Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Roma-Fiorentina 3-2

UNDICESIMA GIORNATA DI ANDATA

Roma, 10/11/2010

Stadio Olimpico

ore 20,45

ROMA-FIORENTINA 3-2

Simplicio esulta per la sua prima rete in campionato

Simplicio esulta per la sua prima rete in campionato

ROMA SEMPRE IN VANTAGGIO

Una gara intensa che sembrava non finire mai, sempre emozionante e tirata e nonostante le molte partite in più sulle gambe dei giallorossi, da quest’ultimi vinta per averci creduto maggiormente e fino in fondo. Bravo anche Ranieri ad impostare un giusto turn-over che ha visto relegato in panchina l’uomo più in forma della Roma quel Mirko Vucinic che insieme a Borriello avevano riempito il tabellino marcatori del derby, facendo registrare il successo esterno degli uomini di Ranieri per 0-2. Una partita dalle tante emozioni a partire dal primo goal in campionato con la maglia della Roma di Simplicio. Contro i viola la Roma vince la quarta gara consecutiva, tre in campionato (Lecce, Lazio e Fiorentina) ed una in Champions league a Basilea.

LA SPALLATA DELLA ROMA E LA LAZIO PERDE IL PRIMATO

Quando all’85’ al Manuzzi di Cesena segna Parolo per i padroni di casa, all’Olimpico di parole ce ne sono molte e sono tutte gioiose. Il goal cesenate che fà registrare la seconda sconfitta consecutiva della Lazio che dopo la spallata della Roma nel derby e la conseguente vittoria del Milan che arriva solitario in vetta.

NON E’ STATA UNA VITTORIA FACILE

Come anticipato è stato turn over per scelte e per forza per Ranieri. Le assenze importanti di Pizarro, di Taddei e di Juan ed il recuperato Adriano, con la panca per Vucinic hanno certamente tolto qualcosa alla squadra che in ogni caso presentava cognomi e giocatori di assoluto rispetto. Il tecnico romanista pone in cabina di regia Menez (sarà ancora una volta il migliore anche se uscirà per un dolore alla schiena) con Totti e Borriello punte. Efficace anche la prestazione del giovane Greco titolare dal primo minuto. La Fiorentina con Montolivo che si è appena operato, priva di Frey perde pedine importanti e Mihajlovic si affida in porta a Boruc mentre in avanti Mutu, Vargas e Gilardino impegneranno per lunghi tratti la difesa capitolina.

Menez dolorante alla spalla. Il migliore tra i giallorossi.Mutu, Gilardino,

Menez dolorante alla spalla. Il migliore tra i giallorossi.

In una partita difficile in cui la Roma comanda le operazioni di gioco è la Fiorentina ad arroccarsi all’indietro coprendo gli spazi e lasciando poco margine per le conclusioni giallorosse. Bisogna aspettare il 21′ per l’incornata di Borriello parata da Boruc con un buon intervento.La squadra di Mihajlovic attende il momento giusto per colpire e sotto un forte acquazzone al 24′ la forte conclusione dalla distanza di Marchionni impegna Julio Sergio in presa a terra. Passano solo tre minuti ed un’altra zampata da almeno 40 metri di Santana trova impreparato Julio Sergio che rinvia con i piedi. La sfera ha una traiettoria molto particolare e diventa un prezioso assist per Gilardino a porta spalancata. L’attaccante s’invola sulla sfera ma un recupero da campione di Burdisso soffia la palla all’attaccante al momento della stoccata vincente. E’ uno di quei goal evitati che dovrebbe far parte del tabellino marcatori. Grazie alla prodezza del sudamericano la rete romanista rimarrà immacolata fino al termine del primo tempo. Un goal subito in quel momento poteva dare un’altra dimensione all’incontro. Attenzione però a non parlare di fortuna perchè  è pura bravura di Nicolas.  Sul ribaltamento di fronte Totti ci prova seriamente ma chiude senza precisione il tiro e la palla è sul fondo. Ormai si attendono solo i minuti di recupero che il direttore di gara ha concesso ma allo scadere del 45′ arriva il goal sbloccarisultato. Un’azione tambureggiante in area viola vede Borriello caparbiabente mantenere il possesso dellla sfera in piena area inseguito da un nugolo di avversari. Cross di Riise e Simplicio raccoglie una deviazione e dopo uno stop volante infila la porta gigliata e porta in vantaggio la Roma. Dopo la traversa nel derby arriva la prima soddisfazione stagionale per il centrocampista brasiliano che vede crescere di gara in gara le sue prestazioni. Finisce 1-0 il primo tempo.

Borriello esulta dopo il 2-0. Quinta rete in campionato.

Borriello esulta dopo il 2-0. Quinta rete in campionato.

RIPRESA RICCA DI EMOZIONI

Non ci sono cambi ad inizio di ripresa e la Roma, nonoostante il vantaggio, inizia a spingere e dopo soli sei minuti trova il raddoppio. Un pallone a cambiare campo da sotto la Tevere Totti serve Menez sotto la Monte Mario. Il gioiellino francese, nonostante una dolorosa contusione ricevuta sulla spalla destra nel primo tempo, salta come un birillo l’avversario e s’invola in area di rigore. Punta il fondo poi immette un pallone imprendibile per il portiere a centro area. L’assist è perfetto per Borriello che arriva da dietro ed infila la porta sguarnita con un colpo deciso.Quinto goal in campionato con la Roma per lui che si dimostra un acquisto molto importante.

feste a Menez per l'ottima azione che ha propiziato il 2-0

Feste a Menez per l'ottima azione che ha propiziato il 2-0

MENEZ CREA BORRIELLO FINALIZZA

Abbracci e sorrisi per Borriello che si porta subito verso Menez e lo ringrazia con un grande abbraccio. E’ un momnto magico per la Roma che alla ripresa del gioco potrebbe affondare i viola con un’ottima azione di Totti che conclude di poco sul fondo. Anche Borriello fallisce la rete con un colpo di testa alzato sulla traversa anzichè schiacciato con successo a rete. Sulla ribattuta dei gigliati un cross di Ljajic da destra viene deviata da campione in porta da Gilardino che riapre la contesa.

Perrotta infila la porta di Boruc sotto la curva sud

PERROTTA RIPORTA A +2 LE DISTANZE

Greco, un ragazzo dal moto perpetuo, paga la sua generosità con i crampi che gli fanno alzare bandiera bianca. Entra Perrotta e sarà proprio lui a credere nell’azione che porta l’azione sul 3-1. Su un’assist di Mexes che mette una palla verso l’area l’estremo difensore viola Boruc manca il calcio al pallonee  ad approfittarne per primo, è Perrotta cui non resta che appoggiare in porta. La palla si avvia verso la linea di porta lentamente e la oltrepassa riportando a +2 le distanze nel tabellino sulla Fiorentina. Il tecnico viola è inquieto ma la sua squadra è in balia di una Roma che potrebbe segnare da un momento all’altro anche la quarta rete. Si finisce con le reti e con le emozioni al 90′ quando Mutu parlotta con l’arbitro cercando di distrarre la retroguardia romanista. All’improvviso D’Agostino calcia e centra l’angolo alla destra dell’immobile julio Sergio. E’ e sarà l’ultima marcatura della partita che sarà gestita alla perfezione da Totti che con le sue magie e la difesa del pallone guadagna angoli e calci piazzati facendo trascorrere minuti preziosi. L’urlo dell’olimpico saluta la vittoria della Roma, la sconfitta della Fiorentina, la sconfitta della Lazio, la perdita del primato da parte della Lazio ed infine l’allungo in classifica con la terza vittoria di fila in campionato. Ora concentrati su Torino dove tra tre giorni ci sarà juventus-Roma.

 Perrotta festeggiato dopo il 3-1

Perrotta festeggiato dopo il 3-1

LE INTERVISTE DEL DOPO GARA

Ranieri ha formato un ottimo gruppo il suo lavoro premia.

Ranieri ha formato un ottimo gruppo il suo lavoro premia.

RANIERI: Pensando a quattro giornate fa stavamo messi peggio proprio per questo l”importante è continuare a fare ciò che stiamo facendo: lavorare con determinazione e i ragazzi si stanno anche divertendo e questo è molto importante. Dare un turno di riposo ai big è necessario anche perchè sono a disposizione altri big che devono giocare e tra poco avremo a disposizione anche Adriano. Giocando ogni tre giorni avere questi grossi calibri ti fa stare più sereno e puoi pensare a far lavorare. Il problema qui non è quanto giocano o il dispendio delle energie fisiche, quanto di quelle nervose. Stanotte andiamo a casa e tra ventiquaattr’ore devo rifare una conferenza stampa e poi prendere un aereo perchè giochiamo sabato sera. Per cui gli infortuni si verificano per il grande stress che c’è nel nostro campionato, quindi quando hai la possibilità di far riposare un “big lo fai riposare e poi per fare un esempio  Vucinic  è parecchio che non si allena. Ha giocato il derby e l’ho rivisto stamattina per il riscaldamento. Qui non si tratta di ritmi, perchè in Inghilterra si gioca anche di più, è che li non c’è stress. Mentre da noi tra una partita e l’altra si gioca tutto un’altro campionato. Per cui siamo sempre sotto pressione e i ragazzi vanno poi in campo più tesi e contratti. Ed ecco che nasocno alcuni infortuni che in altre nazioni non ci sono. Questo il motivo per cui in Italia abbiamo in questo momento 18 infortunati rispetto ad uno della Spagna.Io che sono stato sia in Spagna che in Inghilterra vi dico che lì c’è meno stress rispetto all’Italia. In Inghilterra ci sono più partite, più scontri, ma si fanno meno male. Per cui ci deve essere un perchè è un per come. Quest’anno l’avevo detto all’inizio, non sarà il solito campionato, sarà un campionato livellato. Io mi auguro di fare una stagione come quella dell’anno scorso perchè non so a quanto si vincerà il campionato quest’anno. Abbiamo passato un periodo iniziale molto ma molto brutto e adesso ci stiamo riprendendo, dobbiamo continuare così. Menez può giocare sia centrale che esterno, al Monaco faceva addirittura la seconda punta. E’ un ragazzo che più lo mandi in possesso di palla, pià può creare problemi all’avversario. Io lo metto sull’esterno quando gioco con il 4-4-2, non avendo un esterno sinistro e adattando Perrotta perchè lui ama la fascia destra. Quando un allenatore dice mandiamo in possesso di palla questo giocatore e poi non gliela diamo, allora tanto vale metterlo dietro le punte dove può giocare più palloni.

Mihjalovic un'altra brutta serata romana. Fischiato dai tifosi romanisti

Mihjalovic un'altra brutta serata romana. Fischiato dai tifosi romanisti

Mihajlovic: Dovevamo avere più coraggio, pensavamo solo a difendere, non ad attaccare, nonostante abbiamo avuto un paio di occasioni. Contro squadre così poi ti fanno gol. Il gol subito a fine primo tempo è stato regalato, non siamo riusciti a buttarla fuori nella mischia. Ma nel primo tempo ci è mancato coraggio, bisogna crederci di più. Se pensiamo solo a difendere non vinceremo da nessuna parte. Dobbiamo avere più personalità e fare qualcosa di importante davanti, anche perchè abbiamo giocatori che possono fare la differenza.

TABELLINO DI ROMA-FIORENTINA 3-2

ROMA (4-3-1-2): Julio Sergio; Cicinho (dal 37′ s.t. Rosi), Mexes, N. Burdisso, Riise; Greco (dal 28′ s.t. Brighi), De Rossi, Simplicio; Menez (dal 18′ s.t. Perrotta); Totti, Borriello.

A disposizione:Lobont, Castellini, Vucinic, Julio Baptista.

Allenatore: Ranieri.

FIORENTINA (4-2-3-1): Boruc; De Silvestri, Gamberini, Natali, Pasqual; Santana (dal 35′ s.t. Bolatti), Donadel (dal 27′ s.t. D’Agostino); Marchionni, Mutu, Vargas (dal 15′ s.t. Ljajic); Gilardino.

A disposizione: Avramov, Comotto, Kroldrup, Cerci.

Allenatore: Mihajlovic.

Arbitro: Bergonzi di Genova.

Assistenti:Viazzi-Passeri

Marcatori: 45′ Simplicio, 51′ Borriello, 69′ Gilardino, 77′ Perrotta, 89′ D’Agostino.

Angoli 6-5 per la Roma.

Recupero: 2’primo tempo e 4′ nel secondo tempo.

Ammoniti: Donadel, Santana,Boruc e Burdisso.

Spettatori: 28.000 circa

LA CLASSIFICA

MILAN 23
LAZIO 22
NAPOLI 21
INTER 20
JUVENTUS 19
ROMA 18
SAMPDORIA 15
CHIEVO 15
GENOA 14
PALERMO 14
CATANIA 14
UDINESE 14
FIORENTINA 12
LECCE 12
BOLOGNA 11
CAGLIARI 11
BRESCIA 11
CHIEVO 11
PARMA 11
BARI 9

TURNO INFRASETTIMANALE

BRESCIA-JUVENTUS 1-1
CAGLIARI-NAPOLI 0-1
CATANIA-UDINESE 1-0
CESENA-LAZIO 1-0
CHIEVO-BARI 0-0
GENOA-BOLOGNA 1-0
LECCE-INTER 1-1
MILAN-PALERMO 3-1
ROMA-FIORENTINA 3-2
PARMA-SAMPDORIA 1-0

Write a Comment

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts