Essentials

Meta

Pages

Categories

De Rossi ovvero Capitan futuro

Daniele De Rossi ovvero Capitan futuro

Daniele De Rossi ovvero Capitan futuro

 

DE ROSSI FIRMA SENZA CLAUSOLA SARA’ CAPITAN FUTURO

Come anticipato nell’articolo Roma-Inter 4-0 Daniele De Rossi ha rinnovato per un quinquennio il contratto con l’AS Roma e si pone come capitan futuro della squadra, quando Totti deciderà di appendere gli scarpini al chiodo (il più tardi possibile si augurano i tifosi romanisti, alla luce della prova contro l’inter da 10 in pagella). I termini del contratto prevedono uno stipendio annuale lordo di circa 10 milioni. Al centrocampista della Nazionale saranno anche riconosciuti dei premi individuali legati sia al raggiungimento di prefissati obiettivi sportivi della squadra, sia alle presenze del calciatore nelle diverse competizioni. Nell’ambito dell’accordo la Roma acquisira’ i diritti di sfruttamento commerciale dell’immagine di D Rossi a cui pero’ andranno il 50% dei ricavi.
De Rossi, accompagnato da Baldini a Trigoria ha tenuto una lunghissima conferenza stampa che riasiumiamo in queste righe:
“Quello che poi mi ha spinto a restare qui, quello che mi spinge a fare il mio lavoro con così tanta passione: questa squadra, questa città e questa gente. Mi sono reso conto che quello di cui ho bisogno sta qua, non è cambiato moltissimo dal primo contratto ad oggi. Forse il percorso è stato un po’ più lungo, anche a livello mio personale, tra alti e bassi, qualche indecisione ce l’ho avuta e non lo nego, mi rendo conto che alla fine io qui sto bene. E ho bisogno della Roma per giocare a pallone in una certa maniera. Ho pensato a tante cose e a tante altre soluzioni, ho sentito mille persone, però poi ho scelto come io ho sempre saputo che avrei fatto, in questa direzione.

Grande maturità dei tifosi romanisti

Grande maturità dei tifosi romanisti

LO SCORSO ANNO AVREI POTUTO LASCIARE

C’è stato un momento lo scorso anno, e non esitai a dirlo in sala stampa, credo dopo un derby, in cui sentivo che l’amore che c’era da parte dei tifosi nei miei confronti era leggermente scemato. Non a livello umano ma a livello professionale.  C’era un po’ disinnamoramento leggero nei miei confronti. Ho avuto poi un momento in cui le ambizioni e la voglia di vedermi in altri palcoscenici e confrontarmi con i più forti al mondo, non che qui non ci siano, e con i trofei più importanti mi affascinava molto e più del solito. Il mio amore per questa squadra va al di là di dirigenza o allenatori, ma Luis Enrique è stato fondamentale, ha riacceso ancora di più la fiammella di cui hanno bisogno tutti i giocatori. Dopo 6-7 mesi credo di poter dire tranquillamente che è’ l’allenatore migliore con cui sia mai stato, a livello tattico, di ritiri, mi fa star bene. Ogni suo atteggiamento e decisione mi trova sulla sua stessa lunghezza d’onda e non è poco, anzi…

Daniele De Rossi ovvero Capitan futuro

Daniele De Rossi ovvero Capitan futuro

NIENTE SCONTI SUL CONTRATTO

Il contratto a livello economico nella prima parte di questa stagione è stato l’ostacolo e sul quale io non volevo fare sconti. C’è stato da discutere, mai in maniera cattiva o antipatica, ma c’è stato da discutere molto e sulla cifra non volevo fare sconti, ho chiesto una cifra dal primo giorno e non è cambiata fino ad oggi. La clausola è un giusto tentativo della società, ci ho pensato anche io ma avrebbe stonato parecchio con quella che è la mia storia a Roma e con il mio rapporto con la gente di Roma e non se ne è fatto niente.

DE ROSSI E TOTTI

Il fatto che ci siano due giocatori come me e Totti che abbiano sposato una città ed una squadra, è giustificabile proprio con i tifosi e con la meraviglia che è questa città, si fa veramente fatica ad andare via. Più che in società sono state famiglie, prima i Sensi, ai quali devo tantissimo, anche la prima parte di questo contatto, e ora questa, che con differenze nette, è un’atmosfera positiva.
So cosa vuol dire rimanere alla Roma e non cogliere al volo certe occasioni a livello professionale. E’ una scelta di cuore in parte ma spero anche di testa: non resto per fare il turista, c’è una componente affettiva ma io credo molto anche in questo progetto, ci credo veramente e mi aspetto molto da questa società.

Regista giallorosso per un quinquennio

Regista giallorosso per un quinquennio

PROSPETTIVE FUTURE

Voglio che questo sia l’unico anno in cui partiamo in seconda linea, abbiamo creato forse un piccolo alibi, ma quest’anno non era pensabile di poter competere con le più forti. Quando si ha una squadra abbastanza giovane è normale che si debba maturare, penso che in 5 anni io possa tornare a lottare per uno scudetto, per la Champions non lo so, però è leggermente più difficile perchè ci sono delle realtà a livello europeo veramente giganti come investimenti, come potenze economiche, come stadi, come introiti e come giocatori soprattutto.

De Rossi-Louis Enrique connubbio perfetto

De Rossi-Louis Enrique connubbio perfetto

DE ROSSI ELOGIA LOUIS ENRIQUE

A livello tattico ho trovato un allenatore che mi valorizza veramente tanto, mi mette in un ruolo che io amo e mi dà tante responsabilità che sono la cosa più importante per me, mi piace stare in mezzo, toccare tanti palloni ed essere la causa delle vittorie e a volte delle sconfitte, quel ruolo ti porta ad essere anche questo.
Chi ha fatto grandi passi avanti quest’anno e lo ha dimostrato è la tifoseria, la pazienza dimostrata, la vicinanza a un gruppo che sta crescendo è evidente, in Roma-Inter è stata la prima grande prova di grande crescita. A Roma a volte invece che i tifosi della Roma si creano i tifosi degli americani, i tifosi dei Sensi, quelli di un giocatore piuttosto che di un altro e questo distoglie l’attenzione dall’obiettivo fondamentale, cioè la Roma.
Totti mi ha lasciato sempre tranquillo, sulle mie scelte, non mi ha mai pressato più di tanto, per me compiere il suo percorso ed essere ancora l’uomo più amato ci metterei una firma. Lui ha uno scudetto che a me manca, che è la vera spinta che ho, non nei suoi confronti, ma nei confronti della mia carriera, a Roma si può essere grandi senza scudetti o medaglie, ma ho una grande voglia di mettere qualcosa in bacheca.
A questo proposito dico che la società mi ha elencato gli obiettivi e i traguardi che vogliono raggiungere, ma è normale che sia così, ho parlato anche con il presidente quando è venuto dall’America, anche se non ho capito ancora quale sia il presidente.

DE ROSSI E LE ALTRE SOCIETA’

In questa stagione L’obiettivo della Roma è arrivare più in alto della Lazio, del Napoli, dell’Inter o dell’Udinese.
I progetti delle altre squadre mi convincevano eccome, mi sento di ringraziare allenatori e dirigenti che si sono esposti pubblicamente. Quando posso per quelli esteri faccio anche un bel tifo per loro. L’importante è che mi abbia convinto il progetto della Roma.

UNA CANZONE PER DANIELE

Piero Mirigliano noto cantautore romano e romanista, ha dedicato la sua ultima canzone a Daniele De Rossi e l’ha pubblicata nel suo ultimo cd. E’ stato fortunato nello scegliere il momento giusto con De Rossi fresco di rinnovo, ma le canzoni di Piero Mirigliano vanno dritte al cuore dei tifosi su motivi sempre accattivanti. Non ci resta che dire Daje Daniele, così come il titolo del brano.

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts