAN  18
 INTER  17
 FIORENTINA  16
 SASSUOLO  15
 VERONA  14
 PALERMO  14
 EMPOLI  13
 TORINO  12
 CAGLIARI  11
 ATALANTA  10
 CHIEVO  9
 CESENA  8
 PARMA  6

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts