Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Roma-Udinese 2-0

TREDICESIMA GIORNATA DI ANDATA

Roma, 20/11/2010

Stadio Olimpico

ore 20,45

ROMA-UDINESE 2-0

Menez salta due difensori e sblocca il risultato. Un'altra gara stratosferica

Menez salta due difensori e sblocca il risultato. Un'altra gara stratosferica

MENEZ SUPERFANTASTICO

Si vince in undici e si perde o pareggia con altrettanti uomini. Quante volte lo abbiamo ascoltato questo motto, ma se in liea di massima, sopratutto a livello morale è giusto, per quanto riguarda alcuni incontri ed alcuni campioni quello appena affermato stona abbastanza. La differenza in Roma-Udinese la hanno fatta Menez per tre quarti della partita e Sanchez per i  minuti che ha giocato. Una straordinaria accelerfazione del giocatore francese che ricevuta palla da Simplicio ha puntato l’area di rigore saltando come fossero birilli due difensori Benatia e Coda che cercavano di sovrastarlo. Poi con il portiere in uscita Menez ha calciato a giro alla sinistra di Handanovic cogliendo nel segno. Lo stesso tiro effettuato a Torino contro la Juventus sette giorni prima, ma in quell’occasione Storari fù bravo a deviare in angolo. Per seguitare il parallelo tra Menez e Sanchez (reduce da volo intercontinentale) bisogna ricordare la mobilità del fantasista friulano autore di un gran tiro che ha fatto tremare a lungo il palo alla destra di Julio Sergio. Questi i fari illuminanti di un Roma-Udinese che non è stata così facile da vincere per i giallorossi come il risultato sembrerebbe indicare.

De Rossi in tribuna dopo l'infortunio in nazionale

De Rossi in tribuna dopo l'infortunio in nazionale

La squadra di Guidolin parte con Floro Flores e Di Natale. I giallorossi senza il centrocampo titolare De Rossi, Perrotta e Pizarro non sembra impaurire più di tanto l’assetto friulano. Sono i giocatori in bianconero a creare di più nella prima parte di primo tempo ma, come in precedenza affermato, arriva la giocata di Menez che ha il merito di sbloccare il risultato e portare la Roma in vantaggio.E’ il primo goal stagionale in campionato come mai prezioso anche se non decisivo. E’ la seconda rete stagionale se consideriamo la marcatura a Basilea quella sì decisiva ai fini del risultato. Di rilievo un pallonetto di Totti che mette in serie difficoltà il portiere friulano che riesce a bloccare la sfera a meno di un metro dal goal.

Borriello abbracciato da Greco fino a togliere il respiro

Borriello abbracciato da Greco fino a togliere il respiro

DECISIVA LA RETE DI BORRIELLO

Nel secondo tempo Guidolin richiama Inler e manda nella mischia Sanchez che tocca pochi palloni ma tutti decisivi. Di decisivo arriva meritato il goal di Marco Borriello che lotta corpo a corpo con Domizzi, in piena area di rigore e che costretto a defilarsi sulla sinistra riesce a battere a rete con una conclusione di gran potenza sul primo palo con la complicità di Handanovic che in quella posizione il goal non dovrebbe prenderlo mai. Esulta l’ex milanista abbracciato a lungo dai compagni di squadra. Per lui è la sesta rete in campionato su tredici incontri di calendario. Una media non male ed efficacissima per la causa romanista. La Roma seguita a spingere ma pian piano l’Udinese sfrutta le capacità di Sanchez. Un fuorigioco inesistente ferma la squadra di guidolin per un’errata segnalazione dell’assistente dell’arbitro che si ripeterà nel finale di incontro annullando una rete regolare agli ospiti. Per menzionare tutte le scelleratezze di questa terna arbitrale c’è da annoverare l’espulsione di burdisso apparsa subito ingiusta ed ingiustificata per uno spintonamento in area di rigore con Domizzi che tra l’altro in partenza di azione aveva messo le mani in faccia al giocatore a mo’ di schiaffoni. Se il sig. Orsato si fosse consultato con i suoi assistenti avrebbe evitato un’ingiustizia ed un errore grave che sommato a quelli precedentemente elencati ai danni dei friulani fanno sì che la qualità arbitrale sembra essere sempre più scarsa e sopratutto non all’altezza dei mezzi televisivi che diffondono via etere la vera partita, macchiata poi dall’incompetenza dei dirigenti che gestiscono il calcio e tolgono preziose braccia all’agricoltura, con gravi danni per lo sport.

Borriello realizza il 2-1(foto Bertea)

Borriello realizza il 2-1(foto Bertea)

ADRIANO TORNA A GIOCARE

Per tornare all’incontro da segnalare l’ingresso di Adriano  al 70′ osannato dal pubblico capitolino ed incitato per tutti i minuti in cui è rimasto in campo.Preziose alcune sue giocate che hanno regalato nelò finale minuti preziosi in avanti scongiurando le tante iniziative degli ospiti. L’innesto di Mexes dopo l’espulsione di Borriello ha dao maggiore tranquillità difensiva ai giallorossi con ottimi interventi del francese. A proposito di francese una tiratina di orecchie a Ranieri per aver sostituito troppo presto Menez in una fase della gara molto favorevole alla Roma che con l’estro del calciatore d’oltralpe e gli spazi che l’Udinese lasciava per cercare di recuperare l’incontro potevano succedere altre piacevoli situazioni a favore della squadra capitolina. Una fretta censurabile quella di ranieri seppur mitigata dalla vicinanza dell’incontro in Champions contro il Bayern di Monaco ed assolutamente decisivo in vista alla volata del girone di Champions league.

Roma-Udinese l'espulsione di Burdisso  (foto Bertea)

Roma-Udinese l'espulsione di Burdisso (foto Bertea)

LE INTERVISTE

RANIERI: Non lo so dove arriveremo,  avevo detto che eravamo tornati. Ogni partita sarà un esame, loro erano forti e stanno bene, venivano da una serie positiva, hanno iniziato un po’ meglio. Poi piano piano siamo usciti, quindi  il gran gol di Menez che per il momento è un titolare inamovibile, sta bene è in forma e cambia il volto della  squadra. Però vale un po’ per tutti oggi abbiamo giocato con un centrocampo inedito eppure. Sono tutti titolari e pronti. Siamo andati un po’ in sofferenza, abbiamo sbagliato alcuni passaggi. Poi in 10 contro 11 dovevamo essere più sereni. Su Burdisso? l’ho rivisto in televisione ma non è andata proprio come ha detto l’arbitro. Gli ultimi dieci minuti non sno stati sereni, con un uomo in meno. Ma è stata una grande partita, l’Udinese pericolosa nei primi dieci minuti, poi abbiamo preso le redini del centrocampo. Dobbiamo migliorare, stiamo facendo bene perché abbiamo passato un periodo molto brutto e nelle difficoltà, questo è uno spogliatoio sano, gente che lavora, non molla mai, abbiamo tutti i margini di miglioramento perché abbiamo iniziato con l’handicap e vogliamo continuare a correre.
GUIDOLIN: Mi aspettavo qualcosa di più dalla mia squadra, so che siamo in grado di fare ancora meglio, anche se la partita è stata molto equilibrata, spezzata da un gesto tecnico molto bello, sul quale potevamo fare molto meglio noi, ma non vogliamo togliere nulla al pezzo di bravura di Menez. Abbiamo fatto buone cose e un buon finale. La settimana della Nazionale, non è una scusa e non cerco alibi, è la seconda volta che la vivo in questa stagione, pesa perché non lavorano con noi, perché fanno altri tipi di partite, perché arrivano all´ultimo momento. Mi sto accorgendo che devo essere molto più attento nelle valutazioni sui giocatori che rientrano il mercoledì e il giovedì, non necessariamente coloro che rientrano da oltreoceano.
Sull’arbitro non posso dire niente, ma non abbiamo perso per questo, cerchiamo di essere sinceri e razionali. Abbiamo preso un grande palo, però mi aspettavo qualcosa di meglio dalla mia squadra, potevamo anche sfruttare il pensiero della Roma a martedì. Se noi avessimo fatto la partita che speravo, forse avremmo fatto meglio di così. Credo che la Roma concorrerà per lo scudetto fino alla fine.

Il tabellone finale (foto Bertea)

Il tabellone finale (foto Bertea)

TABELLINO

Marcatori: 24′ pt Menez; 56’st Borriello.

ROMA (4-3-1-2): Julio Sergio; Cassetti, Juan, Burdisso, Castellini; Brighi, Simplicio, Greco; Menez (17’st Baptista); Totti (38’st Mexes), Borriello (25’st Adriano).
A disposizione: Lobont, Cicinho, Pizarro, Vucinic.

All. Ranieri.

UDINESE (3-5-2): Handanovic; Benatia, Coda, Domizzi; Isla (22’st Badu), Inler (1’st Sanchez), Asamoah, Pinzi, Armero; Floro Flores (25’st Denis), Di Natale.

A disposizione: Belardi, Angella, Pasquale, Corradi.

All. Guidolin.

ARBITRO: Orsato di Schio.

Marcatori: 24′ pt Menez; 56’st Borriello.

Spettatori 30.000 circa.

Ammoniti Inler, Simplicio, Pinzi, Cassetti.

Espulso al 70’Burdisso per gioco scorretto.

Angoli: 6-6.

Recupero: 2’primo tempo; 3′ secondo tempo

CLASSIFICA SERIE A

ILAN 29
LAZIO 26
NAPOLI 24
JUVENTUS 23
ROMA 22
INTER 20
PALERMO 20
SAMPDORIA 19
CHIEVO 19
CATANIA 17
UDINESE 17
GENOA 17
FIORENTINA 15
PARMA 15
CAGLIARI 14
BOLOGNA 14
LECCE 12
BRESCIA 11
CESENA 11
BARI 9

RISULTATI

ROMA-UDINESE 2-0
MILAN-FIORENTINA 1-0
GENOA-JUVENTUS 0-2
BRESCIA-CAGLIARI 1-2
CATANIA-BARI 1-0
CESENA-PALERMO 1-2
CHIEVO-INTER 2-1
LECCE-SAMPDORIA 2-3
PARMA-LAZIO 1-1
NAPOLI-BOLOGNA 4-1

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts