Essentials

Meta

Pages

Categories

al 25Campionato: Roma-Torino 3-0

Undicesima  giornata di campionato
Stagione 2014-2015
Roma: Stadio Olimpico
Domenica 9 novembre ore 20,45
Roma-Torino 3-0

Torosidis sblocca il risultato

Torosidis sblocca il risultato

DUE GOAL UNA TRAVERSA TANTE OCCASIONI PRIMO TEMPO SUPER

Quando tanti anni fà le automobili potevano scegliere tra la benzina normale e la super, chi voleva un po’ più di brillantezza sceglieva la seconda anche se costava qualcosa in più.
Dopo due sconfitte per 2-0 i giallorossi si fermano al distributore dell’Olimpico e per il primo tempo ordinano un pieno di super.
Il benzinaio Garzia fà volentieri il giusto livello di carburante e nelle sue intenzioni si colora il sorriso sulle bocche dei tifosi giallorossi.
Apre Torosidis imbeccato, manco a dirlo, da uno strepitoso Totti, ed il Torino è già in difficoltà. Il solo Quagliarella cerca di mettere paura a DeSanctis che è bravo e ben piazzato su una sua conclusione dal limite.
Arriva poi l’opportunità del calcio di punizione sulla mattonella di Pjanic ed il serbo non si lascia pregare.
Nello stesso punto in cui la scorsa stagione punì il Napoli Pjanic batte in maniera perfetta ma centra piena la traversa, errore di pochissimi centimetri.

Il vantaggio di Torosidis

Il vantaggio di Torosidis

Poi le geometrie romaniste portano ad esultare per la prima volta in maglia giallorossa Keità che indovina l’angolo giusto alla sinistra di Gillet ed il sacco si gonfia per la seconda volta sotto la curva nord.
Totti ammonito forse un po’ frettolosamente scarica le ammonizioni mancando nel turno successivo a Bergamo contro l’Atalanta (era diffidato).
Un primo tempo in scioltezza ed in piena tranquillità con il gioco della Roma, seppr non al massimo della velocità che macina palle goal a ripetizione ma Gervinho sembra un po’ imballato e la rete che chiuderebbe anzitempo l’incontro con un tempo di vantaggio non arriva. Sospiro di sollievo per il portiere granata che in più di un occasione se la è vista brutta.

Keita raddoppia

Keita raddoppia

RIPRESA: LA ROMA SEGNA PALLEGGIANDO

C’è troppa differenza tra Roma e Torino, qualitativamente parlando, ed i giallorossi decidono di non affondare troppo la loro azione risparmiando energie preziose in vista di Bergamo e della trasferta a Mosca.
Eppure palleggiando e palleggiando arriva l’azione buona e finalmente Ljajic la mette nel sacco, questa volta sotto la sud e gli avversari spariscono sotto una messe infinita di passaggi che i giallorossi operano a metà campo, in attesa del triplice fischio. Un gesto polemico dl giocatore dell’est che i compagni frenano sotto una messe di abbracci. Ljajic capisce e dedica la rete alla gente, mettendo fine ad una polemica subito abortita.

Ljajic segna un goal bellissimo

Ljajic segna un goal bellissimo

L’OLIMPICO SUSSULTA: ECCO STROOTMAN

Richiamato uno scontento Totti  che voleva finire magari con un goal la partita al minuto 70′, sostituito per un evanescente Destro, l’applauso più bello il coro più sentito l’incitamento più bello, quello che viene dal cuore gli abitanti dell’olimpico lo regalano a Kevin Strootman che riassapora l’aria della serie A giocando poco più di sei minuti.
L’olandese, se ce ne era bisogno, ha conosciuto sulla sua pelle l’amore della gente giallorossa che gli ha voluto tributare un bentornato in maniera esLTnte, con gli onori che si tributano ad un grande campione.

ROMANISTI E NAPOLETANI SI PARLANO A DISTANZA

La Curva Nord dello Olimpico ha mostrato uno striscione che recitava: ”Se occasione ci sarà, annateve a lavà” in risposta a quello che sabato scorso era stato esposto al San Paolo: ”Ogni parola è vana. Se occasione ci sarà, non avremo pietà”. Sono poi seguiti i soliti cori del  Vesuvio. Speriamo che i più facinorosi si ravvedano e usino l’arma dell’indifferenza quella che fà più male perchè diventa assordante!

FESTEGGIATA LA COPPA ITALIA

Durante l’intervallo di Roma- Torino, il presidente Pallotta ha premiato i protagonisti della prima Coppa Italia datata 1964, vinta proprio contro il Torino.
Presenti molti dei protagonisti di quella vittoria all’Olimpico.
Il capitano Giacomo Losi e a seguire i portieri Cudicini e Ginulfi, De Sisti, Sormani e Manfredini. Una bella iniziativa che avvicina il presidente alla storia della Roma e offre un ricordo della storia della AS Roma anche per i più giovani.

ROMA IN CASA 18 PUNTI SU 18

Con la vittoria per 3-0 sul Torino, la Roma fà il pieno casalingo con il sesto successo consecutivo.
Sconfitte all’olimpico, sempre con almeno due reti di scarto Fiorentina, Cagliari, Verona, Chievo e Cesena.
Sei successi, diciotto punti conquistati così la Roma ha il miglior rendimento della Serie A tra le mura amiche.
A ruota dei giallorossi la Juventus, con 5 vittorie su 5 ma un match in meno in casa rispetto ai giallorossi.

STRARIPA LA JUVENTUS AFFONDA LA LAZIO

Un Parma formato retrocessione al cospetto della Juventus capolista si smaterializza e ne prende setteche non sono un buon viatico per Donatoni. Se vince la Juventus alle sue spalle le altre non brillano ed un eventuale successo romanista aumenterebbe i distacchi con le inseguitrici.
La Lazio che pensava nel pomeriggio di raggiungere la Roma in classifica al terzo posto, seppur momentaneamente, non solo non vince ad Empoli ma perde addirittura per 2-1 dopo una prestazione da dimenticare.
Il Palermo ferma l’Udinese mentre Milan e Sampdoria si annullano a suon di goal.

TABELLINO

Roma (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Manolas (31′ st Nainggolan), Yanga-Mbiwa, Cole; Pjanic, De Rossi, Keita (39′ st Strootman); Gervinho, Totti (25′ st Destro), Ljajic.
A disposizione: Skorupski, Calabresi, Somma, Emanuelson, Paredes, Ucan, Iturbe, Florenzi.
Allenatore: Garcia
Torino (3-5-1-1): Gillet; Maksimovic, Glik, Moretti; Bruno Peres, Gazzi, Vives (43′ Nocerino), Farnerud (1′ st Sanchez Mino), Darmian; El Kaddouri (31′ st Martinez); Quagliarella.
A disposizione: Castellazzi, Padelli, Molinaro, Ruben Perez, Larrondo, Martinez, Jansson, Gaston Silva, Amauri, Sanchez Mino, Masiello.
Allenatore: Ventura
Arbitro: Banti
Assistenti: Musolino-De Pinto
Quarto Ufficiale: Bianchi
Arbitri Addizionali d’Area: Irrati-Di Paolo
Marcatori: 8′ Torosidis, 27′ Keita, 58′ Ljajic
Ammoniti: Totti, Quagliarella, Glik
Spetattori: 35.770
Incasso: 1.016.176 euro.
Angoli: 2-5 per il Torino.
Recuperi: 1′ primo tempo; 3′ secondo tempo

LA ROMA RAFFORZA LA SUA IMMAGINE

Mia Hamm è stata chiamata a far parte del consiglio di amministrazione della Roma. “Non so se sto invecchiando, quello che so è che ora uso le mie esperienze sul campo per condividere la mia passione fuori dal campo. Sono stata in diversi team, ho capito cosa è stato fatto bene e cosa poteva essere fatto in maniera migliore“. La Hamm è entrata nel CdA della Roma in maniera improvvisa, lei ha rivelato che i genitori si trasferirono nella capitale italiana il giorno dopo la fine del suo liceo. “Roma è la squadra alla quale ho prestato sempre più attenzione. Totti il campione da seguire“.
Il presidente James Pallotta ha disegnato i tratti della più famosa calciatrice statunitense: “E’ importante avere una figura come Mia nel consiglio d’amministrazione. E’ stata sempre nel mondo del calcio, la Hamm potrebbe essere molto importante per aumentare la visibilità della Roma negli Usa”.

 LA ROMA AL COLOSSEO

Non mancano di certo le idee al presidente della Roma James Pallotta. L’ultima a metà tra il serio ed il faceto riguarda il Colosseo dove gli piacerebbe far giocare la Roma.
Di certo una più concreta e che prevede anche un insospettabile mecenatismo prevede: “Faremo una pay-per-view, 25 dollari in tutto il mondo. Potremmo avere 300 milioni di persone che vogliono guardare da tutto il mondo una partita nel Colosseo che non rivedranno mai più. L’intero incasso potrebbe poi essere reinvestito in progetti benefici nella Capitale. Prendiamo quei soldi, che potrebbero essere miliardi di dollari, e poi istituiamo una fondazione a Roma per restaurare i monumenti ancora più velocemente e per usare il resto in iniziative a favore delle aree urbane degradate”. Appena fatte queste dichiarazioni i burocrati si sono subito lanciati in un no convinto, senza neppure comprendere che nessuna risposta andava data, perchè non c’era nessuna richiesta ufficiale in tal senso. Ma il politico è sempre avvezzo a mettersi in prima fila davanti a taccuini radio e telecamere, rubando la scena sempre alle persone capaci. Un vizio non solo italiano da estirpare al più presto.

I RISULTATI

 SASSUOLO-ATALANTA  0-0
 SAMPDORIA-MILAN  2-2
 CAGLIARI-GENOA  1-1
 PALERMO-UDINESE  1-1
 JUVENTUS-PARMA  7-0
 EMPOLI-LAZIO  2-1
 CHIEVO-CESENA  2-1
 FIORENTINA-NAPOLI  0-1
 INTER-VERONA  2-2
 ROMA-TORINO  2-0

CLASSIFICA SERIE A

 JUVENTUS  28
 ROMA  25
 NAPOLI  21
 SAMPDORIA  20
 GENOA  19
 LAZIO  19
 MILAN  19
 UDINESE  17
 INTER  16
 VERONA  14
 FIORENTINA  13
 TORINO  12
 PALERMO  13
 SASSUOLO  12
 CAGLIARI  10
 ATALANTA  10
 EMPOLI  10
 CHIEVO  8
CESENA  7
 CHIEVO  6

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts