Essentials

Meta

Pages

Categories

Campionato: Benevento-Roma

Campionato di calcio serie A
Stagione 2017-2018
Quinta giornata gare di andata
mercoledi 20 settembre 2017
Benevento: Stadio Vigorito ore 18,00

Si gioca il primo turno infrasettimanale della stagione, la Roma è impegnata per la prima volta nella sua storia in serie A contro il Benevento, in uno stadio tutto giallorosso.

 SCHICK ANCORA NON E’ PRONTO
FUORI A BENEVENTO E CON L’UDINESE

Si inizia con le assenze in casa Roma e a parlarne è proprio il tecnico Di francesco alla vigilia: “”Schick è arrivato a Roma con nemmeno cinque allenamenti con il pallone ,
fatti con la Sampdoria. Non era assolutamente pronto per giocare e questo nuovo piccolo fastidio, che è da valutare,
non gli permetterà di essere a disposizione in questa partita e nella prossima”.

TABELLINO

Arbitro: Fabbri
Assistenti: Vivenzi–Di Iorio
IV Ufficiale: Illuzzi
Var: Calvarese
Avar: Abbattista

RISULTATI

BOLOGNA-INTER  1-1
BENEVENTO-ROMA
ATALANTA-CROTONE
CAGLIARI-SASSUOLO
GENOA-CHIEVO
VERONA-SAMPDORIA
JUVENTUS-FIORENTINA
LAZIO-NAPOLI
MILAN-SPAL
UDINESE-TORINO

Sampdoria e Roma una gara da recuperare

CLASSIFICA SERIE A

 INTER 13
JUVENTUS 12
 NAPOLI 12
 LAZIO 10
 MILAN  9
 TORINO  8
SAMPDORIA  7
ROMA  6
FIORENTINA  6
CAGLIARI  6
BOLOGNA  5
SPAL  4
ATALANTA  4
CHIEVO  4
UDINESE  3
GENOA  1
VERONA  1
CROTONE  1
SASSUOLO  1
BENEVENTO  0

 

 

 

 

 

Campionato: Roma-Verona 3-0

Campionato di calcio serie A
Stagione 2017-2018
Quarta giornata gare di andata
Sabato 16 settembre 2017
Roma: Stadio Olimpico ore 20,45
Roma-Verona 3-0

abbracci-x-florenzi

abbracci-perFlorenzi

LA ROMA AFFONDA IL VERONA
SOTTO LA TEMPESTA

Minaccia pioggia all’Olimpico e la Roma rischia di veder annullata anche la gara contro il Verona, dopo quella a Genova contro la Sampdoria. C’è allerta meteo arancione sui cieli dell’Olimpico, ma alla fine sarà allerta Roma per un Verona rassegnato
a combattere contro una squadra molto più quadrata tecnicamente e vogliosa di cancellare la sconfitta interna contro l’Inter.
Il drenaggio dell’Olimpico è perfetto ed il forte temporale con scrosci forti e copiosi a tratti, si perde nelle viscere del terreno.
Qualcosa dell’Inter salta in mente ai tifosi quando Under coglie l’incrocio dei pali sullo 0-0. E’ il quarto legno in due gare, ma questa volta i presagi sono tutti a favore, grazie alle giocate dei giallorossi che manifestano subito superiorità.

Dzeko

Dzeko

AMPIO TURN-OVER

Di Francesco opera un ampio turn-over lasciando spazio ai giovani che hanno bisogno di mettersi in luce e di far valere le sue doti, come per esempio Under che ha dimostrato che i soldi spesi per il suo cartellino saranno un ottimo investimento.Doplo la gara contro l’Atletico che ha tolto energie fisiche, in vista dell’anticipo della gara infrasettimanale a Benevento cambiare uomini era importante e alla fine le scelte di Di Francewsco si sono rivelate azzeccate.

incrocio-dei-pali-colpito-da-under

incrocio-dei-pali-colpito-da-under

Nainggolan-sblocca-lincontro

Nainggolan-sblocca-lincontro

APRE NAINGGOLAN

La partita dopo l’incrocio dei pali di Under si sblocca grazie ad un’azione in velocità che porta Nainggolan solo davanti al portiere  e lo infila in uscita.
Il risultato galvanizza maggiormente i giallorosi che grazie ad un’incursione di Florenzi sulla destra ed un cross perfetto Dzeko non si lascia pregare ed infila di testa la rete gialloblù.
In precedenza sempre Dzeko in due occasioni aveva avuto l’opportunità di segnare ma per un motivo o per un altro la palla non è entrata.

raddoppio-di-dzeko-2-0

raddoppio-di-dzeko-2-0

2-0-stacco-di-Dzeko

2-0-stacco-di-Dzeko

TERZA RETE NELLA RIPRESA

3-0-Dzeko-fa-doppietta

3-0-Dzeko-fa-doppietta

la-rete-di-Dzeko-sotto-la-sud

la-rete-di-Dzeko-sotto-la-sud

Per arrivare alla chiusura dell’incontro , dal punto di vista del punteggio, arriva la terza rete in scivolata di Dzeko che realizza così una doppietta. Il terzo goal per il centravanti capitolino in questo avvio di campionato.
Parlato dei goal, le notizie confortanti arrivano dalle prestazioni di Under, da quella di Pellegrini (ottima la sua prestazione), il ritorno di Florenzi che ha illuminato la fascia destra a volte percorsa senza troppa qualità da Bruno Peres.
Allison l’eroe contro l’atletico Madrid non ha avuto grosse possibilità di mettersi in mostra ma quando ha svolto il suo lavoro lo ha fatto bene, considerando il terreno scivoloso.

DI FRANCESCO

“A volte anche quando pareggi non fai il tuo. Queste partite vanno vinte, sono determinanti per ripartire.
Potevamo fare qualche gol in più, anche per dare convinzione agli altri attaccanti come El Shaarawy e Under che lo meritavano.
Dal punto di vista atletico si può solo che migliorare. Oggi ho fatto 5 cambi. Io sono soddisfatto della crescita, delle linee di passaggio cercate.
Oggi abbiamo creato tanto e lo volevo dall’inizio.
La mia testa è già al Benevento. Guardare la classifica fa un po’ male perché c’è la partita da recuperare
Dzeko ha giocato per la squadra, poi poteva segnare 2-3 gol in più. Sono molto sereno, ci siamo chiariti subito, a volte si cerca qualcosa che non c’è, il calcio è fatto anche di sofferenza.
Nnoi con l’Atletico abbiamo fatto un ottimo primo tempo e poi abbiamo sofferto.
Sì è vista la crescita anche fisica dei calciatori. Ho fatto giocare giocatori con caratteristiche differenti.
In tante partite ho sacrificato Defrel. Qualche difficoltà nello sviluppare e andare nella profondità la abbiamo avuta.
Florenzi ce lo teniamo stretto, avevo in mente di farlo giocare già a Genova, con l’Atletico l’ho valutato a rischio per la forza dell’avversario, sarà un valore aggiunto per tutti i ruoli, non solo per quello di oggi”.

TABELLINO

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas (79′ Moreno ), Fazio, Kolarov; Nainggolan (75′ Schick), De Rossi, Pellegrini; Under (75′ Gerson), Dzeko, El Shaarawy.
A disposizione: Lobont, Skorupski, Peres, Juan Jesus, Gonalons, Castan, Strootman, Defrel, Perotti.
Allenatore: Di Francesco
Verona (4-3-3):  Nicolas; Ferrari, Caceres, Heurtaux, Souprayen; Bessa, Buchel (58′ Verde), Zuculini (75′ Fossati); Romulo, Kean (64′ Pazzini), Valoti.
A disposizione: Silvestri, Coppola, Caracciolo, Laner, Bearzotti, Zaccagni, Lee.
Allenatore: Pecchia
Arbitro: Pairetto
Assistenti: Tolfo – Carbone
IV uomo: Saia
Var: Calvarese
Avar: Pillitteri
Marcatori: 21′ Nainggolan, 34′ Dzeko, 61′ Dzeko
Ammoniti 46′ Souprayen, 53′ Valoti
Espulso 65′ Souprayen (per doppia ammonizione)
Spettatori: 29.045
Arbitro: Pairetto
Assistenti: Tolfo-Carbone
IV Ufficiale:Sala
VAR: Calvarese
Avar: Pillitteri

RISULTATI

CROTONE-INTER  0-2
FIORENTINA-BOLOGNA  2-1
ROMA-VERONA  3-0
SASSUOLO-JUVENTUS  1-3
TORINO-SAMPDORIA  2-2
MILAN-UDINESE  2-1
NAPOLI-BENEVENTO  6-0
SPAL-CAGLIARI  0-2
CHIEVO-ATALANTA  1-1
GENOA-LAZIO  2-3

Sampdoria e Roma una gara da recuperare

CLASSIFICA SERIE A

 INTER 12
JUVENTUS 12
 NAPOLI 12
 LAZIO 10
 MILAN  9
 TORINO  8
SAMPDORIA  7
ROMA  6
FIORENTINA  6
CAGLIARI  6
SPAL  4
BOLOGNA  4
ATALANTA  4
CHIEVO  4
UDINESE  3
GENOA  1
VERONA  1
CROTONE  1
SASSUOLO  1
BENEVENTO  0

 

Champions league: Roma-Atletico Madrid 0-0

uefa-champions-league

Champions league 2017-18
Prima giornata di andata
Girone C
Martedi 12 settembre 2017
Stadio olimpico ore 201,45
ROMA-ATLETICO MADRID 0-0

il-rigore-reclamato-dalla-roma

SORTEGGIO POCO FORTUNATO AVVERSARI TOSTI

La Roma ritorna nella massima competizione continentale, dopo aver disputatol’Europa league la scorsa stagione,  ed è la terza partecipazione in quattro anni nel massimo torneo continentale,
escludendo la sfortunata avventura dell’anno scorso terminata già ai preliminari.
Sarà il quarto anno consecutivo in cui i capitolini disputeranno una coppa continentale tra Champions ed Europa League.
Il sorteggio non è stato benevolo con i giallorossi.
Quest’anno la Roma farà parte del girone C, con avversari Atletico Madrid,Chelsea e Qarabag.
La partita vede inizialmente in avanti gli uomini di Simeone che mantengono il possesso del pallone. La Roma risponde bene con qualche pregio individuale come con Bruno Peres che si concede un paio di preziosismi applauditi dal pubblico.
Quando la Roma spinge trova un’ottima difesa sempre pronta a chiudere specialmente gli spazi aerei.
Al 33′ gli ospiti gridano al goal. Koke da pochi passi calcia a colpo sicuro ma Manolas con il corpo riesce a salvare sulla linea con grande scelta di tempo e sulla serie di rimpalli che seguono Griezmann riesce a concludere verso la rete ma Allison c’è e respinge la palla goal.
In precedenza la Roma aveva reclamato un calcio di rigore per un fallo in area di gore ma l’arbitro non ha visto.
Sui piedi di Dzeko e Strootmann si spengono le occasioni per i giallorossi di segnare mentre Oblak è bravissimo a parare una conclusione di Nainggolan a botta sicura dalla distanza su schema da calcio di punizione.
E’ l’unico 0-0 al termine di tutti i primi tempi in Champions.
Arriva infine lìolè giallorosso nel finale per il goal di Messi alla Juventus.

manolas-salva-sulla-riga

“TUTTE LE GRANDI SQUADRE HANNO GRANDI PORTIERI
E NOI CE LO TENIAMO STRETTO”

Le parole di Di Francesco esaltano le qualità del portiere Allison che in almeno tre-quattro occasioni ha permesso ai giallorossi di guadagnare un punto in Champions league, in un girone,
che come si è visto stasera all’Olimpico, è durissimo.
L’Atletico nella ripresa ha martellato sulla tre-quarti capitolina dove la Roma, apparsa meno in condizione degli avversari, ha dimostrato meno qualità e molti errori.
La sottolineazione di Di Francesco che mette in evidenza i calciatori che erano con lui a Pinzolo e non in tournee negli Usa.
Ora ci si attende la crescita della squadra che sarà rinforzata dai campioni usciti finalmente dall’infermeria.

allison-sugli-scudi
I migliori dei giallorossi occupano ruoli importanti e determinanti nel reparto arretrato, così come Manolas e sopratutto Allison una spanna sopra i compagni.
Sfortuna e fortuna infine si sono rincorse in questo incontro dove due legni hanno salvato la porta capitolina mentre per i giallorossi un altro importante errore arbitrale che non ha fischiato un evidente rigore
alla Roma, il secondo in due gare (il primo contro l’Inter) sempre nella stessa area di rigore e quasi nello stesso punto.
Dubbi forti anche sull’atterramento di Perotti che scappato a Juanfran, va giù in area di rigore, anche qui il penalty non avrebbe fatto gridare allo scandalo.
Un pareggio alla fine, senza goal subiti in casa non è da gettare via, per la classifica e il morale della squadra.

allison-chiude-la-porta

DI FRANCESCO: C’ERA UN RIGORE PER NOI

“Nel primo tempo abbiamo lavorato bene sotto tutti i punti di vista, poi siamo calati. Sono contento perché abbiamo saputo soffrire.
Faccio l’allenatore e quando vedo cerco di rimediare, oggi risultato positivo per le difficoltà che abbiamo visto nella parte centrale della gara quando sembrava che potessimo prendere gol da un momento all’altro
Nel primo tempo è stata una bella partita, e c’era anche un rigore per noi.
Chiaro che se non chiudi le partite poi si soffre. Ma ho visto un ottimo calcio, di personalità. E’ normale che dobbiamo migliorare la condizione fisica, però quando ha il predominio devi buttarla dentro.
Il loro calcio nasce anche dalla cultura delle seconde squadre. Il loro predominio non è casuale. A me piace, anche io voglio cercare prima di costruire e poi di distruggere, sono da prendere ad esempio.
Ho pensato un po’ meno all’esordio, anche se ero emozionato. Oggi era importante non perdere, anche se ai ragazzi non l’ho detto. Lo ritengo un risultato molto positivo, abbiamo sofferto ma saper soffrire fa parte della crescita di una squadra.
E’ un aspetto positivo dal punto di vista del collettivo nella ripresa siamo calati anche nel palleggio e nel fatto di tenere palla con meno qualità. Sono stato costretto a cambiare sistema perché non riuscivamo a tenere alle folate e abbiamo trovato equilibrio
Quando si cerca di dare una mentalità senza buttare la palla, a volte abbiamo rischiato troppo dando fiducia agli avversari.
E’ importante non sbagliare. Oggi Alisson è stato determinante, le grandi squadra hanno anche grandi portieri e noi ce lo teniamo stretto, dobbiamo lavorare ancora di più.
Abbiamo avuto la difficoltà di andare in tournée, chi ha retto sono quelli che sono stati al ritiro per me. Non è detto che sia negativo non essere al meglio in questo momento.
Mi hanno detto che avevano le gambe pesanti, cercheremo di migliorare questa condizione fisica che oggi è stata determinante”.

 TABELLINO

ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Nainggolan (dal 35′ s.t. Pellegrini), De Rossi, Strootman; Defrel (dal 23′ s.t. Fazio), Dzeko (dal 44′ s.t. El Shaarawy), Perotti
A disposizione: Skorupski, Florenzi, Gonalons, Under
All. Di Francesco.
ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis; Saul, Gabi (dal 17′ s.t. Carrasco), Thomas, Koke; Griezmann (dal 34′ s.t. Gaitan), Vietto (dal 13′ s.t. Correa)
A disposizione: Moyà, Lucas Hernandez, Gimenez, Torres
All. Simeone
Arbitro: Mazic (Serbia)
Assistenti: Ristić, Djurdjević
Addizionali: Djokić, Grujić
IV uomo: Petrović
Ammonito Perotti
Spettatori: 40.000 circa

RISULTATI GIRONE C

Chelsea – FK Qarabag    6-0
Roma-Atletico Madrid  0-0

CLASSIFICA GIRONE C

CHELSEA         3
ROMA               1
ATLETICO M. 1
QARABAG       0

uefayouthleague

SCONFITTA LA ROMA PRIMAVERA

Perde 1-2 la squadra di Alberto De Rossi nell’esordio a Trigoria contro l’Atletico Madrid.
La differenza la fanno de due reti degli spagnoli in due minuti realizzate nel secondo tempo.

TABELLINO

AS ROMA – ATLETICO MADRID  1-2

AS ROMA (4-3-3): 1 Romagnoli; 14 Bouah, 5 Ciavattini, 4 Cargnelutti, 17 Semeraro (70′ Riccardi); 6 Marcucci, 7 Meadows (55′ Masangu), 8 Valeau; 10 Antonucci, 9 Celar, 11 Cappa (55′ Besuijen)
A disposizione: 23 Pagliarini, 2 Kastrati, 3 Truşescu, 19 Ganea.
Allenatore: Alberto De Rossi.
Indisponibili: Luca Pellegrini, Keba Coly
CLUB ATLÉTICO DE MADRID (4-2-3-1): 1 Dos Santos; 2 Isaac, 5 Aliaga, 4 Punal, 3 Montero; 6 Carro, 8 Toni Moya; 7 Agüero (61′ Salido), 10 Clemente, 11 Ferni (58′ Muñoz), Giovanni Navarro (74′ Ferreras Garcia)
A disposizione: 13 Sanz Paredes, 12 Viaña Campuzano, 17 Andy,19 Riquelme.
Allenatore: Cano Martin
Arbitro: Rade Obrenovic dalla Slovenia
Assistenti: Grega Kordez e Tomislav Pospeh
Marcatori: 67′ Salido (ATL), 69′ Navarro (ATL), 77′ Masangu (ASR)

 

Campionato: Sampdoria-Roma: N.D.

Campionato di calcio serie A
Stagione 2017-2018
Terza giornata gare di andata
Sabato 9 settembre 2017
Genova: Stadio Marassi ore 20,45
Sampdoria-Roma N.D.

NON DISPUTATA PER ALLERTA METEO

Sarà destino, una clamorosa coincidenza che si protrae nel tempo ma quando Roma e Sampdoria si fronteggiano, Giove pluvio non ha pietà.
Questa volta la gara non è neppure iniziata perchè per l’allerta meteo su Genova, del venerdì, si è deciso di non far disputare l’incontro.
Biglieetti rimborsati dunque e propabile rinvio a dicembre per i tanti impegni dei capitolini.
La Roma con gli uomini in via di ripresa, specialmente nel settore difensivo, vede di buon occhio il rinvio, senza contare l’infortunio di Schick, che sarà fuori per 15 giorni.
Testa ora alla Champions league, contro l’Atletico Madrid.
Un rinvio duro da mandar giù da parte dei tifosi romanisti che speravano di rivedere la loro squadra in campo dopo la sosta di campionato, per le Nazionali.
Nell’appendice di calciomercato intanto non sarà più giallorosso Valinqueur ceduto in Turchia con netto sfoltimento della rosa rispetto alla scorsa stagione senza più esuberi ma solo con titolari e panchinari.
Sergio Gambino, consigliere della protezione civile di Genova, ha dichiarato: “Sono state evidenziate delle criticità elevate, lo stadio peraltro è vicino a un torrente che in passato ha causato delle morti.
Abbiamo pensato all’incolumità delle persone, il nostro unico obiettivo. Il deflusso delle persone dallo stadio avviene in una zona vicina al torrente stesso, esondato nel 2011 e 2014”.

TABELLINO

Arbitro: Orsato
Assistenti: Di Fiore-Costanzo
IV Ufficiale: Tagliavento
Var: Calvarese
Avar: Baroni

AMICHEVOLE
ROMA-CHAPECOENSE 4-1

AS ROMA (4-3-3): Lobont (71′ Romagnoli); Florenzi (C) (75′ Valeau), Ciavattini (71′ Ciofi), Jesus (85′ Cargnelutti), Castan (85′ Meadows); Gerson (85′ Pezzella), Gonalons, Nainggolan ( 85′ Riccardi); Defrel (45′ Keba [75′ Corlu]), Antonucci (66′ Schick), Perotti (55′ Cappa).
A disposizione: Greco.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.
CHAPECOENSE (4-4-2): Artur (84′ Tiepo); Renan, Grolli, Bruno (63′ Hiago), Roberto; Marques, Lucas Mineiro (75′ Khevin), Dodò (55′ Moises), Alan (C) (75′ Bryan); Perotti (63′ Rodrigo), Cesar.
A disposizione: Lourency.
Allenatore: Vinicius Eutropio
Arbitro: Paolo Valeri di Roma.
Assistenti: Dobosz-Giallatini
Marcatori: 29′ Florenzi, 38′ Perotti , 41′ Antonucci, 51′ Antonucci, 54′ Alan
Spettatori: 10 mila

ANICIPI E POSTICIPI FINO ALLA 17ˆ GIORNATA

La Lega, dopo il sorteggio dei calendari, ha comunicato gli anticipi e i posticipi di campionato fino alla 17ª giornata.

3ª giornata — Sabato 9 settembre 2017, ore 18.00, JUVENTUS – CHIEVOVERONA
Sabato 9 settembre 2017, ore 20.45, SAMPDORIA – ROMA
Domenica 10 settembre 2017, ore 12.30, INTER – SPAL
Domenica 10 settembre 2017, ore 18.00 , BENEVENTO – TORINO
Domenica 10 settembre 2017 , ore 20.45, BOLOGNA – NAPOLI
4ª giornata — Sabato 16 settembre 2017, ore 15.00, CROTONE – INTER
Sabato 16 settembre 2017, ore 18.00 , FIORENTINA – BOLOGNA
Sabato 16 settembre 2017, ore 20.45, ROMA – HELLAS VERONA
Domenica 17 settembre 2017,ore 12.30, SASSUOLO – JUVENTUS
Domenica 17 settembre 2017, ore 18.00, CHIEVOVERONA – ATALANTA
Domenica 17 settembre 2017, ore 20.45, GENOA – LAZIO
5ª giornata — Martedì 19 settembre 2017, ore 20.45, BOLOGNA – INTER
Mercoledì 20 settembre 2017, ore 18.30 , BENEVENTO – ROMA
6ª giornata
Sabato 23 settembre 2017, ore 15.00, ROMA – UDINESE
Sabato 23 settembre 2017, ore 18.00, SPAL – NAPOLI
Sabato 23 settembre 2017 ,ore 20.45, JUVENTUS – TORINO
Domenica 24 settembre 2017, ore 12.30,SAMPDORIA – MILAN
Domenica 24 settembre 2017, ore 18.00, SASSUOLO – BOLOGNA
Domenica 24 settembre 2017, ore 20.45, FIORENTINA – ATALANTA
7ª giornata — Sabato 30 settembre 2017, ore 18.00, UDINESE – SAMPDORIA
Sabato 30 settembre 2017, ore 20.45, GENOA – BOLOGNA
Domenica 1 ottobre 2017, ore 12.30, NAPOLI – CAGLIARI
Domenica 1 ottobre 2017, ore 18.00, MILAN – ROMA
Domenica 1 ottobre 2017, ore 20.45, ATALANTA – JUVENTUS
8ª giornata — Sabato 14 ottobre 2017, ore 18.00, JUVENTUS – LAZIO
Sabato 14 ottobre 2017, ore 20.45, ROMA – NAPOLI
Domenica 15 ottobre 2017, ore 12.30 , FIORENTINA – UDINESE
Domenica 15 ottobre 2017, ore 20.45, INTER – MILAN
Lunedì 16 ottobre 2017, ore 20.45, HELLAS VERONA – BENEVENTO
9ª giornata — Sabato 21 ottobre 2017, ore 18.00, SAMPDORIA – CROTONE
Sabato 21 ottobre 2017, ore 20.45, NAPOLI – INTER
Domenica 22 ottobre 2017 ore 12.30 CHIEVOVERONA – HELLAS
VERONA Domenica 22 ottobre 2017, ore 18.00, UDINESE – JUVENTUS
Domenica 22 ottobre 2017, ore 20.45, LAZIO – CAGLIARI
10ª giornata — Martedì 24 ottobre 2017 , ore 20.45, INTER – SAMPDORIA
Mercoledì 25 ottobre 2017, ore 18.30, ATALANTA – HELLAS VERONA
11ª giornata — Sabato 28 ottobre 2017, ore 18.00, MILAN – JUVENTUS
Sabato 28 ottobre 2017, ore 20.45, ROMA – BOLOGNA
Domenica 29 ottobre 2017, ore 12.30 , BENEVENTO – LAZIO
Domenica 29 ottobre 2017, ore 20.45, TORINO – CAGLIARI
Lunedì 30 ottobre 2017, ore 20.45, HELLAS VERONA – INTER
12ª giornata — Sabato 4 novembre 2017, ore 18.00, BOLOGNA – CROTONE
Sabato 4 novembre 2017, ore 20.45 , GENOA – SAMPDORIA
Domenica 5 novembre 2017, ore 12.30, INTER – TORINO
Domenica 5 novembre 2017, ore 18.00, ATALANTA – SPAL
Domenica 5 novembre 2017, ore 20.45, SASSUOLO – MILAN
13ª giornata — Sabato 18 novembre 2017, ore 18.00, ROMA – LAZIO
Sabato 18 novembre 2017, ore 20.45, NAPOLI – MILAN
Domenica 19 novembre 2017, ore 12.30, CROTONE – GENOA
Domenica 19 novembre 2017, ore 20.45, INTER – ATALANTA
Lunedì 20 novembre 2017, ore 20.45, HELLAS VERONA – BOLOGNA
14ª giornata — Sabato 25 novembre 2017, ore 15.00, BOLOGNA – SAMPDORIA
Sabato 25 novembre 2017, ore 18.00, SASSUOLO – HELLAS VERONA
Sabato 25 novembre 2017 , ore 18.00, CHIEVOVERONA – SPAL
Sabato 25 novembre 2017, ore 20.45 , CAGLIARI – INTER
Domenica 26 novembre 2017, ore 18.00, LAZIO – FIORENTINA
Domenica 26 novembre 2017, ore 20.45, JUVENTUS – CROTONE
Lunedì 27 novembre 2017, ore 20.45, ATALANTA – BENEVENTO
15ª giornata — Venerdì 1 dicembre 2017, ore 18.30, ROMA – SPAL
Venerdì 1 dicembre 2017, ore 20.45, NAPOLI – JUVENTUS
Sabato 2 dicembre 2017, ore 20.45, TORINO – ATALANTA
Domenica 3 dicembre 2017, ore 12.30, BENEVENTO – MILAN
Domenica 3 dicembre 2017, ore 20.45, SAMPDORIA – LAZIO
Lunedì 4 dicembre 2017, ore 19.00, CROTONE – UDINESE
Lunedì 4 dicembre 2017, ore 21.00, HELLAS VERONA – GENOA
16ª giornata — Sabato 9 dicembre 2017, ore 18.00, CAGLIARI – SAMPDORIA
Sabato 9 dicembre 2017, ore 20.45, JUVENTUS – INTER
Domenica 10 dicembre 2017, ore 12.30, CHIEVOVERONA – ROMA
Domenica 10 dicembre 2017, ore 18.00, SASSUOLO – CROTONE
Domenica 10 dicembre 2017, ore 20.45, MILAN – BOLOGNA
Lunedì 11 dicembre 2017, ore 19.00, GENOA – ATALANTA
Lunedì 11 dicembre 2017, ore 21.00, LAZIO – TORINO
17ª giornata — Sabato 16 dicembre 2017, ore 15.00, INTER – UDINESE
Sabato 16 dicembre 2017, ore 18.00, TORINO – NAPOLI
Sabato 16 dicembre 2017, ore 20.45, ROMA – CAGLIARI
Domenica 17 dicembre 2017, ore 12.30, HELLAS VERONA – MILAN
Domenica 17 dicembre 2017, ore 18.00, BENEVENTO – SPAL
Domenica 17 dicembre 2017, ore 20.45, ATALANTA – LAZIO
coppa italia — Oltre agli anticipi e posticipi la Lega Serie A ha reso noto anche il programma ufficiale del quarto turno di Coppa Italia
del 28, 29 e 30 novembre. Gli orari definitivi non sono ancora stati comunicati.
Martedì 28 Novembre:
CAGLIARI – PORDENONE
SAMPDORIA – PESCARA
SPAL – CITTADELLA
Mercoledì 29 Novembre:
SASSUOLO – BARI
CHIEVOVERONA – HELLAS VERONA
TORINO – CARPI
Giovedì 30 Novembre:
GENOA – CROTONE
UDINESE – PERUGIA

 RISULTATI

 JUVENTUS-CHIEVO  3-0
 SAMPDORIA-ROMA  RINV.
 ATALANTA-SASSUOLO  2-1
 BENEVENTO-TORINO  0-1
 BOLOGNA-NAPOLI  0-3
 CAGLIARI-CROTONE  1-0
 VERONA-FIORENTINA  0-5
 INTER-SPAL  2-0
 LAZIO-MILAN  4-1
 UDINESE-GENOA  1-0

Sampdoria e Roma una gara da recuperare

CLASSIFICA SERIE A

 JUVENTUS 9
 INTER 9
 NAPOLI 9
 LAZIO 7
TORINO 7
SAMPDORIA 6
MILAN 6
BOLOGNA 4
SPAL 4
ROMA 3
CHIEVO 3
UDINESE 3
ATALANTA 3
FIORENTINA 3
CAGLIARI 3
GENOA 1
VERONA 1
CROTONE 1
SASSUOLO 1
BENEVENTO 0

 

Campionato: Roma-Inter 1-3

Campionato di calcio serie A
Stagione 2017-2018
Seconda giornata gare di andata
Sabato 26 agosto 2017
Roma: Stadio olimpico ore 20,45
ROMA-INTERNAZIONALE 1-3

La prima rete di Dzeko in campionato

La prima rete di Dzeko in campionato

ROMA CONVINCENTE
E SFORTUNATA PALI E VAR CONTRARI

schermata-2017-08-26-alle-22-51-48

Si affrontano all’Olimpico Roma ed Inter ed è il primo grande scontro al vertice di questo campionato.
Entrambe vittoriose le due squadre cercano di arginare la fuga della Juventus che ha ribaltato il punteggio a Genova.
Inizia bene l’Inter che fà maggior manovra offensiva senza mai rendersi pericolosa.
La Roma invece trova il corridoio giusto e conclude con Kolarov, in goal a Bergamo. Il palo dice no al possibile vantaggio capitolino.
ma il goal arriva poco dopo con Dzeko che in area prima stoppa male la sfera difficile da domare e l’azione sfuma ma successivamente sul filo del fuorigioco non perdona Handanovic con un potente destro che gonfia la rete sotto la curva nord.
I giallorossi convincono e vanno ad un passo dal raddoppio con Nainggolan che colpisce il palo alla destra di Handanovic battuto.
Quando i nerazzurri spingono alla ricerca del pari si fà trovare pronto Allison che in un paio dio occasioni salva la porta giallorossa.

NELLA RIPRESA ALTRO PALO E TRE GOAL INTERISTI

Dire fortunata l’Inter scesa in campo all’olimpico è propabilmente riduttivo.  Quando la Roma timbra il terzo palo, e El Sharawy supera Handanovic con Dalbert che salva la porta vuota si comprende come i giallorossi abbiano visto la dea bendata girare le spalle.
Non è solo questione di fortuna però, la prestazione dei giallorossi è apparsa ad alti livelli, ma alla lunga i decificit difensivi si sonmo palesati in maniera alla fine determinante.
Dopo l’infortunio di Bruno Peres (non un campione) era scritto che sulla parte destra si sarebbe ballato e da lì l’Inter ha trovato i giusti spunti per sorpassare la Roma.
Mai vittoria è stata meno meritata dal punto di vista del gioco, da parte deglio avversari che hanno in Icardi l’uomo-goal in grande forma che ha saputo di prepotenza portarsi in cima alla classifica dei capocannonieri.
La Roma è migliorata e ha giocato molto meglio che a Bergamo, pian piano il suo rendimento è migliore, và migliorata la difesa, magari con un innesto di assoluto valore, per poter puntellare un reparto troppe volte preso in poca consideraZIONE (Rudiger stasera avrebbe fatto comodo)

PEROTTI ATTERRATO DA SKRINIAR
E LA VAR?

Perchè non è stato chiesto l’intervento della VAR sul fallo in area di Skriniar su Perotti. Sarebbe stato rigore invece l’arbitro non ha richiesto l’intervento della VAR dove erano disattenti anche Orsato e Aureliano.
Come si fà a non fermare il gioco e fischiare il rigore. Va ricordato che la Roma era già in vantaggio per 1-0.
Se ne è lamentato senza veli anche il tecnico Di Francesco che ha sottolineato la situazione.
Nelle gare precedenti la VAR aveva assegnato due rigori a Marassi e tolto il pareggio nel finale al Benevento contro il Bologna: E a Roma?
All’Olimpico era presente anche Rosetti il deus ex macchina della VAR.

schermata-2017-08-26-alle-23-10-29

DI FRANCESCO LA VAR AVREBBE DETTO RIGORE

“Palla dentro e palla fuori. Ci vuole un pizzico di fortuna e l’Inter l’ha avuta. Abbiamo fatto qualche errore dal primo gol subito.
Una squadra perfetta che teneva la partita in mano, con la linea difensiva sempre allo stesso modo, siamo stati ingenui.
Abbiamo avuto tante occasioni e non abbiamo fatto gol. Oggi giochiamo meno bene e perdiamo ditemi voi quale è meglio.
Non alleno più il Sassuolo e questi episodi non si vedevano, fanno tutti i complimenti all’Inter  ma quell’episodio era sull’1-0, determinano le gare questi episodi.
I discorsi di oggi e domani se li porta via il vento.

SPALLETTI ACCOLTO DAI FISCHI DELL’OLIMPICO

Al momento della lettura delle formazioni il tecnico dell’Inter Spalletti è stato fischiatissimo da gran parte dello stadio.
L’allenatore toscano ha letto le dichiarazioni di Totti alla vigilia “Saluterò Spalletti per rispetto, ma abbracciarlo è una parola grossa”
Meno spigoloso il tecnico: “Se incontro Francesco sarò contento di abbracciarlo perché non ci sono conti in sospeso. Ho detto tutto quello che avevo da dirgli, spero anche per lui sia lo stesso.
Ho il mio amore da distribuire e per Francesco ne ho un bel pezzo. Sarà un piacere vederlo, lui può pensare quello che vuole. Ora sarei contento di vedere fare a Francesco quello gli fa più piacere”
Spalletti

Spalletti

SPALLETTI E I TOTTIANI

I calciatori sono stati martellanti nella ricerca delle cose su cui lavoriamo dall’inizio. Pur sbagliando, l’hanno portata avanti. La nostra idea di calcio c’è stata per tutti i 90′ ed è questo atteggiamento che a volte fa sì che l’episodio ti giri a favore. Nel calcio a volte ci vuole anche un briciolo di fortuna e noi oggi l’abbiamo avuta. Siamo stati premiati per aver creduto in quello che facciamo, anche se dobbiamo ancora prendere confidenza con il nuovo modo di farel fallo su Perotti? Per me non è rigore. Lui va per intercettare il pallone. non prende la palla ma non è che provochi difficoltà enormi a Perotti. E’ un episodio di cui si può discutere ma per me non è rigore. I fischi dei tifosi della Roma? I tifosi mi hanno fischiato perché pensavano che fossi io il motivo dell’addio di Totti, ma io quest’anno non ci sono più quindi avrebbero potuto farlo continuare a giocare. Quindi diciamo che mi hanno fischiato i tottiani, mentre molti romanisti mi hanno inviato messaggi amichevoli”.
Totti riceve il prestigioso premio UEFA
Totti riceve il prestigioso premio UEFA

SORTEGGI CHAMPIONS: GIRONE DI FERRO PER LA ROMA

Il sorteggio prevedeva l’assegnazione di 4 fasce la Roma era in terza. Queste le fasce del sorteggio:
PRIMA FASCIA (vincitori dei campionati nazionali)
Real Madrid, Bayern Monaco, Juventus, Benfica, Chelsea, Shakhtar Donetsk, Monaco, Spartak Mosca
SECONDA FASCIA
Barcellona, Atletico Madrid, Psg, Borussia Dortmund, Siviglia, Manchester City, Porto, Manchester United
TERZA FASCIA
Napoli, Tottenham, Basilea, Olympiacos, Anderlecht, Roma, Besiktas, Liverpool
QUARTA FASCIA
Celtic, Feyenoord, Lipsia, Maribor, CSKA Mosca, Qarabag ,Sporting Club de Portugal, Apoel

Dale fasce è scaturito il sorteggio che vede due gruppi con gironi di ferro, ovvereo il gruppo H ed il gruppo C, quello della Roma.
Gruppo A: Benfica, Manchester United, Basilea, CSKA Mosca
Gruppo B: Bayern Monaco, PSG, Anderlecht, Celtic
Gruppo C: Chelsea, Atletico Madrid, Roma, Qarabag
Gruppo D: Juventus, Barcellona, Olympiacos, Sporting Club de Portugal
Gruppo E: 
Spartak Mosca, Siviglia, Liverpool, Maribor
Gruppo F: Shakhtar Donetsk, Manchester City, Napoli, Feyenoord
Gruppo G: 
Monaco, Porto, Besiktas, Lipsia
Gruppo H: Real Madrid, Borussia Dortmund, Tottenham, Apoel

Al termine del Sorteggio Francesco Totti che ha aperto le palline con le squadre, dopo aver ricevuto l’importantissimo premio UEFA, ha dichiarato:
È un girone tosto per noi e per loro, affrontare la Roma non è mai semplice.
Sappiamo che Chelsea, Atletico e Qarabag sono tre squadre da rispettare. Le affronteremo a viso aperto.

SOLDI CHAMPIONS

E’ ormai risaputo che partecipare alla Champions league è fonte di guadagno e di arricchimento del parco giocatori per le società.
Nè sà qualcosa la Roma che nell’ultima gara con Totti in campo ha ripreso una gara complicata contro il Genoa, grazie ad una rete di Perotti che ha fatto virare la lancetta verso l’europa che conta.
Ora è ora di fare i conti e ciascuna delle trentadue società qualificate per la fase a gironi incasserà 12,7 milioni di euro.
A questi si aggiungeranno 1,5 milioni per ogni vittoria e 0,5 milioni per ogni pareggio nelle sei partite della fase a gironi.
L’accesso agli ottavi frutta altri 6 milioni, il passaggio ai quarti di finale e semifinale rispettivamente 6,5 e 7,5 milioni.
Infine i premi finali: 11 milioni a chi arriva secondo, 15,5 ai campioni. In totale, 57,2 milioni è il massimo che un club può incassare grazie ai risultati durante la competizione.
A questi vanno aggiunti gli incassi del botteghino e il market pool.

TABELLINO

ROMA (4-3-3): Alisson; Juan Jesus, Manolas, Fazio, Kolarov; Strootman, De Rossi (dal 38′ s.t. Ünder), Nainggolan; Defrel (dal 17′ s.t. El Shaarawy), Dzeko, Perotti (dal 46′ s.t. Tumminello)
A disposizione: Skorupski, Lobont, Moreno, Ciavattini, Gonalons, Pellegrini, Gerson, Florenzi, Antonucci
All. Di Francesco.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo (dall’11′ s.t. Dalbert); Vecino, Gagliardini (dal 1′ s.t. Joao Mario); Candreva (dal 39′ s.t. Cancelo), Borja Valero, Perisic; Icardi
A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Vanheusden, Ansaldi, Brozovic, Jovetic, Pinamonti, Eder, Gabigol
All. Spalletti
Arbitro: Irrati
Assistenti: Meli e Di Liberatore
IV Ufficiale Maresca
VAR: Orsato
AVAR: Aureliasno
MarcatoriI: 15′ Dzeko, 67′ Icardi, 77′ Icardi, 87′ Vecino
Ammoniti Candreva (I), Juan Jesus (R)

 RISULTATI

GENOA-JUVENTUS  2-3
ROMA-INTERNAZIONALE  1-3
BENEVENTO-BOLOGNA  0-1
CHIEVO-LAZIO  1-2
CROTONE-VERONA  0-0
FIORENTINA-SAMPDORIA  1-2
MILAN-CAGLIARI  2-1
NAPOLI-ATALANTA  3-1
SPAL-UDINESE  3-2
TORINO-SASSUOLO  3-0

  CLASSIFICA SERIE A

 JUVENTUS 6
 INTER 6
NAPOLI 6
MILAN 6
SAMPDORIA 6
TORINO 4
SPAL 4
BOLOGNA 4
LAZIO 4
ROMA 3
CHIEVO 3
GENOA 1
VERONA 1
CROTONE 1
SASSUOLO 1
UDINESE 0
BENEVENTO 0
ATALANTA 0
CAGLIARI 0
FIORENTINA 0

 

Shortcuts & Links

Search

Latest Posts