Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Roma-Genoa 4-0

Diciannovesima  giornata di campionato
Stagione 2013-2014
Roma: Stadio Olimpico ore 15,oo
Domenica 12 gennaio
Ultima del girone di andata
RomaGenoa 4-0

La rovesciata di Florenzi 1-0

La rovesciata di Florenzi 1-0

ROMA TRAVOLGENTE CHIUDE A 44 PUNTI

Il pronostico era impietoso già prima di giocare la partita, uno fisso. Ma i pronostici sono fatti proprio per essere smentiti e conoscendo certye rilassatezze passate dei giallorossi, non c’è mai nulla di scontato.
La Roma di questa stagione è però una fuoriserie e non si è fatta minimamente turbare da un Genoa ultracatenacciaro che fino al goal, ma anche dopo, ha difeso con undici uomini all’interno della propria metà campo ed otto a ridosso e dentro l’area di rigore.
Contro squadre inferiori tecnicamente, l’importante è sempre sbloccare presto il risultato e farlo possibilmente presto perchè altrimenti subentrano problematiche e nervosismo.

Florenzi segna goal da cineteca

Florenzi segna goal da cineteca

FLORENZI GOAL ALTAMENTE SPETTACOLARE

I giallorossi sbloccano nel momento giusto il risultato dopo tanti tentativi respinti dalla difesa rossoblu.A segnare è Florenzi con una rete formidabile. Il pallone gli arriva dopo una punizione di Totti respinta dalla difesa, spalle alla porta e lui con una rovesciata all’angolo scoperto da Perin coglie la faccia esterna del palo e gira in porta gonfiando il sacco davanti la curva nord. Semplice e commovente il festeggiamento di Alessandro Florenzi che non si capacita di aver realizzato una rete così bella quanto importante, poi si abbandona all’urlo gooaaal abbracciato e sommerso dai compagni di squadra.

Il pallone di Totti s'infila per il 2-0

Il pallone di Totti s’infila per il 2-0

Totti-festeggiatissimo

Totti-festeggiatissimo

TOTTI TORNA AL GOAL

Sistemata la pratica dell’1-0, il Genoa cerca di giocare qualche metro più avanti scoprendo il fianco alle accelerate di Gervinho fermato da Perin ad un passo dal goal.
Ancora Gervinho in contropiede mette sconpiglio nell’area ligure ma questa volta l’allegerimento a Totti è fatale alla difesa genoana. Il tiro del capitano non sembra al fulmicotone ma la deviazione involontaria di Antonelli infila la sfera tra mano di Perin e palo che fà 2-0.

Maicon realizza il 3-0

Maicon realizza il 3-0

MAICON TORNA A SEGNARE

Sul 2-0 ancora Genoa in avanti almeno a cercar di raddrizzare il punteggio e Roma in contropiede che domina in assoluta scioltezza. Questa volta a trovare la buca d’angolo è l’esterno Maicon che tocca e sulla respinta di Perin la sfera s’insacca nell’angolino destro del portiere assolutamente incolpevole. Si va al riposo con l’assoluta certezza sulla vittoria finale assicurata dal punteggio e per il gioco che fà degli avversari uno sparring patner.

Matuzalem scherza col fuoco

Matuzalem scherza col fuoco

Calvarese lo manda…a casa

Calvarese lo manda…a casa

MATUZALEM CHE FIGURACCIA… LAZIALE!

C’era un solo ex laziale in campo tra gli avversari, Matuzalem che al momento della sostituzione è stato sonoramente fischiato, solo ed esclusivamente per il clima derby.
La situazione è comune a tanti giocatori (guarda l’uscita di Totti sostituito a Torino sponda Juventus coperto dai fischi), soltanto un solo ex laziale poteva iniziare ad aizzare il pubblico con gesti che giocatori con intelligenza media non fanno mai.
Per lui arriva giustamente la seconda ammonizione della partita dal sig. Calvarese, quindi il Genoa che aveva immesso Cofi al suo posto deve far uscire il sostituto e restare in dieci in quanto le esternazioni del maleducato calciatore sono avvenute sul terreno di gioco prima della sua uscita dallo stesso.

Benatia chiude le marcature 4-0

Benatia chiude le marcature 4-0

LA ROMA L’ANTI JUVE

Francesco Totti caldo come i suoi compagni al termine dell’incontro suona il campanello ricordando che le lezioni non sono terminate con il termine del girone di andata e seppure a meno otto lunghezze si seguita a lottare per il primato, non nominando mai il discorso inseguitrici.”Noi ci crederemo fino alla fine. In questo momento le statistiche dicono che l’unica squadra che può ostacolare la Juve è la Roma. Cercheremo di stare lì e rosicchiare punti in caso di qualche loro stop. Vogliamo vincere, la partita contro i bianconeri l’abbiamo messa alle spalle. La Juventus sta facendo un campionato a parte, stanno dimostrando tutto il proprio valore, ma dietro hanno una Roma forte che non molla, daremo filo da torcere fino alla fine.  Abbiamo fatto una partita di testa, spirito e sacrificio, possiamo dire la nostra fino alla fine. Sono felice di aver segnato davanti alla mia gente, ma l’importante era tutto il resto. Oltre al mio c’è stato quello di Florenzi e dico che se io dovessi fare un gol del genere, penso che smetterei subito perchè non mi alzerei più da terra. Complimenti ad Alessandro perché ha fatto veramente uno dei gol più belli della Seria A”.

44 PUNTI DIFFERENZE TRA QUEST’ANNO E LO SCORSO CAMPIONATO

Le differenze tra questo campionato e quello passato sono sostanzialmente due. La prima è sotto gli occhi di tutti, a lottare per lo scudetto e la Champions league c’è anche la Roma che attraversava momenti difficili nelle scorse due stagioni con nessuna possibilità di lottare per posizioni ambiziose.
La senda differenza sta nei numeri. Lo scorso anno al giro di boa la Juventus era a 44 punti come la Roma. se si analizza il girone di andata la differenza degli otto punti in più dei torinesi è nella direzione delle gare tra Juventus e Roma. Basta vedere la moviola e fare il gioco della classifica diversa….

DUE ESORDI CON LA MAGLIA DELLA ROMA IN CAMPIONATO

In Roma-Genoa gli almanacchi (e l’almanacco Roma non è da meno), ricorderanno gli esordi con la maglia della Roma in serie A di Nainggolan (che aveva giocato in Coppa contro la Sampdoria),e di Jedvai che Garcia ha lanciato nel finale di incontro iniziando a mettere minuti preziosi nelle gambe dell’esordiente. Per Nainggolan non ci sono state esitazioni, sembra giocare in questa squadra da sempre. Chi si è accorto delle assenze di De Rossi, Ljajic, Castan? La squadra ha cancellato anche questa problematica e non è poco, superando anche la stanchezza finale che non si è vista per la gara di coppa Italia infrasettimanale.

LA SETTIMANA DA JUVENTUS-ROMA A ROMA-GENOA

Arrivato Nainggolan. Che entusiasmo!

Arrivato Nainggolan. Che entusiasmo!

NAINGGOLAN IL COLPO DELLA ROMA A GENNAIO

Colpo a sorpresa della Roma e di Sabatini nella notte a Milano, dopo la sconfitta di Torino. Radja Nainggolan, secondo le ultimissime, è il nuovo giocatore in forza alla Roma di Garcia. La trattativa prevede un esborso per il Cagliari di tre milioni per il prestito oneroso fino a giugno, quindi la Roma avrà il diritto di riscatto al termine del campionato per portare definitivamente il giocatore in giallorosso fissato a 6,5 milioni.
Al giocatore un contratto fino al 2018 con ingaggio di 1,6 milioni a stagione.
La Roma con Sabatini ha così battuto la agguerrita concorrenza di Milan, Juventus e ultimo il Napoli che sembrava aver messo sul piatto i giusti denari per chiudere la trattativa con il Cagliari.
La Roma si è dunque molto rinforzata a centrocampo e si spera che questo acquisto non debba precludere la partenza di qualche pedina molto importante nello scacchiere giallorosso.
La conferma del passaggio del forte centrocampista alla Roma arriva da Galliani che lo ha dichiarato pubblicamente.

Naingolan a Fiumicino accoglienza calda

Nainggolan a Fiumicino accoglienza calda

Naingolan è un giocatore belga, centrocampista anche della sua nazionale oltre che del Cagliari.
Il giocatore arrivato a Fiumicino è stato accolto dai tifosi giallorossi festanti che gli hanno messo subito la sciarpa al collo urlando a gran voce il nome dell’atleta e forza Roma alè….Nainggolan è sbarcato intorno alle 15.30 a Fiumicino, dove ha trovato  tifosi entusiasti. Il suo procuratore Alessandro Beltrami e l’avvocato Luca Tettamanti hanno sistemato gli ultimi dettagli e lo hanno accolto con Sabatini, Baldissoni, Zanzi e Fenucci. Nainggolan ha già scelto la maglia numero 44, almeno per ora visto che il suo numero preferito è il 4 attualmente indossato da Bradley, futuro partente? Il calciatore ha superato le visite mediche al Campus Biomedico, ed ora sarà all’Olimpico mercoledì pomeriggio per la gara di Coppa Italia Roma-Sampdoria cui assisterà dalla tribuna.
Nessuno attendeva invece Leo Paredes chè era sbarcato dall’Argentina, quasi all’alba. L’atleta è destinato ad una squadra sicuramente italiana in modo che i giallorossi avranno un posto in più per gli extracomunitari nel prossimo mercato, prorpio ad appannaggio di Paredes? Vedremo.
Un plauso in ogni caso va al lavoro di Sabatini ed alla dirigenza giallorossa che non si sono fatti scappare un giocatore affermato come Nainggolan e delle promesse come Paredes e Abner, in attesa di Iturbe?

LA CARRIERA
Radja Nainggolan esordisce inSerie A  il 7 febbraio 2010 in Inter-Cagliari 3-0. Ha fatto parte della Nazionale Under 21dal 2007 al 2010, con la quale ha disputato 13 gare e segnato un gol. Esordisce nella Nazionale maggiore il 29 maggio 2009 nell’incontro contro Cile. (1-1). È stato richiamato nuovamente nel novembre 2011 quando ha collezionato la seconda presenza in una gara amichevole contro la Romania.
La Roma ha anche molti tifosi in Indonesia e lì vi è un Roma club il cui responsabile Noordiansyah ha dichiarato:” E’ fantastico, qui noi ancora non avevamo informazioni certe e quindi siamo contentissimi di aver appreso il trasferimento soltanto adesso. I ragazzi del club sono tutti gioiosi, è un grande orgoglio sapere del suo arrivo a Roma. I genitori di Radja sono indonesiani e tutto il nostro popolo è contento che un nostro rappresentante possa rafforzare la squadra giallorossa e lo dico ora dopo la sconfitta contro la Juventus. Con Nainggolan la Roma può puntare a vincere lo scudetto. Per noi è difficile raggiungere l?Italia per le partite ma seguiremo le sue giocate dalla tv e informandoci sui social network. Siamo in tanti qui a tifare per i lupi della capitale, il nostro club si chiama Ultras Roma e ad ogni partita ci raduniamo in centinaia per vederle insieme”.Non vediamo l’ora di poter abbracciare Radja”,

 

PAREDES NUOVO ACQUISTO. BLOCCATO ANCHE RANDONJIC

Leandro Paredes è un nuovo acquisto per la Roma. La conclusione della trattativa per l’arrivo del giovane fantasista argentino alla corte di Garcia, è stata annunciata dal presidente del Boca Juniors, Daniel Angelici, che alla radio argentina La red ha ufficializzato la partenza del diciannovenne Paredes.
Walter Sabatini lo ha soffiato alla Fiorentina che che lo seguiva. La Roma ha contrattualizzato un prestito di 18 mesi alla cifra di 250mila euro e riscatto fissato a 4,5 milioni.
Il presidente del Boca, Angelici ha dichiarato: “Paredes parte per Roma, abbiamo autorizzato la sua partenza per l’Italia. Andrà in prestito alla Roma perché qui non ha spazio e vuole crescere professionalmente.” Il calciatore sta recuperando dalla frattura del quinto metatarso del piede destro. In Argentina è soprannominato el Mago. Queste le sue dichiarazioni:” Spero che serva per la mia carriera. Burdisso mi darà una mano. Non me ne vado contento perchè il Boca mi ha dato tutto e io avrei voluto ricambiare. Però ho avuto sfortuna, mi sono fatto male tre volte in un anno e poi davanti a me avevo il migliore. Non sarei voluto andare via, ma cambiare aria mi può far bene e mi aiuterà a ritrovare il ritmo. Il mio infortunio? In 10-15 giorni sarò in grado di giocare”.
La Roma resta molto attiva sul fronte dei giovani di qualità, ha concluso le trattative per giugno riguardo a Radonjic del Partizan di Belgrado, una nuova promessa, il campo lo confermerà.

INFORTUNIO A ROMAGNOLI

L’AS Roma comunica che Alessio Romagnoli è stato sottoposto ad esami strumentali che hanno evidenziato una lesione legamentosa di primo grado del compartimento esterno della caviglia sinistra. La prognosi è di 20 giorni circa. Il calciatore ha già iniziato le terapie del caso. In bocca al lupo al giovane capitolino.

IL TABELLINO

ROMA (4-2-3-1): De Sanctis; Maicon (dal 37′ s.t. Jedvaj), Benatia, Burdisso, Dodò; Nainggolan, Strootman; Florenzi (dal 33′ s.t. Marquinho), Pjanic (dal 26′ s.t. Destro), Gervinho; Totti. (Skorupski, Lobont, Torosidis, Taddei, Marquinho, F. Ricci, Caprari, Borrello). All. Garcia.

GENOA (3-5-2): Perin; Antonini, Manfredini, Marchese; Vrsaljko (dal 24′ s.t. De Maio), Matuzalem, Cabral, Biondini, Antonelli; Bertolacci (dal 17′ s.t. Cofie), Calaiò (dal 37′ s.t. Konaté) (Donnarumma, Bizzarri, Sampirisi, Sturaro, Centurion, Stoian, Fetfatzidis). All. Gasperini.

Arbitro: Calvarese.
Assistenti: Ghiandai-Posado
IV Uomo: Nicoletti
Assistenti di porta: Tagliavento-Borriello
Marcatori: 25′ Florenzi, 30′ Totti, 43′ Maicon; 52′ Benatia.
Spettatori 37.867
Incasso 942.697 euro
Espulso al 58′ Matuzalem per doppia ammonizione.
Ammoniti Marchese, Cofie.
Angoli 4-1 per la Roma.
Recupero: 0′ primo tempo; 0′ secondo tempo

 

I RISULTATI

 LIVORNO-PARMA 0-3
 BOLOGNA-LAZIO 0-0
 TORINO-FIORENTINA 0-0
 ATALANTA-CATANIA  2-1
 CAGLIARI-JUVENTUS  1-4
 ROMA-GENOA  4-0
 VERONA-NAPOLI  0-3
 SASSUOLO-MILAN  4-3
 SAMPDORIA-UDINESE  3-0
 INTER-CHIEVO  1-1

CLASSIFICA

 JUVENTUS  52
 ROMA  44
 NAPOLI  42
 FIORENTINA  37
 VERONA  32
 INTER  32
 PARMA  26
 TORINO  26
 LAZIO  24
 GENOA  23
 MILAN  22
 CAGLIARI  21
 ATALANTA  21
 SAMPDORIA  21
 UDINESE  20
 SASSUOLO  17
 CHIEVO  17
 BOLOGNA  16
 LIVORNO  13
 CATANIA  13

 

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts