Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Roma-Chievo 0-1

Trentaseiesima giornata di campionato
Stagione 2012-2013
Roma: stadio Olimpico ore 20,45
Martedì 7 maggio 2013
Roma-Chievo 0-1

Tifosi della Roma ancora traditi

Tifosi della Roma ancora traditi

LA SOLITA ROMA CONTRO LE “PICCOLE” SQUADRE

Si inizia all’Olimpico col minuto di silenzio per Giulio Andreotti, politico importante nella storia dellarepubblica, qualche fischio, silenzio ed applausi per un ricordo che molti non hanno gradito.
In campo il solito primo tempo della solita Roma che quando affronta le squadre che militano nella bassa classifica offre il peggio di se stessa. Difesa a tre la scelta di Andreazzoli, fuori Lamela diffidato e dentro Destro a far coppia davanti con Osvaldo. Gioca Totti come supporto alle punte ma l’unico veloce in squadra è Dodò che nel finale mostra due grandi accelerazioni che meritano i pochi applausi dell’annoiato pubblico.
La palla goal del primo tempo arriva sui piedi di Osvaldo che davanti a Puggioni colpisce di prima intenzione ma la conclusione è debole e centrale. Puggioni fà bella figura. Mancano le accelerazioni sulle fasce e naturalmente i cross in area. A scusante dei giallorossi un avversario schiacciato quasi totalmente all’indietro che non lascia spazi. Alla Roma mancano gli stoccatori da fuori area, il solo Totti su punizione al 92′ impegna Puggioni e sulla ribattuta Osvaldo interpreta i panni del ddifensore clivense respingendo involontariamente la conclusione.
Roma in difficoltà con le squadre medio-piccole, Palermo, Pescara e questo primo tempo col Chievo lo dimostrano. Una malattia da tener presente in sede di campagna acquisti quando serviranno anche calciatori di esperienza e temperamento per dare a questa squadra la giusta cattiveria sportiva.

Lobont stavolta non può nulla è 0-1

Lobont stavolta non può nulla è 0-1

TRAVERSA DI TOTTI GOAL DI THEREAU

Se nella descrizione del primo tempo avevamo segnalato le figuracce contro Palermo e Pescara nella ripresa dobbiamo aggiungere anche il Chievo che in due incontri ha tolto sei punti alla Roma in questa stagione. I fischi alla fine dell’incontro e la rabbia dei tifosi sono solo la parte visibile della delusione che l’ambiente prova per la costruzione di una squadra che in due anni deve dare ancora dimostrazione di aver imboccato la strada giusta, troppo spesso e continuamente smarrita.
Al di là di qualche giovane promettente, la squadra oltre il capitano (che colpisce la traversa) mostra tantissimi elementi sopravvalutati, senza carattere, senza ambizioni con guide tecniche (ben tre) fallimentari. Anche Andreazzoli stasera naufraga, poche idee, azioni che vanno a sbattere contro il muro clivense mai una conclusione da fuori, scarsi e mal proposti i cross all’interno dell’area. Calci d’angolo in quantità industriale ma neppure uno pericoloso, la maggior parte facili per l’uscita del portiere.
La linea a cinque del Chievo ha tenuto banco e mai il tentativo di saltare l’uomo, sembrava essere tornati al “tichitaca” di Louis Enrique memoria.
Pjanic non convince, Piris una frana, Burdisso si perde l’uomo, De Rossi chi l’ha visto?, Florenzi gran corsa e poi?, un centrocampo debole e con scarsi sviluppi di impostazione. I problemi di questa Roma stagionale sono molti, ancora una volta l’errore di Lamela che è decisivo per il goal del Chievo.Troppo individualismo uccide il gioco di squadra.

Andreazzoli affonda con la squadra più difficile il rinnovo

Andreazzoli affonda con la squadra più difficile il rinnovo

MA L’EUROPA LEAGUE INTERESSA?

La prestazione della Roma, al di là degli errori tecnici, a partire da non avr schierato la migliore formazione poi il modulo, l’approccio alla partita, sembra voler dire che l’Europa League non interessa, anzi dopo la fortunata gara di Firenze si è tornati di gran lunga indietro, con possibilità di essere risucchiati dalle altre squadre che giocheranno la serata seguente. La condizione atletica generale è poi altamente scadente, la Roma non corre , passeggia sul campo e così facendo la maggiore qualità va a farsi benedire. Il Chievo si è difeso senza soffrire, gli unici momenti di velocità della squadra li ha impressi Dodò, applaudito, ed è veramente troppo poco, manca la corsa e la giusta lucidità, la squadra sembra aver dato tutto (troppo poco), manca il mordente e le gambe non girano come dovrebbero.

PREOCCUPAZIONE PER LA FINALE DI COPPA ITALIA

Se questa è la squadra e questi i risultati, una certa preoccupazione serpeggia non solo per un piazzamento europeo, (vanificata Firenze),  ma anche per la finale di Coppa Italia che sarà un derby e la Roma rischia di arrivarci in pessime condizioni fisico-atletiche e morali.

 DA FIORENTINA-ROMA A ROMA-CHIEVO

Totti altruista no al ritiro del n.10

Totti altruista no al ritiro del n.10

TOTTI A CACCIA DELL’EUROPA LEAGUE

Dopo la vittoria a Firenze, campo amuleto per i viola in questa stagione, Francesco Totti punta diretto all’attacco dell’Europa League: “La Fiorentina in quest’annata ha mostrato tanta qualità, riuscire a vincere sul loro campo rappresenta una prova di valore. Il nostro attuale obiettivo è l’Europa League e inoltre abbiamo una finale importante tutta da giocare. In ogni caso nelle ultime tre giornate di campionato dovremo sempre scendere in campo con la convinzione di poter prendere i 3 punti, bisogna trarre il massimo da quel che resta della stagione. Ovviamente sono decisioni che spettano alla società ma spero che Osvaldo possa restare con noi, è un amico ed è un giocatore molto forte, attaccanti di questo livello è dura trovarne”.

NO AL RITIRO DELLA MAGLIA N.10

Francesco Totti interviene in merito al ritiro della maglia numero 10, saldamente sulle sue spalle (e gli auguriamo ancora per lunghissimo tempo) quando lascerà l’attività agonistica:” Da un lato sarei orgoglioso se la Roma dovesse ritirare la maglia numero 10, tuttavia verrebbe magari distrutto il sogno di un ragazzo di poter vestire la maglia indossata un tempo da Totti. Una cosa è certa: per portare questo numero nella Roma è necessaria una forte personalità. Speriamo che ci sia in futuro. Sono sempre stato tifoso della Roma e ho sempre amato questi colori. Quando avevo undici anni, Lazio e Roma chiesero informazioni a mia madre. Lei scelse la Roma, altrimenti probabilmente l’avrei uccisa. Questo club mi ha dato tutte le emozioni che potevo desiderare, anche se altrove avrei vinto più titoli, ma non mi sono mai pentito della mia decisione, nemmeno per un secondo.” Sul Pallone d’oro Totti dichiara:”Se mi dà fastidio non averlo vinto? Sì e no. Ho avuto le mie occasioni a inizio millennio. Nel 2000 sono arrivato secondo all’Europeo e l’anno seguente ho vinto il campionato italiano. Ci sono stati momenti in cui non ho capito esattamente come fare a vincere il trofeo. Adesso però è più trasparente, lo vince il calciatore migliore, e si chiama Leo Messi. Il calcio in generale è cambiato soprattutto nei settori del business e del merchandising, che ora ricoprono un ruolo fondamentale, anche se per me resta ancora prima di tutto puro divertimento”.

IL TABELLINO

ROMA (3-4-1-2): Lobont; Marquinhos, Burdisso, Castan; Piris (dal 10′ s.t. Florenzi), De Rossi, Pjanic (dal 27′ s.t. Lamela), Dodò; Totti; Osvaldo, Destro (dal 32′ s.t. Bradley).
A disposizione: Goicoechea, Svedskauskas, Marquinho, Romagnoli, Torosidis, Taddei, Perrotta, Tachtsidis, Lopez.
All. Andreazzoli.

CHIEVO (5-3-2): Puggioni; Frey (dal 24′ s.t. Sardo), Andreolli, Dainelli, Papp, Dramé; Luciano (dal 28′ s.t. Seymour), Hetemaj, Cofie; Théréau, Stoian (dal 36′ s.t. Vacek). A disposizione: Ujkani, Squizzi, Cesar, Sampirisi, Guana, Farkas, Jokic, Samassa.
All. Corini.

Arbitro: Peruzzo
Assistenti: Paganessi-Meli
Quarto uomo: Petrella
Assistenti di porta: Giacomelli-Baracani
Marcatore: 90′ Théréau
Ammoniti Piris, Luciano, Stoian, Papp
Recuperi: 2′ nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo

I RISULTATI

ROMA-CHIEVO  0-1
PESCARA-MILAN  0-4
ATALANTA-JUVENTUS  0-1
BOLOGNA-NAPOLI  0-3
CAGLIARI-PARMA  0-1
INTER-LAZIO  1-3
PALERMO-UDINESE  2-3
SAMPDORIA-CATANIA  1-1
SIENA-FIORENTINA  0-1
TORINO-GENOA  0-0

CLASSIFICA

(Sampdoria e Torino -1; Atalanta -2; Siena -6 )

JUVENTUS 86
NAPOLI 75
MILAN 68
FIORENTINA 64
UDINESE 60
ROMA 58
LAZIO 58
INTER 53
CATANIA 52
PARMA 46
CAGLIARI 43
CHIEVO 43
BOLOGNA 40
ATALANTA 39
SAMPDORIA 39
TORINO 37
GENOA 36
PALERMO 32
SIENA 30
PESCARA 22

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts