Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Catania-Roma 2-1

TRENTASETTESIMA  GIORNATA DICIOTTESIMA DI RITORNO
Catania, 15/05/2011
Stadio Massimino
ore 15,00
Catania-Roma 2-1

Vincente il colpo di testa di Loria

Vincente il colpo di testa di Loria

ROMA  IN EUROPA LEAGUE

Nonostante la sconfitta subita nell’ultimo secondo di gioco (e c’è chi va affermando che la Roma è fortunata), grazie ai risultati che sono pervenuti dagli altri campi (Juventus sconfitta a Parma) la Roma può accedere  alla manifestazione dell’Europa league, con grande tranquillità. Preliminari? Accesso direto? Domenica prossima nell’ultima giornata di torneo la soluzione ai quesiti.

TRA SQUALIFICATI, PECETTE E MALATI LA ROMA HA STRETTO I DENTI

La Roma ha stretto i denti al Massimino arrivando con una serie industriale di assenti. La lista è lunga tra infortunati, squalificati e malandati che debbono andare ugualmente in campo come Borriello, vittima di un influenza intestinale alla vigilia che lo ha menomato. Poi in campo (sembra un gufaggio di enormi proporsioni) si fà male Juan mentre Rosi inizia ad avere problemi. In tanto marasma e negatività un pizzico di fortuna che sarà l’unica nella gara. Su punizione da destra di Totti, Loria anticipa compagni ed avversari ed infila il sacco rossoazzurri. E’ la seconda rete quella di Loria in questo campionato, dopo quella al Meazza contro l’Inter. Una percentuale di realizzazione altissima per uno come lui che vanta un minimo di presenze stagionali e che sopratutto è subentrato in entrambe le volte a gara iniziata e come difensore centrale.

Loria festeggiato dopo la rete

Loria festeggiato dopo la rete

CAMPIONATO GIOCATO MALISSIMO CON LE PICCOLE

Non è Catania la tappa in cui la Roma è stata condannata ad uscire dalla Champions league, troppe le occasioni gettate al vento in precedenza, troppi i passi falsi contro le sqaudre che seguono in classifica la Roma. Brava con le grandi sconfitte Inter, Milan due volte la Lazio e l’Udinese, mentre solo il Napoli esta l’eccezione con due successi su due. poi lo sfacelo, resteranno nella mente in modo negativo gli incontri contro il retrocesso Brescia (4 punti su 6 lasciati agli avversari, grazie anche all’arbitro Russo), la retrocessa Sampdoria (sconfitta per errori clamorosi di Jaun), Bologna e Cesena entrambe uscite dall’Olimpico con un pareggio. Indecorosa sconfitta a Cagliari e pari senza un barlume di gioco a Parma e per poi salire in classifica l’odierna sconfitta a Catania (mitigata dall’impegno messo in campo). Se ci si vuol far del male bisogna rammentare la partita a Genova contro i rossoblù in cui in vantaggio di tre reti si è perso per 4-3 incontro e Ranieri che ha lasciato la Roma.
Quindi le assurde capitolazioni interne contro Palermo e juventus chiudono il lotto delle squadre che seguono in classifica i giallorossi. Dell’ambiente che la Roma avrebbe trovato a Catania si sapeva già tutto. Stadio esaurito per festeggiare sì la salvezza della sqaudra etnea ma l’odio della tifoseria locale si è riversato contro Totti e compagni in virtù del ricordo del lontano 7-1 con cui i capitolini sconfissero gli isolani. Piuttosto c’è da chiedersi se il computer anche la prossima stagione inserirà Catania Roma nelle ultime giornate di campionato come è già successo negli ultimi due.

C’E’ CHI GIOCA IN CAMPO  E CHI GIOCA A SCANSARSI

Come spesso accade le polemiche che riguardano le ultime giornate di campionato proseguiranno. Dopo aver detto per esempio di Catania-Roma sempre a Catania nelle ultime due edizioni del torneo (vale la pena ripeterlo perchè sono stranezze di un computer pazzo), ci si interoga sul perchè le gare tra Lazio e Genoa vengano assegnate nelle ultime giornate di campionato in cui siamo abituati a vedere una squadra (la Lazio) che gioca per qualcosa d’importante (salvezza e Champions league) e l’altra il Genioa che gioca a scansarsi così come è avvenuto anche nell’anticipo del sabato dove i grifoni hanno giocato 45′ per poi scomparire di scena. Due pesi e due misure quindi in un campionato che lascia sempre polemiche. E la task force? Il tintinnio di manette? Ora non viene esibito? Troppo facile fare proclami e lanciare assurde minacce alla luce di quanto evidenziato dal torneo. La Roma non và in Champions League perchè semplicemente non lo ha meritato e quindi è giusto così. L’importante è uscire dai campionati a testa alta e senza doversi vergognare per quanto affermato nelle giornate precedenti. Ricordiamo anche che nel momento topico del campionato il rigore a favore della Lazio ad udine è stato concesso. Se poi “Maurito” gioca a far Totti invece che il calciatore della Lazio non bisogna ritirarsi o nascondersi. Le frasi dette e le minacce restano ora attendiamo spiegazioni.

LE INTERVISTE

Montella: Credo si debba fare un’analisi generale  per come siamo arrivati a  questa partita. Dopo un tempo avevo esaurito i cambi di cui due in campo non al 100%, con Cassetti che zoppicava quando camminava, non potevi che perdere, dal campo, dalla panchina mi era difficile portare la partita a fondo e stimolare chi era in campo. Il 4° posto non lo abbimo perso oggi. Da allenatore della Roma devi anche saper convivere con le tante chiacchiere, come quando ero giocatore e si diceva che non passavo la palla a Totti. Se mi piacerebbe impostare lavoro da capo con la Roma in serenità? Si, ho detto ieri che io ho fatto l’allenatore dal primo giorno anche con gli ex compagni, poi lo si può fare in tanti modi. Si può fare anche in modo democratico, ma al contempo autorevole. Ho fatto tutto per spremere tutto ciò che avevo a disposizione anche a discapito delle mie idee. Io da giocatore mi allenavo a casa per farmi trovare pronto, mi dedico al lavoro e se ci sono le condizioni vorrei portare avanti le mi idee. Se alleno la Roma questo non lo so, se leggo i giornali a volte sembra al 99% a volte al 1%. A me possono anche dirmi che alleno la Roma al 100%, ma io non credo a nulla nel calcio perché le situazioni cambiano. Ed è giusto che i dirigenti abbiamo la possibilità di cambiare idea fino all’ultimo

LORIA: Grazie per i complimenti, ma si vede che il destino della Roma era questo: non avere tanta fortuna. Questo è il mio lavoro e lo devo fare bene. Alla fine bisogna lavorare e poi un’occasione ce l’hai sempre. Giocare per me è la cosa più bella, sono il meno indicato ad indicare le colpe. E’ stata annata sfortunata, poi quando c’è stato il cambio allenatore nessuno sperava di lottare fino a queto punto per il 4° posto. Montella da come eravamo messi prima, ma non critico chi c’era priima, siamo andati un po’ meglio. Il cambio societario non è mai facile, magari non volendo pensi a cosa può succedere. Questi non sono alibi perché il calciatore deve sempre fare bene sul campo. Debbo difendere i miei compagni sono dei ragazzi eccezionali, sono dei campioni, è anndata male, ma questi sono giocatori che possono ancora dare tanto

IL TABELLINO PENULTIMA GIORNATA

CATANIA (4-3-3): Andujar; Potenza, Silvestre, Spolli (dal 30′ pt Terlizzi, dal 22′ st Lodi), Capuano; Ledesma, Carboni, Biagianti (dal 8′ st Ricchiuti); Gomez, Maxi Lopez, Bergessio.
A disposizione: Campagnolo, Alvarez, Schelotto, Izco.
All. Simeone.

ROMA (4-4-2): Doni; Cassetti, N. Burdisso, Juan (dal 4′ pt Loria), Riise; Rosi, Greco (dal 15′ st Pizarro), Simplicio, Taddei; Totti, Borriello (dal 1′ st Vucinic).
A disposizione: Lobont, Caprari, Florenzi, Menez.
All. Montella.

ARBITRO: Tagliavento di Terni

Marcatori: 14′ Loria, 77′ Bergessio, 95′ Gomez

Spettatori 9.800 paganti, 9.283 abbonati, incasso 134.850 euro circa.

Ammoniti Greco, Terlizzi, Rosi e Simplicio.

Angoli 7-4 per il Catania.

Recuperi primo .tempo. 3′ – secondo tempo  5′.

RISULTATI 37 GIORNATA

LAZIO-GENOA 4-2
MILAN-CAGLIARI 4-1
FIORENTINA-BOLOGNA 1-1
BARI-LECCE 0-2
CATANIA-ROMA 2-1
CESENA-BRESCIA 1-0
CHIEVO-UDINESE 0-2
PARMA-JUVENTUS 1-0
SAMPDORIA-PALERMO 1-2
NAPOLI-INTER 1-1

La Classifica che ha emesso i seguenti verdetti: Milan campione d’Italia
Bari Brescia Sampdoria in Serie B. Inter e Napoli in Champions league, Roma,
Palermo (come finalista in Coppa Italia a prescindere dal risultato) in Europa League.

CLASSIFICA SERIE “A”

MILAN 81
INTER 73
NAPOLI 69
UDINESE 65
LAZIO 63
ROMA 60
JUVENTUS 57
PALERMO 56
FIORENTINA 50
GENOA 48
CATANIA 46
PARMA 45
CAGLIARI 44
CHIEVO 43
CESENA 43
BOLOGNA 42
LECCE 41
SAMPDORIA 36
BRESCIA 31
BARI 21

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts