Essentials

Meta

Pages

Categories

Incredibili dichiarazioni di Lotito e Reja

TINTINNIO DI MANETTE MAGLIA ANTIPATICA

Lotito perde la testa e minaccia il Palazzo che lo ha anche aiutato

Lotito perde la testa e minaccia il Palazzo e dimentica il rigore per la Juve

Incredibili dichiarazioni del presidente della Lazio Lotito e dell’allenatore Reja che recriminano a loro modo per un calcio di rigore non concesso alla loro squadra per un fallo di Chiellini su Floccari. Se è vero che il fallo c’era è altrettanto evidente che la cravatta in area di rigore laziale ai danni di Felipe Melo, non ha creato lo stesso scandalo in casa bianconera. Addirittura Lotito, che è anche consoigliere di lega, ha parlato di tintinnio di manette, dopo aver esordito qualche settimana prima con la Task force. Ci si chiede se questi personaggi possano ricoprire importanti incarichi all’interno della Lega calcio (e ci dimentichiamo anche di calciopoli?)E’ chiaro che la posta in palio rende nervosi i massimi dirigenti laziali avvelenati anche per i rigori concessi alla Roma (grande invidia costante ed immancabile!) ma la proverbiale credibilità che va ostentando il presidente laziale scema quando le cose le vede in un unica direzione. A Milano contro l’inter è sembrata esagerata l’espulsione del portiere nerazzurro Julio sergio sull’azione del rigore di Zarate. L’Inter ha vinto la partita in 10 contro 11 e con un arbitraggio di Morganti (lazialissimo) che ha fatto protestare gli spalti alla spagnola. Poi nella gara contro la Juventus ricordo ancora il mancato rigore a favore dei bianconeri per la cravatta a Filipe Melo peraltro punita con un assurdo fallo contro. L’azione descritta è precedente a quella del giusto reclamo di Floccari anche se nessuno nella juventus ha fatto tintinnare manette o ha affermato che la maglia è antipatica. Non parliamo poi della Roma cui è stato messo di nuovo in campo il famigerato Russo che ha danneggiato la squadra a partire dai primi minuti della prima parte di gara per poi cambiare rotta nella ripresa anche se alla fine è stato regalato un rigore per parte ma di quello regalato al Bari non si parla. Anche Pino Insegno che come comico non fà ridere urla al cielo le congiure anti-Lazio e la crociata a favore dei rigori della Roma. Questa sì che è una battuta che fà ridere, peccato che non è inserita nel poco divertente nel repertorio professionale. A proposito di MORALITA’ tanto sbandierata dal presidente Lotito ci si dimentica sempre dell’indelebile macchia di Lazio-Inter della scorsa stagione:  OH NOOO !

COMMENTI DA TIFOSI LAZIALI

Questo il commento di un tifoso arrivato all’almanacco, seguito da altri dello stesso indirizzo. Ricordo soltanto che l’articolo sviluppato sull’Almanacco vuol mettere in evidenza come il sig. Lotito voglia strumentalizzare una situazione di finale di campionato pro domo sua senza obiettività e sinceramente ha stancato con l’ostentazione di una moralità che viene esposta solo quando serve per tirare acqua al proprio mulino. Poi, con l’obiettività che un giornalista deve sempre mantenere, debbo ricordare che la gara scandalosa è stata Napoli-Lazio dove la squadra di Lotito è stata danneggiata veramente. Con altrettanta obiettività va ricordata, perchè il lettore lo fà, Brescia-Roma di questa stagione tanto per non parlare di altre gare dove ci sarebbe poco da discutere. Se una squadra è in voga al palazzo lo è sempre e non a macchia di leopardo.
“Sei penoso …non si capisce nemmeno per chi tifi …se tifi per la juve sei ancora più patetico dato che in campo avevate una squadra di morti e che soltanto un autogol vi poteva aiutare…poi se vogliamo analizzare la partita già nei primi minuti chellini colpisce il pallone in aerea con la mano…Pepe già ammonito sferra una gomitata a Ledesma e viene graziato …la cintura su melo è un rigore che solo alla roma possono dare …si può dare e non si può dare . Ma il rigore su Floccari è un doppio fallo talmente evidente che solo tu tifoso della juve o della riomma puoi darmi una spiegazione valida per farmi capire perchè non è stato concesso. Se poi sei un tifoso della riommma…posso solo dire vergognatevi”

LOTITO DA PALAZZI

Il procuratore federale Stefano Palazzi ascoltera’ nelle prossime ore Claudio Lotito, presidente della Lazio, in merito alle dichiarazioni rilasciate dal n.1 del club biancoceleste dopo la partita di ieri sera contro la Juventus vinta dai bianconeri per 1-0. Queste le affermazioni che il pres. della Lazio dovrà giustificare al procuratore federale “E’ tutto scontato quello che stiamo vedendo, le parole di Lotito, che ha protestato per il presunto fallo da rigore di Chiellini su Floccari non fischiato dall’arbitro Mazzoleni. “Quando ho parlato della ‘task force’ intendevo sottolineare non una mia idea personale, ma di una serie di istituzioni che vuole impegnarsi perche’ tutto sia regolare. Mi ricordo il tempo di Tangentepoli, quando si diceva sento un tintinnio di manette. Dico solo che credo nella giustizia, come in passato e’ gia’ accaduto”

LAZIO IN COPPA?  SI GIOCA A FIRENZE

Ricorderete le dichiarazioni del pres. Lazio Lotito in unione di intenti con il pres. del Coni Petrucci (potete rileggerle su l’Almanacco) pronti a criticare i nuovi proprietari della Roma che avrebbero avuto  il torto di voler edificare un nuovo stadio al posto del vetusto e quanto meno efficente per il calcio Olimpico. Ebbene ora, dopo poche settimane la polemica si sviluppa tra il sig. Lotito ed il sig. Petrucci. Il dirigente laziale minaccia, in caso di qualificazione alle coppe europee di portare a giocare la Lazio all’A.Franchi di Firenze con il beneplacido della Fiorentina, visto che a detta di Lotito l’affitto dell’Olimpico è troppo alto- Il dirigente del Coni da parte sua bussa a cassa e chiede gli arretrati non pagati per l’affitto dello stadio per il passato. Curiosa presa di posizione, non c’è che dire. Quando si trattava di rompere le scatole alla trattativa che avrebbe portato una nuova dirigenza ad acquistare la Roma i due dirigenti erano concordi nel criticare Di Benedetto e soci. Quando si trattava di parlare dei debiti dei Sensi c’era una levata di scudi da parte dell’enturage laziale. Ora che bisogna pagare i debiti della Lazio in merito all’affitto dello  stadio Olimpico si cerca di svicolare addirittura nel capoluogo toscano, senza neppure curarsi delle esigenze dei propri sostenitori. Va peraltro ricordato al pres. della Lazio che se non salderà i debiti con il Coni, non potrà iscrivere la squadra al prossimo campionato di serie A. Sarebbe meglio pensare prima a casa propria per poi eventualmente organizzare la prospettiva europea ancora non certa.

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts