Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Inter-Roma 5-3

VENTIQUATTRESIMA  GIORNATA QUINTA DI RITORNO
MILANO, 06/02/2011
Stadio Meazza
ore 20,45
Inter-Roma 5-3

Tra Inter e Roma come sempre tanti goals

Tra Inter e Roma come sempre tanti goals

REAZIONE ROMANISTA MA RESTA LA MACCHIA COL BRESCIA

Perdere a Milano ci può stare, così come all’andata è successo all’Inter a Roma, ma sinceramente al di là degli epidodi, che questa sera sono stati tutti ad appannaggio dei neroazzurri, quello che pesa nella classifica è il pareggio interno col Brescia per la prestazione effettuata dai signori in casacca giallorossa. Alla fine dell’incontro anche il nervosismo di Mexes che non si sà cosa abbia detto al quarto uomo per vedersi penalizzato con due giornate di squalifica. A Milano manca anche Totti causa influenza ed Adriano infortunato lungodegente. La Roma non ha ricambi offensivi in panca mentre torna a disposizione Loria che segnerà anche un goal.

Simplicio in scivolata realizza l'i-i

Simplicio in scivolata realizza l'i-i

INTER VITTORIOSA MA CHE PAURA

L’Inter vince con più di metà tempo giocato con il vantaggio numerico per i padroni di casa ma sul 4-1, che sembrava mettere le basi per una Caporetto giallorossa la reazione  d’orgoglio c’è stata e si è arrivati fino al 4-3 con un pallone sui piedi di Borriello che non ha passato le gambe di Ranocchia altrimenti si poteva addirittura arrivare al pari. Significativi i fischi dei tifosi interisti quando sul 4-3 la Roma spingeva, fischi di paura e questo la dice lunga sul risultato finale.

ROMA DANNEGGIATA RIDICOLE PROTESTE DEI “PIAGNONI” INTERISTI

In una gara, ben diretta dal sig. Tagliavento, con alcune pecche tutte a favore dei padroni di casa quali una posizione di Pazzini molto vicina al fuorigioco sull’azione del rigore e dell’espulsione di Burdisso, dimenticandosi della mancata espulsione di Ranocchia per un fallo da ultimo uomo su Borriello, addirittura nel primo tempo al settimo minuto. (Ranieri ha parlato di fallo veniale lasciandoci alquanto stupiti). E’ chiaro che il clima innescato dai tfosi e dai giocatori nerazzurri, che hanno spesso protestato senza motivazioni, contestando addiritura il direttore di gara sugli spalti con una pañolada (in uso nella liga spagnola) che infanga gli autori del gesto estremamente fuori luogo. Siamo al limite del pianto e forse oltre. Se fosse stato giustamente espulso Ranocchia per fallo da ultimo uomo chissà come sarebbe andata la partita?
In ogni caso l’arbitro “romanista” ha penalizzato pesantemente la Roma con le sue decisioni ma va bene così, Roma accetta l’ennesima ingiustizia con dignità, ridendo delle contestazioni interiste che hanno coperto i colori milanesi di ridicolo.

Julio Sergio serata no!

Julio Sergio serata no!

LE RETI DELL’INCONTRO

Inter e Roma non hanno badato a tatticismi, affrontandosi a viso aperto ed è stata una partita in cui i portieri sono diventati i protagonisti.
Dopo soli 3’: Sneijder al limite dell’area,tira  un sinistro che finisce all’incrocio dei pali lontano dal portiere romanista. La Roma, al 13’ rimette in pareggio la partita. Azione di  Vucinic che innesta la discesa di Cassetti, cross sul secondo palo dove Maicon non copre su Simplicio, che in scivolata pareggia i conti. Eto’o complice  Julio Sergio riporta i suoi sul 2-1 con un piatto sinistro non irresistibile. La ripresa si apre con il il rigore di Eto’o realizzato alla destra di Julio Sergio che aveva indovinato l’angolo ma non poteva arrivare sul fendente preciso del camerunense. Quindi 3-1 con il colpo di testa di Thiago Motta su azione d’angolo La Roma accorcia le distanze con una deviazione vincente di Vucinic sulla punizione calciata da  De Rossi. Nel finale , la rete del neoentrato Loria su azione d’angolo , quindi il definitivo tocco di Cambiasso da distanza ravvicinata a portiere battuto che fissa il punteggio sul 5-2. C’è solo da sottolineare come in questa partita la voglia dei giocatori giallorossi è stata evidente. Ma col Brescia dove eravate? Se alla fine del torneo la Roma sarà fuori dal discorso scudetto lo dovrà a gare come quella contro le rondinelle più che alla sconfitta di Milano con un’Inter che non ha impressionato più di tanto, nonostante la qualità a disposizione del tecnico brasiliano.

IL TABELLINO DI INTER-ROMA

Inter (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Ranocchia, Cordoba, Zanetti; Thiago Motta, Cambiasso,Kharja; Sneijder (Nagatomo 77′);  Etòo, Pazzini (Milito 75′).
A disposizione: Orlandoni, Materazzi, Obi, Coutinho, Pandev.
All.: Leonardo.

Roma (4-3-3): Julio Sergio; Cassetti,  Juan,  N. Burdisso,  Riise;  Perrotta (Taddei 70′),  De Rossi,  Simplicio (Greco 75′); Menez (Loria 63′) ,  Borriello,  Vucinic.
A disposizione. Doni,  G. Burdisso,  Castellini,  Brighi, Rosi
All.: Ranieri.

Arbitro Tagliavento (sez. Terni)

Assistenti: Copelli – di Liberatore

Marcatori: 2′ Sneijder,13′ Simplicio,34′  Eto’o, 61′ Eto’o (rigore), 70′ Motta,75′  Vucinic, 80′ Loria, 90′ Cambiasso

Ammoniti: Kharja, Borriello, De Rossi

Espulso: 61′ Burdisso

RISULTATI

UDINESE-SAMPDORIA 2-0
CAGLIARI-JUVENTUS 1-3
BOLOGNA-CATANIA 1-0
BRESCIA-BARI 2-0
GENOA-MILAN 1-1
LAZIO-CHIEVO 1-1
LECCE-PALERMO 2-4
NAPOLI-CESENA 2-0
PARMA-FIORENTINA 1-1
INTER-ROMA 5-3

CLASSIFICA SERIE “A”

MILAN 49
NAPOLI 46
INTER 44
LAZIO 42
PALERMO 40
UDINESE 40
ROMA 39
JUVENTUS 38
CAGLIARI 32
CHIEVO 31
FIORENTINA 29
BOLOGNA 29
GENOA 28
SAMPDORIA 27
PARMA 26
LECCE 24
CATANIA 23
BRESCIA 22
CATANIA 21
BARI 14

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts